Emergenza Covid-19
Emergenza Covid-19

Ancona, 26 maggio 2020 - Zero decessi nelle Marche. Ottime notizie sul fronte dell'epidemia: nessuna vittima è stata registrata nelle ultime 24 ore, è la terza volta che accade, dopo il 17 e il 21 maggio. Sono soltanto due i nuovi positivi al coronavirus su 576 tamponi del percorso prime diagnosi nelle Marche: una persona contagiata è della provincia di Macerata, l'altra proveniente da fuori regione.

L'aggiornamento del 27 maggio

Leggi anche Plasma iperimmune, via ai prelievi nelle Marche - Coronavirus, 3 casi su 4 sono giovani. "Ma non colpevolizzate solo noi" - Ancona, movida in piazza del Papa."Pretendevano di entrare senza alcuna protezione" - Civitanova Fase 2, folla in strada fino a notte fonda

Nelle ultime 24ore è rimasto sostanzialmente stabile il numero dei ricoveri per cononavirus nelle Marche (da 108 a 107): in terapia restano in 13 (stabile), in semi-intensiva ci sono 12 pazienti (11), 40 persone sono assistite in reparti non intensivi (42); stabili i casi di ricovero in area post-acuti (42) e il numero di persone ospitate in strutture territoriali (157). Buon progresso invece per i guariti/dimessi (da 4.059 a 4.147).

Leggi anche Fase 2 Marche, via libera a parchi divertimento, luna park e guide turistiche

Finora i decessi correlati al Covid-19 nelle Marche sono stati 996 mentre i casi di contagio sono 6.718. In isolamento in casa ci sono 1.468 positivi (da 1.554); mentre le persone isolate in casa per contatti con contagiati sono 3.582 (1.412 con sintomi) di cui 371 operatori sanitari. Finora a un periodo di quarantena sono state sottoposti nelle Marche in 32.971

In totale il numero dei tamponi esaminati nell'ultima giornata, compresi i 439 del percorso guariti, è di 1.015. Finora nelle Marche sono 6.718 i casi di posititività al Covid-19 in base alle 61.923 diagnosi effettuate. Lo ha comunicato il Gores nel consueto aggiornamento quotidiano.

Contagi zero quindi a Pesaro Urbino (2.740), Ascoli Piceno (290), Fermo (469) e Ancona (1.870). Dal 4 maggio l'incremento giornaliero è stato di 29 (2% dei test effettuati), 29 (3%), 31 (2,5%), 18 (2%), 23 (3%), 40 (3%), 10 (1%), 25 (2,5%), 20 (2%), 15 (1,5%), 16 (2%), 23 (2%), 25 (3%), 4 (1%), 4 (0,5%), 2 (0,2%), 12 (1%), 8 (0,8%), 4 (0,7%), 13 (2%), 2 (0,5%) e, appunto, 2 (0,3%). Da inizio emergenza i casi positivi salgono a 6.718 su 61.923 test effettuati.

Premi ai sanitari: firmata la preintesa per il comparto E' stata siglata dalle organizzazioni sindacali dell'area del comparto del Servizio sanitario regionale una preintesa rispetto al protocollo firmato con le organizzazioni confederali il 20 aprile, per l'erogazione dei compensi al personale che si è impegnato nell'emergenza Coronavirus, per un totale di 20 milioni, suddivisi tra comparto e dirigenza.

Premi ai sanitari: firmata la preintesa


La preintesa raggiunta oggi per il comparto sarà ratificata nei prossimi giorni dalla giunta. Sono previste tre fasce differenziate: personale impegnato in aree Covid; personale impegnato in supporto diretto e interazione con le aree Covid; personale impegnato in altri servizi ai fini dell’emergenza Covid.
“E’ un risultato importante – ha detto il presidente Luca Ceriscioli che noi giorni scorsi aveva sollecitato le sigle per una rapida chiusura degli accordi – e siamo soddisfatti di essere in condizione, a questo punto, di procedere velocemente alla distribuzione delle risorse ai lavoratori del comparto. Ora ci aspettiamo che nell’incontro previsto per giovedì pomeriggio si raggiunga anche l’accordo relativo alla dirigenza. L’auspicio resta quello, già espresso, di chiudere nel minore tempo possibile e, quindi, di distribuire finalmente tutte le risorse messe a disposizione”.