Ferrara, 21 agosto 2021 - Per il 27esimo anno consecutivo, Comacchio ospiterà l’anteprima del Ferrara Buskers Festival. L’evento, che farà da apripista allo spettacolo che prenderà vita al parco Massari dal 25 al 29 agosto, si terrà martedì prossimo nella città lagunare, che offrirà alcuni dei luoghi più suggestivi come ‘palcoscenico’ per gli artisti. Una pre-anteprima, infatti, è in programma dalle 18 nella Salina di Comacchio con la musica del trio novarese ‘Twin Peas’; poi, dalle 21.30, le esibizioni si sposteranno in centro storico: in piazzetta Trepponti, all’arena estiva di Palazzo Bellini e sul retro del Museo del Delta Antico. Cinque tra band e artisti che porteranno le proprie performance a Comacchio saranno protagonisti anche a Parco Massari, mentre ospite speciale per la sola anteprima sarà Raffaele Kohler, noto per avere suonato ‘O Mia Bela Madunina’ con la tromba dalla finestra della sua casa a Milano durante il primo lockdown. Nel 2020 aveva aperto anche l’edizione numero 33 del Buskers Festival, lanciando la staffetta dei gruppi buskers dai balconi del centro storico della Città Estense, terminata con il concerto della grande Gianna Nannini.

Il programma dell’anteprima prevede l’esibizione, dalle 21.30, del chitarrista Lev Radagan seguito proprio da Kohler (alle 22.45) in piazzetta Trepponti; all’arena estiva di Palazzo Bellini, dalle 21.30 troveranno spazio la band ‘Cinque uomini sulla cassa del morto’, seguita dal gruppo tedesco Tovte, per la prima volta al Buskers. Infine il multi-strumentista ‘Porcapizza’ e i Twin Peas si alterneranno dinanzi alla platea sul retro del Museo del Delta Antico, sempre dalle 21.30. Ieri, a presentare l’anteprima nel giardino della Casa Museo ‘Remo Brindisi’ di Lido di Spina sono stati il vicesindaco di Comacchio, onorevole Maura Tomasi, la presidente del Cadf Maira Passarella, la presidente dell’Associazione Ferrara Buskers Festival Rebecca Bottoni, affiancata dal padre Stefano Bottoni, presidente onorario dell’associazione, nonché direttore artistico e ideatore della manifestazione che da 34 anni mantiene inalterato il proprio successo. "I buskers – ha affermato l’onorevole Tomasi – si esibiranno in alcuni dei luoghi più suggestivi del nostro centro storico e non poteva che essere così, per apprezzare la bellezza e la musica insieme". La magia di Comacchio è stata richiamata anche da Stefano Bottoni che, ancora, ha negli occhi la prima anteprima organizzata nella città lagunare. Un esperimento diventato tradizione. Maira Passarella, presidente del Cadf che gestisce le Saline di Comacchio, ha ricordato come da qualche anno la Salina sia diventata sede di concerti musicali: "Un incredibile connubio tra natura e uomo. Avere l’appuntamento per il secondo anno consecutivo in Salina è per noi l’apice di questo connubio".

L’accesso alle aree spettacolo in centro storico sarà gratuito: si potrà accedere con Green pass e occorrerà semplicemente prenotarsi (l’ingresso alla Salina è invece a biglietto, necessario per la visita all’area naturalistica; per informazioni 351-7036585; biglietti@ferrarabuskers.org). La presidente Rebecca Bottoni ha ricordato come "i canali che caratterizzano Comacchio permettano di creare aree delimitate, e consentono un distanziamento naturale rispetto all’architettura del luogo" e ha annunciato due importanti novità: innanzitutto, parte del ricavato del Ferrara Buskers Festival sarà destinato alla Fondazione Pangea, che opera in Afghanistan per garantire lo sviluppo sociale per donne e bambine. La seconda novità riguarda l’istituzione della prima borsa di studio del Buskers Festival per dare la possibilità a giovani di frequentare lezioni alla Civica Scuola di Musica di Comacchio, presieduta da Giorgio Borgatti.