di Andrea Scoppa La vittoria della Lube a Padova, oltre ad aver fatto felici i tifosi, ha impressionato pure l’opinionista di RaiSport Fabio Vullo. L’ex regista ha commentato in diretta la gara inaugurale del 77° campionato di A1 ed è rimasto colpito dalla performance dei ragazzi di Blengini. Vullo, una Lube concentrata ed efficace, altro che tipica gara d’esordio insidiosa… "Ammetto che mi aspettavo Civitanova in tono minore e quindi una gara più equilibrata, invece i biancorossi sono stati un treno. È chiaro che se la...

di Andrea Scoppa

La vittoria della Lube a Padova, oltre ad aver fatto felici i tifosi, ha impressionato pure l’opinionista di RaiSport Fabio Vullo. L’ex regista ha commentato in diretta la gara inaugurale del 77° campionato di A1 ed è rimasto colpito dalla performance dei ragazzi di Blengini.

Vullo, una Lube concentrata ed efficace, altro che tipica gara d’esordio insidiosa…

"Ammetto che mi aspettavo Civitanova in tono minore e quindi una gara più equilibrata, invece i biancorossi sono stati un treno. È chiaro che se la Lube gioca da Lube, per Padova non c’è nulla da fare".

Una Kioene che ha sfoggiato giovani talentuosi come Bottolo, l’opposto Weber e Vitelli. Se il centrale gioca sempre così, Civitanova farebbe bene a riportarlo a casa…

"Weber mi ha sorpreso, è davvero interessante. Vitelli è un centrale modello, bravo anche al servizio (4 ace, ndr), vedremo se giocherà sempre così".

Cosa l’ha colpita della Lube?

"La continuità. Ha uno standard molto alto e non scende mai sotto un certo livello. Padova ad esempio ha dato il 110% in avvio dei set, poi un po’ è calata come è naturale, Civitanova invece rimane sempre eccellente".

Lucarelli ha elogiato De Cecco parlando di magie: che ci dice da ex palleggiatore?

"Effettivamente è stato strabiliante, ci ha deliziato e ha giocato con grande lucidità, vedi come ha gestito il baby Garcia Fernandez".

Una battuta su Juantorena.

"Ha avuto difficoltà in ricezione e credo che nelle gare decisive verrà cercato molto per stancarlo e limitarlo nel suo pezzo forte, l’attacco. Sabato ha fatto schiacciate favolose, spesso riesce a farle proprio quando le alzate non sono ottimali".

Una Lube che sembra più solida grazie all’aiuto in ricezione e difesa da parte di Lucarelli. Col ritorno di Zaytsev può essere la più quadrata di tutte?

"Per me la partenza di Rychlicki è stata un po’ sottovalutata, lo ritengo l’artefice dello scorso tricolore, ma una volta che Ivan sarà a posto, la squadra sarà davvero top. E a differenza delle altre big, ha già trovato i suoi equilibri".

Civitanova più avanti dunque, più indietro sicuramente Modena. Il ko a Monza è il risultato a sorpresa del primo turno?

"Premesso che per me Trento e Monza vanno poste subito dietro, se non allo stesso livello delle tre favorite, Modena paga la rivoluzione estiva. Sono tutti campioni ma anche a loro serve tempo".

Invece Perugia ha battuto 3-0 Cisterna…

"Gli umbri devono solo trovare il giocatore cui aggrapparsi nei momenti difficili e potrebbe diventarlo Giannelli. A Trento il suo percorso di crescita si era un po’ fermato, l’arrivo a Perugia da vantaggi anche a lui per migliorarsi ancora di più".