Bologna, 3 aprile 2021 - Calano, anche se non in fretta come sarebbe necessario, i parametri principali nella lotta al coronavirus. Sono oggi 1.789 i nuivi contagi rilevati nelle ultime 24 ore in Emilia Romagna, con un tasso di positività che scende al 5,6% (dal 6 di ieri). Calano anche i ricoveri, di poco in terapia intensiva e in modo consistente nei reparti di area medica. Scende anche il tragico bilancio delle vittime: 38 contro i 56 di ieri. Fin qui le buone notizie.

AGGIORNAMENTO Coronavirus 4 aprile 2021: bollettino dei contagi in Italia ed Emilia Romagna

Coronavirus oggi, il bollettino Covid del 3 aprile 2021. Contagi Italia e dati Regioni

Le cattive sono anche, anche nel monitoraggio di ieri, due parametri restano in zona preoccupantemente alta: l'incidenza dei casi ogni 100mila abitanti e il tasso di occupazione degli ospedali. Ed è a causa di questi due valori che è stata confermata della permanenza in dell'Emilia Romagna in zona rossa almeno fino al 12 aprile (qui le regole della nuova zona rossa). L'incidenza settimanale resta sopra la soglia dei 250 a quota 286. 

Tasto dolente resta ancora quello dei ricoveri, dicevamo: le terapie intensive continuano a preoccupare: ieri 371 i letti occupati in questi reparti. Attualmente, il 49% dei posti in terapia intensiva è occupato da malati covid, e la soglia di allerta massima è fissata al 50%. I ricoveri in area medica sono invece al 51%, quando la soglia di allerta rossa scatta al 50%.

Pasqua 2021: autocertificazione e spostamenti. Cosa si può fare

image

Tuttavia l'indice Rt dell'Emilia Romagna è a 0,83, tra i più bassi d'Italia. Il Veneto per esempio è a 1,12 e le Marche a 1,04, ed entrambe sono passate in fascia arancione. Anzi per la precisione lo saranno da martedì 6 aprile.

Covid oggi in Italia: i contagi del 3 aprile

In lieve calo la curva epidemica anche in in Italia: oggi i nuovi positivi sono sono 21.261 e 376 le vittime (ieri 481). Il tasso di positività è sceso al 5,9% (ieri al 6,6%). Ancora in leggero aumento le terapie intensive, 10 in più (ieri +23) con 234 ingressi del giorno, e sono 3.714 in totale, mentre i ricoveri ordinari proseguono la discesa con 215 unità in meno (ieri -245), 28.489 in tutto.  

La regione con più casi giornalieri è la Lombardia (+4.132), seguita da Campania (+2.314), Puglia (+2.142), Piemonte (+2.127), Emilia Romagna (+1.789) e Lazio (+1.631).

Coronavirus 3 aprile: i dati di oggi in Emilia Romagna

Sono dunque in calo i nuovi positivi di oggi: 1.789 (contro i 1.830 di ieri), 754 dei quali sono asintomatici. nel bolletitno regionale c'è anche un'altra buona notizia: torna ad alzarsi il numero degli asintomatici rintracciati grazie al contact tracing. Significa che gli operatori sanitari hanno ripreso in mano la situazione e riesco a fermare nei primissimi giorni di malattia molti positivi, riducendo così la circolazione del virus. L'età media dei  contagiati è 43,5 anni. Si segnalano 2.509 nuovi guariti. I casi attivi: restano 72.480: sono calati di 758 persone. Sono 38 le vittime segnalate, dieci delle quali a Modena. Bologna resta la provincia più colpita (370 casi a cui vanno aggiunti i 40 dell'Imolese), Modena e Reggio le uniche sopra ai duecento (rispettivamente 274 e 204). 

Sono 38 i morti di oggi in Emilia Romagna

Purtroppo, si registrano 38 nuovi decessi: 3 a Parma (due donne di 46 e 86 anni e un uomo di 86); 3 a Reggio Emilia (due donne, di 52 e 77 anni, e un uomo di 90); 10 a Modena (cinque donne di 79, 80, 87, 92 e 97 anni e cinque uomini di 74, 80, 81, 82 e 96 anni); 9 a Bologna (tre donne di 87, 91 e 92 anni e sei uomini di 58, 63, due di 70 - di cui uno residente a Imola - poi 81 e 83 anni); 8 a Ravenna (una donna di 95 anni e sette uomini, di 60, 70, 82, 83, 84, 91 e 92 anni), 2 a Forlì (due uomini di 72 e 79 anni), 1 a Cesena (un uomo di 68 anni) e 2 a Rimini (una donna di 69 anni e un uomo di 82). Nessun decesso a Piacenza e Ferrara.

