Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Volley, la Lube batte 3-1 Perugia e va alla bella

Tutto si decide domenica in gara 5. Giulianelli sicuro: vinceremo

di ANDREA SCOPPA
Ultimo aggiornamento il 1 maggio 2018 alle 21:00
Osmany Juantorena

Civitanova Marche, 1 maggio 2018 - Una Lube bellissima manda la finale alla “bella” mangiandosi 3-1 la Sir. Civitanova difende il tricolore sul petto con gli attributi e un gioco sfavillante riuscendo finalmente a vincere il primo set e poi surclassando Perugia in ogni fondamentale, soprattutto aces e muri. Enorme la prestazione di Juantorena, Mvp con 25 punti e tanta roba .La Lube non abdica nonostante un Sokolov con problemi fisici, la Sir non riesce a festeggiare dove aveva celebrato il primo trionfo (Supercoppa) e tutto si deciderà domenica in gara5. Una gara per lo Scudetto, appuntamento alle 18 al PalaEvangelisti mai violato nei playoff e il boss Fabio Giulianelli lancia la sfida: “Siamo più forti, vinceremo a Perugia.

Primo set. Medei rinnova la fiducia ai veterani Stankovic e Kovar. L’Eurosuole Forum è strapieno di pubblico e adrenalina, striscione “Quanto manca alla vetta? Tu sali e non pensarci” esposto dagli umbri, nella curva Lube ecco “Occhi di Drago, fame da lupi”. I biancorossi devono finalmente partire bene e mostrano chi sono i campioni: ace di Christenson e altro ace di Juantorena. Poi pure il muro di Cester su Atanasijevic per il 6-2 e il boato del palazzetto. Juantorena vola di pipe (6 punti nel set) e il nastro aiuta Stankovic al servizio: 14-10. Bernardi toglie Russell che la prende male e la Sir regala il +5 su una “dormita”. Christenson mura “Magnum” ed è 20-16. Perugia non trova mai continuità al servizio e la Lube riscappa, Sokolov con il suo primo attacco firma il set point e Stankovic firma un altro ace (3) beffando Berger: 1-0.

Secondo set. Per la prima volta nella serie Civitanova è avanti nel punteggio e la serata continua ad essere travolgente, muro di Christenson sull’ex Zaytsev e 9-5. Juantorena è inarrestabile (altri 6), ace per il 14-8. La Sir non trova le contromisure e la battuta dei biancorossi non le permette di andare dai centrali. Poi però 2 errori in ricezione di Kovar e soprattutto 2 muri ridanno ossigeno agli umbri che si rimettono in scia 19-18. La Sir torna in fiducia e adesso sbaglia poco. Russell d’astuzia (6 punti) completa la rimonta 21-21 e si va punto a punto. Il neoentrato Sander sbaglia sul servizio di Anzani ed è set point, ancora l’americano lo annulla. Ai vantaggi chiude l’ex Podrascanin: 1-1.

Terzo set. L’equilibrio è totale fino al 10-10, poi un attacco out di “Magnum” e un muro out di Sokolov valgono il 13-10. La Lube non s’è affatto smarrita, super block di Cester e si riprende a macinare togliendo speranze ai rivali: 17-12. Civitanova resta saldamente in controllo (69% ricezione e 60% attacco) affidandosi a Juantorena e Sokolov. Il primo non sbaglia mai, l’opposto (9 punti) consegna il set point, quindi Juantorena mura l’improvvido tocco di seconda di Shaw: gara5 è vicina.

Quarto set. La Lube vuole il colpo del ko e a muro tocca ogni pallone, 9-6. Sul regalo del 13-9, Bernardi infuriato chiama time out re-inserendo Berger. La Sir rosicchia qualcosina portandosi a -1 ma il capitano vuole portare lontano...la Lube, 2 muri pazzeschi di Stankovic (4 alla fine) e 19-16 che fanno esplodere il palas. E c’è sempre l’hombre, quarto ace e 22-17 che profuma di vittoria. Berger tocca la banda, è match ball e Sokolov manda alla “bella”.

Cucine Lube Civitanova: Sokolov 19, Juantorena 25, Stankovic 12, Kovar 5, Christenson 5, Cester 8, Grebennikov (l), Candellaro, Sander 1, Marchisio. N.E: Casadei, Milan, Zhukouski. All. Medei

Sir Safety Conad Perugia: Russell 9, Zaytsev 9, Atanasijevic 20, De Cecco 1, Anzani 7, Podrascanin 6, Colaci (l), Berger 4, Shaw, Cesarini, Della Lunga. N.E. Ricci, Andric. All. Bernardi

Arbitri: Puecher di Padova e Pasquali di Ascoli

Parziali: 25-19 (29’), 24-26 (36’), 25-19 (28’), 25-20 (29’)

Note: spettatori 4327 incasso di 72862 euro, metà devoluta alle famiglia civitanovesi in difficoltà per mancanza di lavoro; Lube bs 19, aces 11, muri 11, ricezione 54% (32% perfetta), attacco 58%; Sir bs 16, aces 6, muri 3, 47% (20%), 48%.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.