Lo stabilimento nelle grotte Ingegno e storia al Passetto

Inaugurato nel 1932 ad Ancona Il Valentino è da sempre gestito da Claudio Cerusico

Lo stabilimento nelle grotte  Ingegno e storia al Passetto

Lo stabilimento nelle grotte Ingegno e storia al Passetto

La storia dello stabilimento balneare ’Il Valentino’ inizia nel lontano 1932: quasi un secolo di storia per questo chalet sul mare, l’unico tra l’altro della spiaggia del Passetto. Una delle baie cittadine più amate dagli anconetani non potrebbe fare a meno degli aperitivi al tramonto offerti nella splendida cornice creata da Claudio Cerusico. È lui, infatti, lo storico operatore del Passetto: il suo stabilimento sorge tra le coloratissime grotte scavate nella roccia di Ancona. Era il 1932 e tra la grotta numero 24 e la grotta numero 26 c’era una palafitta denominata, appunto, Il Valentino. Leggenda vuole che la palafitta fosse formata da due file di capanni. All’interno, prima della guerra, sorgeva una sorta di balera in cui si cantava e si ballava. I conduttori delle serate, guarda caso, pare fossero proprio degli avi di Cerusico, Rodolfo e Vittorio. D’improvviso, però, la balera fu costretta a chiudere perché qualcuno lanciò dei sassi dalla rupe ferendo una donna. Fino a qualche anno fa, nello stabilimento a due piani, si poteva anche ballare. Adesso sembra che il solaio sia pericolante, ma nonostante ciò il bar continua a funzionare, con colazioni, merende e pranzi veloci. Moltissimi gli ombrelloni aperti da maggio a settembre. E ci sono persino le feste in stile hawaiano con cocomeri e cocktail a ferragosto.

ni.mor.