Coronavirus, l'allarme dei medici
Coronavirus, l'allarme dei medici

Ancona, 26 ottobre 2020 - Calano in numeri assoluti i nuovi positvi al Coronavirus ma anche i tamponi effettuati e la percentuale di incidenza tra contagi e tamponi continua a salire. Nelle ultime 24 ore il bollettino del Servizio Sanità della Regione Marche ha infatti processato 1.061 tamponi: 1.026 nel percorso nuove diagnosi e 35 nel percorso guariti riscontrando 238 nuovi casi di Covid nel percorso nuove diagnosi (il 23,1% contro il 21,7% del giorno precedente e il  16,9% di sabato). Purtroppo si sono verificati due decessi nell'ospedale di Fermo

Aggiornamento I numeri del 27 ottobre nelle Marche: ecco il nuovo bollettino

LEGGI ANCHE Marche, numeri da record. Incidenza positivi doppia rispetto all'Italia

Terapie intensive, ricoveri e isolamento

Continua la rapida progressione di ricoveri per Covid-19 nelle Marche; nelle ultime 24ore sono passati da 227 a 253 (+26) con l'unica nota positiva del dato stabile per i pazienti in Terapia intensiva che restano 26: 16 sono ad Ancona tra cui uno nella Neonatale del Salesi, cinque a San Benedetto del Tronto e cinque a Marche Nord. In progresso però ci sono anche i ricoverati in Sub Intensiva (da 33 a 40): 18 a Marche Nord, dieci agli Ospedali Riuniti di Ancona, sei a Macerata e sei a San Benedetto del Tronto. I degenti nei reparti non intensivi che aumentano da 168 a 187 (+19): 49 sono assistiti ad Ancona.

Si impennano ancora i numeri per positivi in isolamento domiciliare (da 3.499 a 3.669) e degli isolati in casa per contatto (da 7.243 a 7.821; 1.230 con sintomi, 272 sono operatori sanitari). Gli ospiti di strutture territoriali salgono da 46 a 54 (48 nella Rsa di Campofilone di Fermo, 4 a Galantara e 2 a Chiaravalle). 

La mappa del contagio

Dei 238 nuovi casi 25 sono in provincia di Macerata, 150 in provincia di Ancona, 19 in provincia di Pesaro Urbino, 15 in provincia di Fermo, 18 in provincia di Ascoli Piceno e 11 fuori regione. Questi casi comprendono soggetti sintomatici (29 casi rilevati), contatti in setting domestico (75 casi rilevati), 5 rientri dall'estero (Perù e Bangladesh), contatti stretti di casi positivi (56 casi rilevati), 10 casi registrati nel setting lavorativo, contatti in ambiente di vita/divertimento (8 casi rilevati), 6 casi rilevati nel setting assistenziale, contatti in setting scolastico/formativo (12 casi) e 2 casi riscontrati nello screening realizzato in ambito sanitario. Di 35 casi si stanno effettuando le indagini epidemiologiche.

LEGGI ANCHE  Rabbia tra palestre e piscine. "È ora di scendere in piazza"

I decessi 

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore presso l'ospedale di Fermo si è verificato il decesso di un signore di 67 anni residente ad Ascoli Piceno e di un signore di 85 anni residente ad Appignano del Tronto (Ascoli Piceno). Entrambi presentavano patologie pregresse. l bilancio delle vittime da inizio crisi è salito a 1.006: 599 uomini e 407 donne, con un'età media di 80 anni e mezzo. In provincia di Pesaro-Urbino sono morte finora 524 persone, in provincia di Ancona 216, in quella di Macerata 165, 67 nel Fermano e 25 nel Piceno; nel bilancio delle vittime ci sono anche 9 persone che non risiedevano nelle Marche.

 

Le altre notizie

Dati dell'Emilia Romagna

Covid, l'immunologa: "Non continuare a colpi di lockdown, capire dove avviene il contagio"

Coronavirus, in Francia stima choc sui contagi: "Possibili 100mila casi al giorno"