Il bollettino coronavirus del 10 settembre in Emilia Romagna
Il bollettino coronavirus del 10 settembre in Emilia Romagna

Bologna, 10 settembre 2020 - Sono 110, esattamente come quelli di ieri, i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime ore in Emilia Romagna: 65 di questi sono asintomatici. E c'è anche una vittima: un uomo di 89 anni che viveva nella provincia di Reggio Emilia. Ecco i dati del bollettino coronavirus di oggi che, a livello nazionale, fa registrare un aumento del contagio: 1.597 casi e dieci vittime.

Trentatrè nuovi casi sono legati al ritorno di persone che vengono da Paesi extra Schengen o considerati a rischio, per i quali c'è l'obbligo di sottoporsi al tampone. Otto sono appena tornati da altre regioni italiane. Sul fronte ospedali, crescono (+1) i ricoveri in terapia intensiva e anche quelli nei reparti covid (+3). Le persone attualmente malate in regione sono 3.611 (sono 35.700 in Italia). E si alza di nuovo l'età media: 42 anni. I tamponi effettuati ieri sono 9.161, per un totale di 999.874. A questi si aggiungono anche 3.017 test sierologici.

Coronavirus, bollettino Italia di oggi: dati Covid e tabella - Assenze da scuola: ecco cosa fare in Emilia Romagna

Per quanto riguarda la situazione sul territorio, il maggior numero di casi si registrano nelle province di Modena (23), Bologna (21), Reggio Emilia (20) e Parma (14).

Bollettino, l'aggiornamento dell'11 settembre

La mappa per provincia

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.874 a Piacenza (+5, nessun sintomatico), 4.060 a Parma (+14, di cui 3 sintomatici), 5.520 a Reggio Emilia (+20, di cui 5 sintomatici), 4.600 a Modena (+23, di cui 9 sintomatici), 5.879 a Bologna (+21, di cui 18 sintomatici), 527 a Imola (+1, nessun sintomatico), 1.299 a Ferrara (+8, di cui 3 sintomatici), 1.579 a Ravenna (+9, di cui 2 sintomatici), 1.234 a Forlì (+4, di cui 2 sintomatici), 1.028 a Cesena (+2, entrambi sintomatici) e 2.473 a Rimini (+3, di cui 1 sintomatico). 

De Laurentiis positivo: era all'assemblea della Lega di Serie A con Fenucci

Modena la più colpita

In provincia di Modena, su 23 nuovi positivi, 12 sono di rientro dall’estero (4 dalla Moldavia, 3 dalla Romania, 2 dal Marocco, 1 dall’Albania, 1 dall’Ucraina, 1 dalla Croazia), 3 di ritorno da altre regioni (2 dalla Puglia e 1 dalla Campania), 8 individuati in quanto contatti di casi già noti e riconducibili a diversi focolai familiari.

Covid a Bologna

A Bologna e provincia sono 21 i nuovi positivi: 7 sono di rientro dall’estero (6 dall'Ucraina e 1 dalla Romania), 3 di ritorno da altre Regioni (2 dal Trentino-Alto Adige e 1 dall'Abruzzo), 1 per tracciamento su un caso noto in ambito lavorativo, 4 casi sono riconducibili a focolai familiari, 6 classificati come sporadici.

Covid a Reggio Emilia

In provincia di Reggio Emilia, su 20 nuovi positivi, 9 sono casi di rientro dall'estero (1 dal Marocco, 1 dall’India, 1 dalla Tunisia, 4 dall’Ucraina e 2 dalla Romania), 1 di ritorno da un’altra regione (Veneto), 8 sono contatti di casi già noti all’interno di focolai familiari, 2 classificati come sporadici. Qiui si registra l'unica vittima di oggi.

Covid Parma

A Parma e provincia su 14 nuovi positivi, 6 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing su casi noti, 3 sono rientri dall'estero (da Spagna, Portogallo e Albania), 3 sono stati diagnosticati attraverso gli screening pre-ricovero, 1 ha eseguito il tampone perché sintomatico e 1 è stato rilevato durante i controlli sui pazienti della CRA al momento della loro riammissione.

