Quotidiano Nazionale logo
1 apr 2022

Coach Eccheli: "Lube in crescita Grozer e Dzavoronok sono in forse"

Il tecnico di Monza domani potrebbe dover rinunciare a due big: pressioni? Ne avevamo più in Coppa Cev

andrea scoppa
Sport
L’allenatore di Monza Massimo Eccheli dà istruzioni ai suoi
L’allenatore di Monza Massimo Eccheli dà istruzioni ai suoi
L’allenatore di Monza Massimo Eccheli dà istruzioni ai suoi

di Andrea Scoppa

La Lube è in Brianza e domani alle 18 può chiudere il capitolo relativo ai quarti di finale playoff. In virtù del successo 3-0 domenica all’Eurosuole Forum, i campioni d’Italia sono ad una vittoria dalle semifinali, mentre i padroni di casa ad una sconfitta dall’uscita. Civitanova è favorita per la maggior forzaqualità, ha più esperienza, ha espugnato l’Arena nella trasferta di regular season, in più potrebbe avere anche gli acciacchi… a suo favore. Sarebbe la prima volta in questa travagliata stagione che ha visto il team di Blengini perennemente alle prese con le assenze. Ne abbiamo parlato con Massimo Eccheli, coach dei brianzoli dal 2020 e in precedenza a lungo riferimento nel mondo giovanile. Al primo anno, nella passata SuperLega, ha condotto la Vero Volley al 4° posto (e in semifinale playoff), poi ad ottobre ecco la finale di Supercoppa persa con Trento e mercoledì scorso il primo grande trionfo per lui e il giovane club: la Coppa Cev.

Coach Eccheli, stavolta avrete voi la pressione non potendo sbagliare?

"Avevamo più pressioni in Francia nel ritorno di Coppa Cev con il Tours. Ritengo che non sia una questione di pressione ma di come arriviamo all’incontro, perché non abbiamo potuto preparare bene questa seconda partita. Dispiace non avere alcuni elementi nelle condizioni ideali, oltretutto contro una Lube al completo, fortissima e in crescita".

In effetti indiscrezioni danno acciaccati proprio due elementi importanti del vostro gioco come Grozer e Dzavoronok…

"Purtroppo è qualcosa più di acciacchi. Non si stanno allenando, pagando forse lo stress fisico di questo periodo per noi intenso e rischiamo di non averli domani".

Sarà comunque una festa immagino. Anzitutto la prima volta dopo due anni col 100% di spettatori e poi per la Coppa Cev…

"Faremo di tutto per lasciare un altro bel ricordo ai tifosi. L’importanza della partita e la presenza di grandi fuoriclasse della Lube porterà tanta gente al palazzetto. Temo però che non ci sarà il tutto esaurito sia per la diretta tv (Rai Sport), sia perché il sabato pomeriggio purtroppo tiene lontani ragazzi o ragazze che giocano a pallavolo nei loro campionati minori".

In gara1 avete bersagliato Juantorena al servizio ma sofferto gli attacchi di Zaytsev, i due elementi che, finalmente rientrati, i tifosi della Lube si augurano regalino il tricolore…

"Ivan ha fatto una gran partita, sapevamo che sarebbe stato una spina nel fianco, perché da tempo è molto prolifico. Osmany chiaramente non è al 100%, ma come ha detto lui ha bisogno di giocare e dopo le difficoltà del primo set ha reagito da campione".

In cosa dovrete migliorare rispetto a domenica?

"In gara1 abbiamo subito in modo esagerato il servizio. Noi non siamo eccellenti in ricezione, però 15 ace sono troppi in tre set. La Lube ce le ha date di santa ragione e ha potuto scavare break lunghi".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?