Bologna, 10 dicembre 2019 - Cosa s’intende per ‘prestito ponte’? E’ un prestito ad Alitalia che non verrà mai restituito e, per l’ennesima volta, sarà a carico dello Stato. Siamo stanchi di foraggiare quest’inutile compagnia di bandiera che nessuno vuole acquisire. Troppo dispendiosa e poco redditizia.
Claudio Meglioli, Barco (Reggio Emilia)

 

Risponde il condirettore de 'il Resto del Carlino', Beppe Boni

La situazione di Alitalia è tragica da anni, colpevolmente trascinata nel tempo facendo perdere soldi agli italiani che nel frattempo si vedono tassare ancora la casa. Bisognerebbe chiedere i danni a chi non ha saputo uscire da questo pantano. La nuova iniezione di capitali serve per tenere in vita la compagnia visto che non è stato ancora possibile trovare un compratore. Dei 900 milioni del primo prestito ponte (indagine Ue), sono rimasti a ottobre nelle casse 315 milioni e la compagnia perde un milione di euro al giorno. I cittadini sono stanchi di questo spreco. Su Facebok un gruppo sta facendo girare un appello: «Basta aiuti ad Alitalia».

beppe.boni@ilcarlino.net