Ricoveri e guarigioni

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 3.611 (57 in più di quelli registrati ieri). Le persone in isolamento a casa sono complessivamente 3.451 (53 in più rispetto a ieri). I pazienti in terapia intensiva sono 17 (+1), mentre i ricoverati negli altri reparti Covid 143 (3 in più rispetto a ieri). Le persone complessivamente guarite sono 24.994 (+52 rispetto a ieri)

Nella vicina Marche, poi, oggi c'è stato un vero boom di contagi. Il tutto, con l'inizio delle scuole ormai alle porte: in provincia di Modena c'è già una maestra d'asilo positiva e un'intera classe in isolamento. A preoccupare sono i contagi di rientro, soprattutto da altre regioni dove le persone sono state per lo più per vacanze, ma anche il ritorno del virus nelle case protette. A Ravenna, per esempio, ci sono sette positivi nel centro diurno per anziani. 

Il bollettino coronavirus di oggi

Risalita dei contagi: sono 1.597 i nuovi positivi e 10 i morti. Aumentano a 164 le persone ricoverate nelle terapie intensive (+14) e i ricoveri mnei repaerti covid sono ora 1.836 (+58). La regione con più casi nuovi è la Lombardia (245), seguita dalla Campania (180) e dal Lazio (163). Rispetto a ieri sono segnalati altri 613 guariti. Gli attualmente positivi sono 35.708, compresi i 974 registrati nelle ultime 24 ore. Sono 94.186 i tamponi fatti in Italia da ieri.  In aumento anche i soggetti in isolamento domiciliare: erano 32.806 ieri, sono 33.708 oggi, con un incremento di 902. 

Il bilancio settimanale

Crescono, nella settimana tra il 2 e l'8 settembre, i nuovi casi in Italia, e aumentano anche i pazienti ricoverati con sintomi, quelli in terapia intensiva e i decessi. Lo registra il bollettino settimanale della Fondazione Gimbe.  Rispetto alla precedente, nella settimana presa in considerazione si è registrato un incremento dei nuovi casi (9.964 vs 9.015) e dei casi attualmente positivi (33.789 vs 26.754). Aumentano anche i pazienti ricoverati con sintomi (1.760 vs 1.380), quelli in terapia intensiva (143 vs 107) e i decessi (72 vs 46).

"Nell'ultima settimana - afferma Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione - crescono i nuovi casi e, soprattutto, le persone attualmente positive, sia per l'incremento dei casi testati, sia per il costante aumento del rapporto positivi/casi testati. Si consolida inoltre il trend in aumento delle ospedalizzazioni con sintomi e dei pazienti in terapia intensiva. Sono tutti segnali che, guardando a quello che sta accadendo Oltralpe, impongono di mantenere molto alta l'attenzione".

I nuovi casi, sottolinea il rapporto, sono prevalentemente autoctoni, in parte da rientro di vacanzieri e, in misura nettamente minore, di importazione da stranieri. Infatti, da 1.408 nuovi casi riportati nella settimana 15-21 luglio siamo passati a 9.964 nuovi casi di quella 2-8 settembre, con un incremento del rapporto positivi/casi testati dallo 0,8% al 2,4%. Questa dinamica determina il progressivo aumento dei casi attualmente positivi che in poco più di un mese sono passati da 12.482 a 33.789.

L'incidenza in Italia

I dati (al 1° settembre) mostrano che la percentuale di casi attualmente positivi (26.754) sulla popolazione nazionale è pari allo 0,04% (raddoppiato rispetto ai dati del 23 luglio). La percentuale di casi (270.189) sulla popolazione italiana è in sensibile aumento, passando dallo 0,41% allo 0,45%. Le Regioni con maggiore incidenza settimanale sono la Sardegna (23 casi ogni 100.000 abitanti rispettivamente), la Campania e l'Emilia-
Romagna (21 casi ogni 100.000 abitanti rispettivamente) e la Lombardia (4 casi ogni 100.000 abitanti rispettivamente). Il trend nazionale sul tasso dei tamponi effettuati (per 1000 abitanti) è in ascesa dal mese di luglio, e pari a 9,94 tamponi per 1000 abitanti (nella settimana del 23/7 il tasso era di 4,98).

Le altre notizie

Ritorno a scuola, l’ira dei presidi: non siamo pronti. "Così la sicurezza è un miraggio"

Ritorno a scuola, i pediatri: "Impossibile fare milioni di visite e tamponi"

Vaccino, il virologo Clementi: "Stop ai test? Niente panico. Ora la cura c'è"