Ancona, 16 febbraio 2021 - Calano i nuovi contagi nelle Marche: sono 277 i nuovi casi Covid registrati oggi nelle Marche, ma l'aumento di casi di variante inglese soprattutto ha spinto il presidente della Regione a emettere una nuova ordinanza per chiudere la provincia di Ancona in entrata e uscita da mercoledì 17 a sabato 20 compreso.

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati complessivamente 4.962 tamponi: 2.995 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1.320 nello screening con percorso Antigenico) e 1.967 nel percorso guariti. L'indice di positività scende notevolmente rispetto a ieri (quando era schizzato al 21,3%): è pari al 9,2%. In calo anche i ricoveri, sia nei reparti non critici sia nelle terapie intensive. Le vittime, oggi, sono quattro.

L'aggiornamento Covid, bollettino delle Marche del 17 febbraio

Ordinanza Regione Marche: chiusa la provincia di Ancona - Covid, i dati del bollettino di oggi. Contagi Coronavirus in Italia e nelle Regioni

La diffusione del virus nelle Marche

I 277 contagiati sono così distribuiti in regione: 58 in provincia di Macerata, 87 in provincia di Ancona, 65 in provincia di Pesaro-Urbino, 18 in provincia di Fermo, 29 in provincia di Ascoli Piceno e 20 fuori regione.

Come ci si ammala

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (31 casi rilevati), contatti in setting domestico (53 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (79 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (14 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (2 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (2 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (17 casi rilevati), screening percorso sanitario (2 casi rilevati). Per altri 77 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

​Screening antigenico

Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 1320 test e sono stati riscontrati 48 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 4%.

Le vittime

Sono quattro le vittime, 3 uomini e una donna, avevano tra i 73 e 99 anni. Due vivevano in provincia di Ancona, una in quella di Pesaro e una in quella di Fermo.

Diminuiscono le terapie intensive

Dopo tre giorni consecutivi in crescita è tornato a diminuire il numero dei pazienti 'Covid-19' assistiti negli ospedali delle Marche: sono complessivamente 652, 18 in meno rispetto a ieri, dei quali 615 ricoverati nei reparti, 5 meno del giorno precedente, e 37 (-13) nei pronto soccorso. Nelle terapie intensive sono assistite 80 persone, 3 meno di ieri: 26 a Pesaro, 20 a Torrette, 10 a Jesi,
14 al Covid Hospital di Civitanova Marche, 4 (-1) a Fermo e 6 (-2) a San Benedetto del Tronto.

Nelle aree di semi-intensiva sono assistiti in 155, 1 meno di ieri: 51 (-1) a Pesaro, 22 (+2) a Torrette, 14 al covid di Senigallia, 12 a Jesi, 6 (-2) a Macerata, 28 al Covid Hospital di Civitanova Marche, 12 a Fermo e 10 (+1) a San Benedetto del Tronto. E' quanto emerge dal secondo bollettino del Servizio sanitario regionale.

Gli altri 380 (-1) pazienti sono ricoverati in reparti non intensivi: 23 (+1) al covid e 1 in psichiatria a Pesaro, 38 a malattie infettive e 24 al Cov4 di Torrette, 43 (-1) all'Inrca di Ancona, 20 all'Inrca di Fermo, 52 (+1) al covid di Jesi, 16 al covid di Senigallia, 37 a malattie infettive a Macerata, 14 al Covid Hospital di Civitanova Marche, 17 (+1) a Camerino, 37 (-1) a malattie infettive di Fermo, 30 (+1) al covid di San Benedetto del Tronto, 10 (-3) a malattie infettive di Ascoli Piceno e 18 presso la casa di cura Villa Serena. In tutta la regione ci sono 7.390 persone in isolamento domiciliare, 134 meno di ieri, mentre nelle strutture territoriali sono ospitati complessivamente 193 pazienti (+1): 32 a Campofilone ( Fermo), 27 a Chiaravalle ( Ancona), 52 a Galantara ( Pesaro- Urbino), 13 alla riabilitazione di Macerata Feltria ( Pesaro- Urbino), 26 a Fossombrone (Pesaro- Urbino), 10 (+2) a Ripatransone ( Ascoli Piceno) e 33 (-1) presso la residenza dell'Inrca di Ancona. Sono diventati complessivamente 51.088 i dimessi-guariti, 514 piu' di ieri.

Dopo tre giorni consecutivi di crescita, è tornato a calare il numero di coloro che sono in isolamento volontario nella propria abitazione, ora 14.177 (-1.575); tra questi, i soggetti sintomatici sono 4.813 (-6), con 394 (-4) operatori sanitari in quarantena. Dall'inizio dell'epidemia i marchigiani che hanno trascorso volontariamente in casa il periodo di isolamento sono diventati 196.520, i casi complessivamente diagnosticati 461.288 e i tamponi processati 763.152, numero che comprende anche i test effettuati sulla stessa persona e il percorso guariti. 

Dal primo marzo vaccino al personale scolastico

Nelle Marche, "dal primo marzo inizierà somministrazione dei vaccini al personale della scuola; dal 2 marzo alle forze di polizia, a magistratura, forze armate, vigili del fuoco, polizia locale e volontari della protezione civile più personale civile prefetture e delle Questure. Lo ha annunciato l'assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini rispondendo in Consiglio regionale, che si svolge a porte chiuse visto l'aumento di casi di Covid-19, sulla prosecuzione del piano regionale di vaccini anti- Covid.

Ceriscioli in ospedale

L'ex governatore è stato ricoverato al San Salvatore di Pesaro, dopo dieci giorni di febbre incessante. 

Coronavirus, le news del 16 febbraio

Bollettino Covid, dati Italia e dell'Emilia Romagna

Variante inglese e lockdown totale: il dibattito tra virologi non si ferma

Vaccino Covid agli over 80: incubo prenotazioni. "Attenda prego, 100mila utenti davanti"