Bologna, 29 gennaio 2020 - Siamo tutti terrorizzati dal Coronavirus che è gia comparso in Europa e che in Cina ha già fatto cento morti. Ma insieme a questo dobbiamo preoccuparci anche della cimice asiatica, un’altra calamità che arriva da laggiù. E’ pericolosa per l’uomo?
Giovanni Belletti, Cesena

Risponde il condirettore del Resto del Carlino, Beppe Boni

Distinguiamo le due cose. Per il Coronavirus non è ancora stato individuato il paziente zero e la sua origine non è chiarita. Il mondo si sta attrezzando per fermare l’epidemia. La cimice asiatica è altra cosa, ma non è pericolosa per l’uomo. E’ un insetto definito alieno solo perché arriva dai Paesi asiatici (Cina e Giappone). I movimenti delle merci e delle persone dovute alla globalizzazione e il cambiamento del clima si portano dietro anche questi inconvenienti. La cimice asiatica è particolarmente golosa di frutta e ortaggi e per quetso cres danni all’agricoltura. In inverno, invece, cerca riparo nelle case. La scienza sta cercando un rimedio definitivo che per ora non c’è.

beppe.boni@ilcarlino.net