Bologna 1 luglio 2021 - Ormai più di un anno fa, il campione di Formula Uno e handbike Alex Zanardi veniva travolto da un tir mentre era in sella alla sua handbike in una gara di beneficenza tra Pienza e San Quirico d'Orcia, in Toscana. Oggi è tornata a parlare la moglie del campione, Daniela Manni, che in un'intervista a bmw@lulop.com, il magazine online della Bmw - marchio automobilistico di cui Zanardi è ambassador -ha fatto il punto delle condizioni del marito, ricoverato in una clinica specializzata per la riabilitazione successiva all'incidente. "Le condizioni di Alex sono essenzialmente stabili. Riesce a comunicare con noi, ma non è ancora in grado di parlare. Dopo molto tempo in coma, le corde vocali hanno bisogno di recuperare la loro elasticità. Questo è possibile solo con esercizio e terapia". 

Alex Zanardi, 54 anni, ex campione di Formula Uno, ora atleta paralimpico

Come spiega la moglie, dopo una serie di interventi neurochirurgici, l'ex pilota di Formula Uno, la cui famiglia risiede a Castel Maggiore, in provincia di Bologna, si sta sottoponendo a un programma di recupero che prevede "stimoli multimodali e farmacologici sotto il controllo di medici, fisioterapisti, neuropsicologi e logopedisti". "Abbiamo ricevuto tanti, tanti messaggi di auguri per la sua guarigione e vorrei cogliere l'occasione per fare un grande ringraziamento, da parte di Alex, per ogni singolo messaggio", ha continuato la moglie del campione. Che ha precisato: "Seguendo il consiglio dei medici, questo ci sembrava il momento giusto per dare qualche informazione sul processo di recupero di Alex con questa intervista".

Incidente Alex Zanardi, la dinamica

Venerdì 19 giugno 2020, Alex Zanardi, 54 anni, ex campione di Formula Uno e oro paralimpico a Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016, stava percorrendo in handbike una tappa della gara a staffetta Obiettivo 3 e il percorso prevedeva l'arrivo a Montalcino, in Toscana. Il pilota andava a una velocità compresa tra i 45 e i 50 chilometri all'ora sulla strada provinciale 146, tra Chiusi e San Quirico d'Orcia, in un tratto in discesa con una pendenza tra il 4 e il 5%. In curva, all'altezza del comune di Pienza, in Val D’Orcia, Zanardi ha perso il controllo, ribaltandosi e finendo sul camion che arrivava in direzione opposta. Nel violento impatto, il campione ha perso il casco. Subito soccorso è stato operato al Policlinico Le Scotte di Siena.

La riabilitazione del campione

Il 21 luglio 2020, trentadue giorni dopo l’incidente in handbike, Alex Zanardi ha lasciato l’ospedale di Siena per essere trasferito in un centro specialistico di neuro-riabilitazione di Villa BerettaCosta Masnaga, nel Lecchese. E' qui che, da ormai un anno, l'atleta sta affrontando il suo periodo di recupero funzionale.

"Vorrei dire a tutte le persone che pensano e pregano per Alex che lui sta combattendo, come ha sempre fatto", ha detto oggi in chiusura di intervista la moglie del campione, Daniela Manni. "L'affetto che abbiamo ricevuto da amici, fan, conoscenti, atleti e tutte le persone del motorsport nello scorso anno è stato a dir poco commovente e travolgente ed è stato di enorme supporto per noi nell'affrontare tutto questo. In particolare, un ringraziamento speciale va al personale medico", ha concluso.