Bologna, 15 gennaio 2021 - "I dati sull’andamento epidemiologico sono in peggioramento non solo in Emilia Romagna, dove il nuovo Rt regionale settimanale oggi è di 1,15 rispetto a 1,05 della settimana scorsa, ma in tutto il Paese”. Le parole del presidente, Stefano Bonaccini, dette nel giorno in cui la regione viene confermata in zona arancione sono trovano rispondenza nel bollettino Covid di oggi, 15 gennaio, che registra 1.794 nuovi contagi (contro i 1.515 di ieri), l'11,5% dei 15.667 tamponi processati nelle ultime 24 ore (ieri l'incidenza era al 10%).

L'aggiornamento del 16 gennaio: i dati Covid dell'Emilia Romagna - I dati nazionali Covid, bollettino Italia di oggi. I numeri sul Coronavirus nelle regioni

Coronavirus Italia, Brusaferro: "Rt e incidenza sono aumentati"

Sono 16.146 i nuovi casi e 477 i decessi registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Sono 18.979 guariti. Cala il numero delle persone ricoverate in terapia intensiva,-35, così come scende il numero delle persone ricoverate negli ospedali italiani,-269. E' quanto si legge nel bollettino del Ministero della Salute Iss. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 273.506 tamponi. Il tasso di positività è del 5,9% (-4,8%). E' 1.002.044 il numero dei vaccinati totali.

“La situazione indica che l'Rt e incidenza sono aumentati, ma va riconosciuto che l'aumento contenuto dell'incidenza è frutto degli sforzi fatti negli ultimi 15 giorni”. Lo dice il presidente dell' Iss, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa sui dati del monitoraggio.

“Ci sono regioni come Veneto, Friuli Venezia Giulia e PA Bolzano – aggiunge -, che hanno però incidenze particolarmente elevate. Siamo quindi in una fase delicata in cui sono richieste rigorose misure di mitigazione per fare sì che la curva si appiattisca sempre di più e poi possa decrescere anche in una stagione caratterizzata dall'influenza”.

“La curva della mortalità è in decrescita – spiega -, anche se negli ultimi periodi c'è una decrescita più lenta.” . Nel pomeriggio Ministero della Salute e Protezione Civile diffonderanno i dati aggiornati, che troverete qui.

Il Covid nelle regioni: la tabella con tutti i dati

Il virus in Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia Romagna si sono registrati 198.878 casi di positività, 1.794 in più rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 15.667 tamponi, per un totale di 2.768.103. A questi si aggiungono anche 733 test sierologici e 6.713 tamponi rapidi effettuati da ieri.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 778 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 385 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 651 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. Sui 778 asintomatici, 453 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 94 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 38 con gli screening sierologici, 6 tramite i test pre-ricovero. Per 187 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45,8 anni.

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 421 nuovi casi, poi Rimini (307) e Bologna (273); seguono Reggio Emilia (184), Piacenza (139), Ferrara (123), Cesena (113); quindi Ravenna (83), Parma (82), il Circondario Imolese (35) e infine Forlì (34).

Altri 67 morti

Purtroppo, si registrano 67 nuovi decessi: 7 a Piacenza (una donna di 86 anni e 6 uomini, rispettivamente di 55, 78, 79, 83, 86, 92 anni), 5 in provincia di Parma (2 donne, di 67 e 96 anni, e 3 uomini di 81, 85 e 87 anni), 2 in provincia di Reggio Emilia (2 uomini di 84 e 89 anni); 10 nel Modenese (4 donne – rispettivamente di 70, 82, 88 e 90 anni – e 6 uomini, rispettivamente un 62enne – deceduto però a Reggio Emilia –, gli altri di 78, 84, 90, 91, 95 anni); 11 in provincia di Bologna (7 donne – rispettivamente di 69, 83, 84, 2 di 86, 91, 92 anni – e 4 uomini: 2 di 83 anni, si cui uno di Imola, gli altri di 86 e 89 anni); 5 nel Ferrarese (2 donne, di 85 e 96 anni, e 3 uomini di 79, 88, 96 anni); 13 in provincia di Ravenna (8 donne – rispettivamente di 82, 83, 86, 87, 90, 91, 92, 96 anni – e 5 uomini, di 71, 74, 75, 80, 89 anni); 3 a Forlì-Cesena (2 donne, di 86 e 87 anni, e un uomo di 82); 11 nel Riminese (6 donne – rispettivamente di 54, 76, 84, 88, 91, 97 anni – e 5 uomini, di 72, 79, 83, 85 e 87 anni).

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 8.657.

image

Malati effettivi: -436. Boom di guariti

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.163 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 134.711.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 55.510 (-436 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 52.768 (-335), il 95% del totale dei casi attivi.

Calano ricoveri e terapie intensive

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 231 (-2 rispetto a ieri), 2.511 quelli negli altri reparti Covid (-99).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 16 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 14 a Parma (-1), 17 a Reggio Emilia (invariato), 43 a Modena (-4), 44 a Bologna (+1), 13 a Imola (-3), 28 a Ferrara (+2), 19 a Ravenna (+2), 4 a Forlì (invariato),6 a Cesena (invariato) e 27 a Rimini (invariato).

image

La mappa dei contagi

I casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono alla provincia in cui è stata fatta la diagnosi, sono così distribuiti a livello provinciale: 17.241 a Piacenza (+139 rispetto a ieri, di cui 70 sintomatici), 14.262 a Parma (+82, di cui 55 sintomatici), 26.747 a Reggio Emilia (+184, di cui 83 sintomatici), 35.458 Modena (+421, di cui 267 sintomatici), 39.455 a Bologna (+273, di cui 158 sintomatici), 6.292 casi a Imola (+35, di cui 15 sintomatici), 11.099 a Ferrara (+123, di cui 29 sintomatici), 15.179 a Ravenna (+83, di cui 29 sintomatici), 7.062 a Forlì (+34, di cui 27 sintomatici), 8.083 a Cesena (+113, di cui 88 sintomatici) e 18.000 a Rimini (+307, di cui 195 sintomatici).

Vaccinate 107.029 persone

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, in questa prima fase riguardante il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani: alle 16 sono state vaccinate 107.029 persone, 4.339 le somministrazioni oggi a quell’ora, tenendo presente che le Aziende sanitarie proseguono per l’intera giornata.

A marzo scatterà la cosiddetta fase due del piano. L’Emilia Romagna sta attendendo le specifiche del Governo, ma ha già iniziato un dialogo con Ausl e Comuni per non farsi trovare impreparata.

Da marzo saranno vaccinati, prima di tutto, gli anziani: si partirà dagli over 80, poi la fascia 60-79. A seguire ci saranno le persone fragili (con patologie croniche o a rischio maggiore in caso di covid) e i disabili. Su questa categoria Bonaccini non ha dubbi. Toccherà poi, con ogni probabilità, al personale scolastico e alle forze dell’ordine.

Covid, le altre notizie

Emilia Romagna resta in zona arancione

Scuola Emilia Romagna, dal Tar sì al ricorso contro la chiusura

Nuovo Dpcm, cosa cambia in Emilia Romagna e Marche

Emilia Romagna, vaccinazioni sprint. "Decisivi sindaci e medici di base"