Coronavirus, bollettino covid del 4 agosto in Emilia Romagna (Castellani)
Coronavirus, bollettino covid del 4 agosto in Emilia Romagna (Castellani)

Bologna, 4 agosto 2020 - Anche oggi l'Emilia Romagna è tra le regioni con il maggior numero di contagi in Italia: 42, in crescita rispetto a ieri (34). Lo anticipa il report del Ministero della Salute sull'andamento del Coronavirus in Italia, dato riportato poi approfondito dal bollettino di oggi della Regione. La Lombardia conta 44 nuovi casi nelle ultime 24 ore, il Veneto 20. 

Aggiornamento Il bollettino del 5 agosto

Dei 42 nuovi casi di positività al Covid-19 dell'Emilia Romagna, sono 20 gli asintomatici, individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening. I tamponi effettuati sono 7.384, per un totale di 685.985. A questi si aggiungono anche 1.114 test sierologici.

Dall’inizio dell’epidemia, nella nostra regione si sono registrati 29.850 infetti. 

Nelle due province dove oggi si registrano più casi, fa sapere viale Aldo Moro, in quella di Bologna, dei 13 nuovi casi (di cui 11 in isolamento domiciliare), 8 derivano dall’azione di tracciamento di contatti di casi noti, in gran sviluppati in ambiti familiari, 2 sono legati al focolaio individuato e isolato nelle scorse settimane in una residenza per anziani della città, un caso da tampone pre-ricovero e 2 relativi a casi sporadici di persone con sintomi.

Nella provincia di Reggio Emilia, dei 7 casi, tutti in isolamento domiciliare, 6 rientrano sempre nell’attività di tracciamento di contatti relativi a situazioni note (5 dei quali legati a rientri dall’estero) e 2 riguardano persone con sintomi.

La mappa del contagio, i numeri provincia per provincia

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.636 a Piacenza (+1), 3.782 a Parma (+1), 5.120 a Reggio Emilia (+7, di cui 2 sintomatici), 4.149 a Modena (+6, tutti sintomatici), 5.316 a Bologna (+13, di cui  6 sintomatici); nessun nuovo caso a Imola (432), 1.095 a Ferrara (+5, di cui 3 sintomatici); 1.168 a Ravenna (+1), invariata la situazione a  Forlì (995), 838 a Cesena (+3, di cui 2 sintomatici) e 2.319 a Rimini (+5, di cui 3 sintomatici). 

Guariti e terapia intensiva

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 1.581 (21 in più rispetto a ieri). Nessun decesso registrato.

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 1.498 (+9). Salgono a 4 i pazienti in terapia intensiva (uno in più di ieri). In crescita anche il numero dei ricoverati negli altri reparti Covid: 79 (+11).

Le persone complessivamente guarite salgono dunque a 23.978 (+21 rispetto a ieri): 143“clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 23.835 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Le regole anti-Covid in regione

Mantenere il distanziamento, evitare assembramenti e proteggere le vie respiratorie. Sono queste le principali regole da rispettare nell'estate del post-coronavirus. Le regioni accolgono i turisti chiedendo loro il rispetto delle normative nazionali. Oltre a quelle di carattere nazionale, l'Emilia Romagna ha stabilito anche norme che valgono solo per la regione stessa. Chi arriva da Paesi che non siano Stati membri dell'Unione Europea, parte dell'accordo di Schengen oppure Regno Unito, Irlanda del nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Stato della Città del Vaticano, è sottoposto all'isolamento fiduciario e alla sorveglianza sanitaria.

Fase 3, in Emilia Romagna tornano le riviste dai parrucchieri

Nessun obbligo dell'uso della cuffia in piscina, a meno che non lo preveda già il regolamento interno della struttura. In alternativa ai guanti, poi, sarà sufficiente l'igienizzazione delle mani per i clienti, sempre muniti di mascherina, che accedono ai negozi di parrucchieri ed estetisti, dove tornano le riviste. E' quanto prevede la nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. In particolare, per acconciatori e estetisti, viene soppressa la disposizione, precedentemente prevista, che imponeva "la rimozione dalla sala-spazio di attesa di tavolini, cuscini, riviste e sedie inutili".

Infine, aumentano le risorse per la gestione dei rifiuti. Per il 2020, l'ordinanza prevede infatti che il Fondo d'ambito di incentivazione alla prevenzione e riduzione dei rifiuti venga ulteriormente implementato con altri 2 milioni di euro reperiti da Atersir (Agenzia territoriale dell'Emilia-Romagna per i servizi idrici e i rifiuti): risorse, queste, che verranno destinate ai Comuni.

Il testo dell'ordinanza

Bologna, screening sugli studenti universitari

Il direttore del reparto di Malattie Infettive del Sant'Orsola di Bologna Pieruigi Viale ha annunciato che sarà effettuato uno screening che possa analizzare quanto il virus si sia diffuso tra i giovani. Per questo da settembre - su base volontaria - saranno effettuati tamponi e test sierologici sugli studenti dell'università di Bologna.

La pandemia in Italia

Risalgono i contagi per Covid-19 in Italia: secondo i dati del ministero della Salute nelle ultime 24 ore si sono registrati 190 nuovi casi (ieri erano 159), per un totale di 248.419. Le vittime in un giorno sono invece 5, in calo rispetto ai ieri (12). Il totale dei morti dall'inizio dell'emergenza è di 35.171.

Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati effettuati 43.788 tamponi (6.984.589 dall'inizio della crisi).

Le altre notizie

Coronavirus, dati e tabella: la situazione in Italia - Focus Toscana - I numeri della Lombardia

Italiani infettati, 6 volte di più rispetto ai casi ufficiali

Contagi a festa nel Pesarese: tamponi a tutto il paese

Giocatore del Modena positivo al Covid

Ospedali Covid in Campania, inchiesta della Procura di Napoli

Mondo, un altro lockdown nelle Filippine. Gli aggiornamenti