Un piatto di tagliolini
Un piatto di tagliolini

Pesaro, 8 novembre 2018- Sono sei i ristoranti marchigiani Bib Gourmand, inseriti nella guida Michelin 2019. Il riconoscimento, che indica un locale che propone una piacevole esperienza gastronomica con un menu completo a meno di 32 €, ha premiato 257 locali in tutta Italia, 21 i nuovi rispetto allo scorso anno.

Osteria dei Segreti di Appignano


Tre quelli della provincia di Pesaro-Urbino: La Gioconda di Cagli, La Canonica di Casteldimezzo e la new entry del centro Italia Burro&Alici di Marotta, una tappa comoda per chi è in viaggio che offre una carta dedicata ai grandi e gustosi classici della cucina dell'Adriatico. Due quelli di Macerata: Il Casolare dei Segreti di Treia San Lorenzo e Osteria dei Segreti di Appignano. Uno in provincia di Ancona, la Trattoria Vino e Cibo di Senigallia.

LEGGI ANCHE Emilia Romagna e Marche, i ristoranti stellati 2018

Un piatto al ristorante (foto d'archivio)

I nomi Bib Gourmand sono un’anteprima del lancio della 64a edizione della Guida Michelin Italia, che si terrà a Parma il prossimo 16 novembre, quando a uno tra i 257 locali individuati verrà riconosciuto un premio speciale. Lo scopo del team degli ispettori è di scoprire nuovi Bib Gourmand in tutti gli angoli d’Italia, dalle grandi città ai piccoli centri raggiungibili per strade sterrate. Il pittogramma raffigura in versione gourmet l’Omino Michelin, Bibendum, che quest’anno festeggia i 120 anni con un riconoscimento speciale: lo scorso 1° ottobre, a Times Square, New York, è stato eletto Icona del Millennio da Advertising Week, leader globale USA nel campo degli eventi per i professionisti di marketing, brand, advertising e technology.

LEGGI ANCHE Emilia Romagna, i 32 ristoranti Bib Gourmand

Il piatto della tradizione fanese

“Il rapporto qualità prezzo è certamente un elemento importantissimo di selezione, ma lo è ancora di più la passione per la tavola che si respira nei ristoranti Bib Gourmand, in cui si gustano ricette spesso tradizionali, proposte fedelmente, completamente rivisitate o con leggere personalizzazioni – spiega il Direttore della Guida Michelin Italia, Sergio Lovrinovich -. Sono ristoranti in cui anche la selezione di vini denota grande attenzione verso i produttori che maggiormente valorizzano la cucina dello chef, creando un momento di piacere davvero unico e a buon prezzo!”.