Smog, stop ai mezzi inquinanti in Emilia Romagna dal primo ottobre
Smog, stop ai mezzi inquinanti in Emilia Romagna dal primo ottobre

Bologna, 1 ottobre 2020 - Tornano da oggi, in Emilia Romagna, le limitazioni alla circolazione previste per la lotta allo smog. L’ordinanza del governatore Stefano Bonaccini prevede due fasi: da subito si confermano i blocchi per i veicoli a benzina fino ad Euro 1, diesel fino ad Euro 3, motocicli e ciclomotori pre-euro; slitta all’11 gennaio il blocco dei veicoli Euro 4 diesel, una decisione condivisa con Lombardia, Veneto e Piemonte, con cui l’Emilia-Romagna firmò nel 2017 l’Accordo di bacino padano.

Lo stop da oggi interessa i 31 Comuni del Pair 2020: quelli con più di 30mila abitanti e l’agglomerato urbano di Bologna, a cui si uniscono Fiorano Modenese, Maranello e Rubiera. Le misure si applicano dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 18,30 e nelle domeniche ecologiche (due al mese, stabilite dai sindaci. Qui quelle di Bologna) mentre dal prossimo 11 gennaio, e fino al 31 marzo, non potranno circolare nemmeno i veicoli benzina fino a euro 2, diesel fino a euro 4 compreso e cicli e motocicli fino a euro 1, veicoli benzina-metano, benzina-gpl fino a euro 1.

Dal primo ottobre al 31 marzo è poi in vigore lo stop ai caminetti aperti e alle stufe a legna o pellet di classe 1 e 2 stelle negli immobili in cui è presente un sistema alternativo di riscaldamento domestico, sotto i 300 metri di altitudine.

Quando si supera il limite di PM10 per 3 giorni consecutivi (su base provinciale), nei Comuni Pair della provincia interessata blocco anche per i veicoli fino a euro 4 diesel compreso. Dall’11 gennaio il blocco si applicherà anche ai diesel Euro 5.