Coronavirus, 51 nuovi contagi in Emilia Romagna il 4 luglio 2020
Coronavirus, 51 nuovi contagi in Emilia Romagna il 4 luglio 2020

Bologna, 4 luglio 2020 - Nessun decesso, ma 51 nuovi contagi. Questi i dati principali del bollettino sulla diffusione del Coronavirus in Emilia Romagna.

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, nella nostra regione si sono registrati complessivamente 28.613 casi di positività, 51 in più rispetto a ieri, di cui 40 persone asintomatiche "individuate nell’ambito del contact tracing e dell’attività di screening regionale", fa sapere la Regione. 

Tra queste, i 17 casi del Ravennate, fra cui 13 persone rientrate dal Bangladesh che si trovavano già in isolamento fiduciario e sorveglianza da parte del Dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl territoriale, come previsto dalla normativa, e successivamente sottoposti a screening con tampone rino-faringeo.

Anche i 15 casi in provincia di Bologna sono dovuti ai focolai precedentemente individuati. Così come gli 11 sintomatici (5 a Bologna, 4 a Parma e 2 a Modena) sono per la maggior parte riconducibili a casi già noti.

Nelle ultime 24 ore non si è verificato nessun decesso. Il numero totale resta dunque quello di 4.267.

I nuovi tamponi effettuati sono 5.513, che raggiungono così complessivamente quota 514.204, a cui si aggiungono altri 1.417 test sierologici.

Covid-19, la mappa del contagio

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.551 a Piacenza (+3), 3.669 a Parma (+8), 5.004 a Reggio Emilia (+1), 3.959 a Modena (+2), 4.959 a Bologna (+15); 404 a Imola (invariato), 1.029 a Ferrara (invariato); 1.071 a Ravenna (+17), 962 a Forlì (+1), 806 a Cesena (+3) e 2.199 a Rimini (+1). 

I guariti e i ricoverati

Le nuove guarigioni sono 25 per un totale di 23.309, l’81,4% dei contagiati da inizio crisi. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 1.037 (26 in più rispetto a ieri).

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 941, 26 in più rispetto a ieri, 90,7% di quelle malate. I pazienti in terapia intensiva scendono a  8 (-1), quelli ricoverati negli altri reparti Covid sono 88 (+1).

Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 23.309 (+25): 230 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 23.079 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. 

E' di ieri la notizia della risalita dell'indice di trasmissione, anche in Emilia Romagna è oltre il livello di guardia fissato a 1; la crescita dell’indice Rt  - 1,28  nel periodo 22/28 giugno -, è riconducibile al focolaio ora esaurito alla Bartolini di Bologna

Leggi anche Coronavirus Italia, i dati della Protezione CivileCovid-19, Marche a zero contagiCoronavirus, focolaio in Veneto. Zaia e l'ordinanza "per inasprire le regole" - Istat, gli effetti del Covid: più disuguaglianze, meno speranze 

I numeri della Protezione Civile

Sono 235 i nuovi casi registrati di coronavirus e 21 i decessi in tutta Italia. Lo riferisce la Protezione Civile. 95 casi sono in Lombardia, il 40,4% del totale nel nostro Paese. Il numero totale dei casi sale così a 241.419. I morti per coronavirus salgono così a 34.854, secondo i dati del Ministero della Salute.

Nuova ordinanza in Emilia Romagna

Oggi in Emilia Romagna è in vigore una nuova ordinanza. Dopo una assenza forzata di oltre tre mesi, quotidiani e periodici tornano nei bar. A partire da oggi, quindi, sarà possibile tornare a sfogliare giornali e stampa periodica; non solo, anche le carte da gioco, e altri giochi di società’, saranno di nuovo a disposizione dei clienti, facendo però attenzione ad usare mascherine e a rispettare la distanza di sicurezza.

Inoltre, sempre da oggi, sarà di nuovo possibile viaggiare in auto per persone non conviventi, ma in due per ciascuna fila di sedili e indossando la mascherina. Consentita anche la riapertura delle saune. Via libera, con regole precise, alle vacanze ‘comunitarie’ per i ragazzi e adolescenti, dai 3 ai 17 anni, in case e campeggi.

Leggi anche Covid, smartworking, crollo turismo: bar e ristoranti in crisi. "20% a rischio chiusura" -  Coronavirus, contagi forte in ripresa nei Balcani. Catalogna: 200mila in quarantena