La festa della Civitanovese
La festa della Civitanovese

Civitanova Marche (Macerata), 20 marzo 2016 - Ha fatto soffrire fino all’ultimo ed anche per questo la gioia è maggiore. Festa grande per la Civitanovese, al ritorno da Loreto tutti al Lido per festeggiare la promozione anticipata in Serie D: il presidente Giuseppe Cerolini, il direttore generale Mario Cerolini, i giocatori, lo staff tecnico e i tifosi, che in gran numero avevano fatto sentire il sostegno anche nella trasferta di Loreto dove i rossoblù si sono imposti per 2-1 con doppietta di Tozzi Borsoi. Grande festa al Lido, ringraziamenti a tutti e promesse per il futuro. «Sono doppiamente felice – dice il presidente Giuseppe Cerolini – per la promozione in serie D e perché questo successo è frutto dell’ impegno messo in campo da una società tutta fatta in casa. Faccio i complimenti ai giocatori, ai tecnici Schenardi e Paci, allo staff tecnico, ai tifosi che ci sono stati sempre vicini, e all’avvocato Perrone che si è adoperato dopo il fallimento della vecchia società. E’ stato un campionato molto difficile. L’Eccellenza per molti giocatori era una categoria sconosciuta e per questo si è anche sofferto. I punti di vantaggio accumulati, comunque, testimoniano il valore e l’impegno della squadra».

Presidente, forse sarà prematuro chiederlo in questa occasione, ma il suo impegno futuro quale sarà? «Quello che avevo detto all’inizio – osserva –: fare un campionato d’avanguardia anche in serie D per lo spettacolo, per riportare allo stadio i tanti sportivi di un tempo e dare tante emozioni. Farlo da civitanovese per la Civitanovese sarebbe il massimo». Soddisfazione oltre ogni limite anche per il direttore generale Mario Cerolini, l’uomo che ha costruito la squadra. «La promozione era programmata – dice –, ma un conto sono i programmi sulla carta un altro è la realtà. I ragazzi hanno fatto qualcosa di speciale e li ringrazio tutti. Un grazie forte forte anche ai tifosi. Sono stati semplicemente straordinari».