Civitanova Marche (Macerata), 31 luglio 2012 - Lotta tra la vita e la morte Alberto Santoni, 74 anni, di Civitanova, ieri pomeriggio trasferito in eliambulanza all’ospedale Torrette di Ancona. L’anziano è in condizioni gravissime per le lesioni riportate nel frontale tra l’auto che stava guidando, una Fiat Regata, e un’ambulanza della Croce Verde. L’incidente si è verificato alle 13.30 in via D’Annunzio. Terribile l’impatto. La Fiat Regata, che stava procedendo in direzione di Civitanova Alta, ne è uscita distrutta, sventrata nella fiancata destra.
 

Da quell’ammasso di lamiere i vigili del fuoco hanno estratto il corpo di Santoni che al pronto soccorso di Civitanova è arrivato in condizioni molto critiche, con una frattura cranica sul lato sinistro, la frattura del bacino e trauma toracico. I medici dopo averlo stabilizzato hanno disposto il trasferimento urgente ad Ancona. Risulta in via Regina Margherita il domicilio dell’anziano, che vive solo. A bordo dell’ambulanza un equipaggio composto dall’autista Andrea Ottavianelli, 35 anni, dipendente della Croce Verde e con un’esperienza di tanti anni alle spalle, e Elisa Perini, volontaria barelliera. Per loro, lesioni leggere.


La dinamica dell’incidente è adesso al vaglio degli uomini della polizia stradale. I mezzi si sono scontrati nel tratto di semicurva sovrastato dal rione Casermette e dopo l’urto l’ambulanza ha proseguito la sua corsa ed è piombata contro le recinzioni di due villette sul lato est della strada, quelle di Maria Teresa Stefoni e di Alberto Forani, abbattendo cancellate, muretti e l’impianto del contatore dell’acqua.
 

"Abbiamo sentito due cannonate", racconta la signora Teresa davanti alla sua abitazione, la più danneggiata, con spiaggiata a ridosso del suo ingresso l’ambulanza che non trasportava feriti. Aveva da poco concluso un codice e lasciato l’ospedale e stava rientrando in sede dove l’equipaggio aveva telefonato per dire che era tutto tranquillo. Poi l’incidente nel quale è rimasta coinvolta anche una terza automobile, parcheggiata sul lato est e su cui è rimbalzata la Fiat Regata. Chiusa al traffico per due ore, fino alle 15.30, via D’Annunzio.