LUIGI DIOTALEVI
Cosa Fare

Le avventure delle teste di legno Torna ’Burattini Opera Festival’

La rassegna pesarese da domani a Palazzo Mazzolari Mosca. Sei spettacoli e una mostra di manifesti

Le avventure delle teste di legno  Torna ’Burattini Opera Festival’

Le avventure delle teste di legno Torna ’Burattini Opera Festival’

di Luigi Diotalevi

È la rassegna estiva più amata dai piccoli, ed è un’eccellenza pesarese che ha alle spalle una tradizione consolidata che giunge quest’anno alla 36esima edizione. Da domani al 13 luglio alle 21.30, torna il Burattini Opera Festival con sei appuntamenti tutti nella corte di Palazzo Mazzolari Mosca, in via Rossini, che accoglie anche lo spazio intitolato a Dario Fo e Franca Rame. La formula è sempre la stessa e mette in scena rappresentazioni di qualità con burattini, marionette, pupazzi e sentimenti da godere con tutti i sensi. Oltre alle 6 rappresentazioni del programma fanno parte anche due laboratori creativi nei pomeriggi del 3 e 11 luglio. A disposizione di mani e fantasia dei partecipanti, una cascata di stoffe, teste, baffi, occhi paurosi, visi innamorati, unghie sporche e parole profumate; poi ognuno mischia come preferisce, colora come crede e si porta a casa il suo personaggio che rimarrà con lui per sempre.

Nei giorni di spettacolo, nell’androne, la corte Dario Fo e Franca Rame, la mostra che espone una selezione di 20 manifesti storici del Bof, manifestazione attenta alla grafica fin dalla sua origine che ha visto al lavoro anche Massimo Dolcini. Il neo presidente provinciale Arci Claudio Fiorenzo Clini ha ricordato le novità di questa edizione. La prima è ad un evento in provincia: San Costanzo accoglierà una tappa del Bof il 28 luglio, un appuntamento pilota di un percorso che potrebbe allargarsi. E poi il progetto per cui Arci Pesaro ha vinto un bando della Regione dal titolo ’Mi piace Spiderman…e allora?’ che parte dal libro di Giorgia Vezzoli. "Nella scelta degli spettacoli ho cercato di mettere quelli che per me sono dei grandi valori teatrali - ha spiegato il direttore artistico Renzo Guerra -. Ricordo l’amore di Dario Fo, figura che a Pesaro è legata in modo particolare, che riteneva i burattini parte fondante della sua professione e il successo ormai consolidato del Bof amato dai pesaresi e turisti che hanno rappresentato più della metà del pubblico dell’edizione 2022". "Uno dei punti di forza del Bof - ha concluso il vice sindaco Daniele Vimini - è la qualità davvero alta della proposta artistica ma anche del racconto di comunicazione".. La prima rappresentazione è in programma domani con ’Tre farse forse’ della compagnia La casa dei burattini. Gli altri cinque spettacoli sono il 3, 5, 11, 12 e 13 luglio. I ingresso gratuito fino a 3 anni.