Coronavirus, bollettino di oggi 3 agosto (foto Ansa)
Coronavirus, bollettino di oggi 3 agosto (foto Ansa)

Ancona, 3 agosto 2020 - Nessun caso positivo al Coronavirus né nessuna vitgtima sono stati registrati oggi nelle Marche e da sabato, nelle Marche, i treni viaggiano con il 100% dei posti occupabili. I dati negativi però sono l'aumento dei malati ricoverati negli ospedali marchigiani e il calo dei tamponi effettuati, che nelle ultime 24 ore sono stati soltanto 93, di cui 56 nel percorso nuove diagnosi e 37 nel percorso guariti. Una buona notizia dopo gli ultimi giorni di curva in crescita. 

I ricoveri

Nelle ultime 24 ore è salito ancora il numero di ricoverati: da 11 a 13. I due i casi in più sono a Pesaro mentre non vi sono più degenti Covid-19 a Macerata. Attualmente questo è il quadro dei ricoveri nella regione: in Malattie infettive due a Fermo, due ad Ancona e sette a Pesaro (+2), una paziente in Ostetricia e ginecologia a Marche Nord e un altro paziente sempre a Pesaro. 

 

I guariti

I guariti passano da 5.763 a 5.770 (+7) mentre i positivi in isolamento domiciliare risultano in calo (da 136 a 127) cosi come le persone isolate in casa per contatti con contagiati (da 1034 a 980 tra le quali 80 con sintomi; 25 sono operatori sanitari). 

Complessivamente, nella regione, finora si sono registrati 6.897 casi di contagio da coronavirus e 987 morti correlati alla Covid-19.

Il distanziamento su bus e treni

Nessun obbligo di distanziamento con posti disponibili al 100%, ma permane l'obbligo di indossare le mascherine protettive, sui treni regionali e interregionali, compresi nel contratto di servizio con la Regione Marche. Lo prevede dal primo agosto un'ordinanza della Regione. Restano invece in vigore, a livello di trasporto pubblico locale, relativamente agli autobus, fermo restando l'obbligo per utenti e addetti di indossare le mascherine protettive, le disposizioni precedenti sul distanziamento che prevedono l'utilizzazione in verticale delle sedute dal lato finestrino, l'esclusione del posizionamento faccia a faccia, l'utilizzo di separatori dei sedili, e flussi separati di salita e discesa.

La Regione sta facendo riunioni bacino per bacino anche in vista della riapertura delle scuole, fissata per il 14 settembre, per studiare la modalità più efficace per garantire un trasporto degli studenti rispettoso delle norme sul distanziamento anti-Covid. 

Le altre notizie di oggi

Il luminare Rappuoli: "Ecco il farmaco che ferma il Covid. Produzione industriale entro l’anno"

Coronavirus nel mondo, superati i 18 milioni di contagiati. Germania: test negli aeroporti