Bologna va in campagna, di P. Miccoli e G.Schiavon, Giraldi editore
Bologna va in campagna, di P. Miccoli e G.Schiavon, Giraldi editore

Bologna, 23 febbraio 2019. Decine di personaggi su un palcoscenico d'eccezione: la campagna bolognese. Immagini di panorami che ricordano antichi dipinti, istantanee di vita quotidiana per tornare in un flash ai nostri tempi. Accanto a ogni immagine, poesie e racconti in miniatura per restituire al lettore emozioni e segreti di personaggi e paesaggi. Ecco “Bologna va in campagna”, il nuovo libro di Paolo Miccoli e Gianluigi Schiavon, Giraldi Editore, tra foto e parole. Verrà presentato a Bologna, martedì 26 febbraio alla Mondadori di via D'Azeglio 34. Condurrà l'incontro, accanto agli autori, la scrittrice Fiorenza Renda. Appuntamento alle 18. 

“Bologna va in campagna” nasce dalla consolidata collaborazione fra il fotoreporter Miccoli e il giornalista e scrittore Schiavon. Il primo coglie attimi di vita e li eleva a simbolo, offrendo scatti che si trasformano in specchio nostalgico: è qui che la città ritrova la sua anima riflettendosi nella campagna. Il secondo autore rielabora la foto in parole, ricavando da un viso, un'insegna, un paesaggio o un dettaglio, storie che si trasformano in poesie e piccoli racconti. I protagonisti in scena diventano così, di volta in volta, il giocatore di biliardo, il ribelle, la diva e l'innamorato, il re e il vecchio ostinato, l'eroe e il suo doppio

Il risultato finale è in fondo un viaggio da località più note ad altre non meno importanti, da Massumatico a San Lazzaro, da Casalecchio a Muffa e Selva Malvezzi. Un viaggio che è l'ideale seguito dell'altro lavoro pubblicato da Miccoli e Schiavon: “A Bologna c'era il mare”, Giraldi Editore.

Gli autori. Paolo Miccoli, fotografo, è nato a Bologna. A lungo fotoreporter per “Il Messaggero” e “Il Resto del Carlino”, testata con la quale collabora tuttora, ha lavorato anche per “La Repubblica”, “Il Corriere della sera”, “Associated Press”, “Wochenpresse”, “Bild” e gruppo Mondadori. Ha pubblicato Il Borgo cambia pelle, Panozzo Editore, sull'evoluzione nel tempo del Borgo San Giuliano a Rimini. Pubblica foto su riviste e quotidiani. Ha un motto che è una sua regola professionale: mai elaborare una foto. Unica concessione: giocare con i contrasti, come avveniva nelle vecchie camere oscure.

Gianluigi Schiavon, giornalista e scrittore, è vicedirettore de “Il Resto del Carlino” e de “ilrestodelcarlino.it”. Nato a Padova, vive a Bologna. Ha lavorato a lungo per “Quotidiano Nazionale” e prima per “La Repubblica”, “Il Gazzettino” di Venezia e Belluno e per vari periodici. Ha pubblicato i romanzi 50 minuti. L’inganno nel cassetto, Il bambino del mercoledì e La fuga. Delitto in Bretagna, per Giraldi Editore; i volumi di racconti I bolognesi sono fatti così, Pendragon Editore, Colpi bassi (sul ring e nella vita) e Quella faccia l'ho già vista, per Giraldi. Pubblica racconti su quotidiani, riviste e su “Wagon-Lit”, blog di Quotidiano.net.