I ricoveri in ospedale

Sono 3.181 (-117) i malti di coronavirus nei reparti non critici, 366 (-5) quelli nelle terapie intensive: 8 a Piacenza (+ 1 rispetto a ieri), 30 a Parma (+1), 28 a Reggio Emilia (-2), 69 a Modena (-3), 105 a Bologna (-5), 20 a Imola (+1), 40 a Ferrara (+1), 20 a Ravenna (invariato), 11 a Forlì (+1), 6 a Cesena (-1) e 29 a Rimini (+1).

Sintomatici e asintomatici per provincia

Ecco come sono suddivisi i 1.789 nuovi casi di oggi: 57 a Piacenza (di cui 34 sintomatici), 117 a Parma (di cui 94 sintomatici), 204 a Reggio Emilia (di cui 104 sintomatici), 274 a Modena (di cui 169 sintomatici), 370 a Bologna (di cui 251 sintomatici), 40 casi a Imola (di cui 23 sintomatici), 141 a Ferrara (di cui 34 sintomatici), 154 a Ravenna (di cui 84 sintomatici), 86 a Forlì di cui 62 sintomatici), 92 a Cesena (di cui 75 sintomatici) e 194 a Rimini (di cui 105 sintomatici)

Covid Bologna oggi

Contagi ancora sopra 300 (oggi 370) e incidenza alta: il Covid non rallenta come si vorrebbe nel Bolognese. “Aprile – dice il direttore del dipartimento di Sanità pubblica, Paolo Pandolfi – è decisivo , perché è un mese in cui il virus 'gode' molto, ma se noi riusciamo a fare le nostre attività di prevenzione e profilassi ci si prepara molto bene ai mesi sfavorevoli al virus: maggio, giugno e luglio, dove ci sono state cadute importanti del contagio".

Il bollettino di oggi registra 370 nuovi positivi e nove vittime. Sebbene l'indice Rt sia "abbastanza stabile" a 0,73 e potenzialmente "oscillerà tra 0,7 e 0,80-0,85" nei prossimi giorni, il tasso di incidenza dei contagi da Covid-19 rimane alto: sono infatti "più di 300 i casi ogni 100.000 abitanti", spiega Pandolfi.

"Penso che dopo Pasqua cominceremo a vedere qualche effetto sugli ospedali – prosegue -. Il problema è che non vediamo una diminuzione sufficiente dei casi assoluti. C'è un numero relativamente alto di contagi quindi la circolazione del virus non è assolutamente bloccata".

Vaccini: si lavora anche a Pasqua

Nessuna pausa ci sarà per le festività pasquali: gli operatori saranno attivi anche domani, domenica di Pasqua, e il giorno successivo, lunedì dell’Angelo. In questa fase, la Regione sta immunizzando il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dai 75 anni in su; proseguono le vaccinazioni anche per il personale scolastico e le forze dell’ordine.

Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 932.364 dosi; sul totale, 304.476 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Tutte le informazioni aggiornate sulla campagna vaccinale sono a disposizione sulla pagina dedicata della Regione.

Vaccini obbligatori per personale sanitario

E’ partita la complessa operazione necessaria a garantire l’applicazione dell’obbligo vaccinale anti covid19 per il personale sanitario e sociosanitario, così come prevede il decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri il 31 marzo scorso. Con una lettera inviata ieri agli Ordini e Collegi delle professioni sanitarie e ai gestori delle strutture sanitarie, sociosanitarie e socioassistenziali, la Regione chiede di ricevere entro l’inizio della prossima settimana gli elenchi dei professionisti della sanità iscritti agli Ordini e degli “operatori di interesse sanitario” (Operatori sociosanitari, Assistenti di studio odontoiatrico, Massofisioterapisti).

Questo consentirà di definire con esattezza la situazione, in termini di vaccinazione, di tutto il personale sanitario e sociosanitario interessato dalle norme contenute nel nuovo decreto-legge. Gli elenchi andranno compilati e spediti esclusivamente con le modalità pubblicate nel portale Salute del sito web della Regione Emilia-Romagna.

Covid, le ultime notizie

Coronavirus Veneto - Coronavirus Marche

"AstraZeneca o suo padre può andarsene"

Scuole Marche: dal 7 aprile in classe anche le superiori al 50%

Vaccino AstraZeneca: 7 morti per trombosi in Gran Bretagna dopo l'iniezione

Pasqua blindata, ma non sulle autostrade. Tre milioni di vetture: il 60% in più del 2020