Bertolaso e Ceriscioli insieme ad Ancona
Bertolaso e Ceriscioli insieme ad Ancona

Ancona, 24 marzo 2020 - Guido Bertolaso positivo al Covid 19 e il governatore delle Marche Luca Ceriscioli in quarantena. L'ex capo della Protezione era ieri ad Ancona per l'emergenza ospedali. Tutti indossavano guanti e mascherine, ma Ceriscioli e Bertolaso hanno condiviso anche la stessa auto, ma "sempre con le mascherine", precisa il governatore. In quarantena anche il presidente del consiglio regionale Mastrovincenzo, anche lui presente ai sopralluoghi di ieri con Bertolaso. 

Leggi anche Coronavirus Marche, 283 morti. Ceriscioli: "Il picco tra una decina di giorni"

Luca Ceriscioli aveva cominciato a telefonare in mattinata per l'emergenza ospedali. "Avevamo avviato il percorso per il nuovo ospedale, da realizzare con il contributo di Bertolaso". 
E poi è arrivata la notizia negativa. 
"Avere Guido Bertolaso contagiato è stato uno stop pazzesco". "Direi una vera sfortuna. Perché accaduta su un progetto che è basato sulla capacità di dare risposte immediate. Abbiamo bisogno di ulteriori cento posti di terapia intensiva. La positività di Bertolaso è un problema in più". 

"Non c’entra solo lui, ci sono problemi di quarantena per tutto il suo staff che è salito in elicottero con lui. C’è il mio problema che sono salito in auto con lui dal porto al palindoor". Qundi è scattato anche per lui l’autoisolamento. Ceriscioli comunque crede di "di aver fatto tutto nel migliore dei modi". "Siamo stati con mascherina e guanti per tutto il percorso in auto. Sia io che Bertolaso. Il massimo delle garanzie possibili" . 

"Adesso sono a casa, a Pesaro, da solo nella stanza che era di mia figlia che adesso vive altrove. Poi verificherò con il responsabile del distretto quello che biosgna fare".



 

Le schedeL'ultima autocertificazione – La scoperta del Cineca - Consigli per i genitori - I sintomi a cui fare attenzione

false

 

Bertolaso positivo

L'annuncio dell'ex capo della Protezione Civile su Fb: "Ho qualche linea di febbre, nessun altro sintomo per ora". E poi aggiunge che continuerà a lavorare per l'emergenza in Lombardia e nelle Marche, dove appena ieri si era precipitato, chiamato da Ceriscioli, a effettuare i sopralluoghi per i nuovi presidi sanitari Covid.