La Fortezza di San Leo
La Fortezza di San Leo

Bologna, 24 settembre 2019 – Oltre 60 antichi manieri tra castelli, fortezze e rocche aperte al pubblico da scoprire e visitare. E che da oggi si mettono in rete. Nasce il ‘Circuito dei Castelli dell’Emilia Romagna’, nell’ambito di un progetto trasversale di Regione, Apt Servizi, Destinazioni turistiche regionali (Emilia, Bologna con Modena, Romagna), con l'associazione Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremoli.

Protagonisti i castelli delle principali associazioni / circuiti regionali, da Piacenza a Rimini: oltre ai Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremoli, quelli di Terre di Canossa, Terre di Castelli di Modena, Rete Imola, Terre di Montefeltro e Malatesta e Castelli delle Donne.

Strumento strategico di promozione di questa nuova proposta di vacanza, il portale www.castelliemiliaromagna.it (in italiano, ma anche in inglese entro il 2020), è una piattaforma che nel prossimo biennio mira a includere un centinaio di strutture, puntando sul connubio speciale tra turismo e cultura, con tante informazioni, video esperienziali e tutti gli eventi dedicati al format ‘Oh che bel castello – castelli aperti dell’Emilia Romagna’.



Dal portale gli utenti potranno prenotare direttamente le esperienze nei castelli preferiti.

“La crescita di un sistema turistico complesso e diversificato come quello regionale - sottolinea l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini - deve passare anche attraverso l’individuazione e la promozione di nuovi prodotti turistici. Per un ulteriore e progressivo sviluppo economico è fondamentale fornire ai turisti rinnovate motivazioni di viaggio offrendo così loro la possibilità di scoprire o riscoprire storia, enogastronomia, tradizioni culturali e bellezze naturali dell’Emilia Romagna. Il circuito dei Castelli – conclude - ha senz’altro il grado d’appeal necessario per attirare vacanzieri e visitatori da tutto il mondo”.

LEGGI ANCHE Dieci castelli in Italia da visitare almeno una volta