Il bollettino coronavirus del 9 luglio
Il bollettino coronavirus del 9 luglio

Bologna, 9 luglio 2020 - Aumentano ancora i casi di contagi segnalati in Italia (229 contro i 193 di ieri) Ora sono i focolai nelle comunità straniere, alimentate da persone appena rientrate in Italia a preoccupare maggiormente. Il viaggio scellerato del bengalese malato, atterrato giorni fa a Fiumicino e fermato oggi a Roma Termini dopo che è stato a Milano Marittima, Rimini e pure Falconara sta spaventando non poco gli esperti. 

Aggiornamento Il bollettino del 10 luglio

Oggi la Regione segnala 29 nuovi casi, 17 dei quali asintomatici. Non ci sono per fortuna nuove vittime.  I 12 nuovi malati sintomatici sono così distribuiti: 1 a Parma, 1 a Reggio, 1 a Modena, 8 Bologna e 1 a Rimini.

Leggi anche: Coronavirus, le assicurazioni devono pagare - Mascherine, vendite in calo

La mappa del contagio

Ecco come sono distribuiti i 29 nuovi casi: 4.562 a Piacenza (+2), 3.708 a Parma (+8, di cui 1 sintomatico), 5.000 a Reggio Emilia (+1, sintomatico), 3.978 a Modena (+1, sintomatico), 5.015 a Bologna (+16, di cui 8 sintomatici); 404 a Imola (invariato), 1.031 a Ferrara (invariato); 1.080 a Ravenna (invariato), 963 a Forlì (invariato), 813 a Cesena (invariato) e 2.215 a Rimini (+1, sintomatico).

Le nuove guarigioni sono 34, le persone in isolamento a casa sono complessivamente 960, 2 in meno rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 10 (come ieri), quelli ricoverati negli altri reparti Covid sono 96 (3 in meno). I nuovi tamponi effettuati sono 5.343, a cui si aggiungono altri 1.485 test sierologici 

C'è anche un errata corige sui dati diffusi ieri: sono stati eliminati 16 casi da Reggio Emilia, in quanto 15 erano inserimenti doppi e uno frutto di un’errata attribuzione di Ausl. Quest’ultimo caso è stato correttamente attribuito a Cesena (Ausl della Romagna). Le correzioni sono state effettuate sui dati comunicati ieri.

I medici specializzandi

Grandi novità sancite dalla Regione per i medici specializzandi che durante l’emergenza Covid hanno dimostrato di essere pronti al servizio in prima linea. Per loro c'è la volontà di offrire un inserimento rapido nel mondo del lavoro. Inoltre - spiega la Regione - c'è anche la necessità di dare una risposta al fabbisogno di medici.

La Giunta regionale dell’Emilia-Romagna ha siglato un accordo con le Università di Parma, Modena-Reggio Emilia, Bologna e Ferrara che sancisce la possibilità di assunzione dei medici specializzandi iscritti al penultimo e all’ultimo anno del corso di specializzazione.

Gli specializzandi potranno quindi partecipare ai concorsi, e per loro è previsto, in caso di esito positivo, un contratto a tempo determinato, durante il quale resteranno iscritti alla scuola di specializzazione universitaria. Non appena completeranno il loro percorso di studi, il contratto si convertirà a tempo indeterminato

In arrivo anche un’altra importante novità per gli specializzandi: gli incarichi a tempo determinato già affidati per il contrasto all’emergenza Covid-19 potranno essere prorogati fino al 31 dicembre 2020.

Il bollettino della Protezione civile

In risalita i nuovi contagiati sul territorio nazionale: sono 229 nelle ultime 24 ore (erano stati 193 ieri). Più della metà (119) in Lombardia. Il totale è 242.363. I morti sono stati 12, contro i 15 di ieri. Complessivamente le vittime sono così diventate 34.926. Sono i dati forniti oggi dal ministero della Salute.  Scendono a 69 i pazienti affetti da Covid in terapia intensiva, due in meno di ieri. Quasi la metà (30) sono in Lombardia; seguono Lazio (13), Piemonte ed Emilia Romagna (10).