Marche: mare, arte, borghi e tanto altro (foto Emma)
Marche: mare, arte, borghi e tanto altro (foto Emma)

Ancona, 19 maggio 2020 - Contributi a fondo perduto per le imprese turistiche marchigiane, accreditati direttamente sul conto corrente entro fine giugno presentando una semplice autocertificazione. Stanziati già 200 milioni per circa 140mila attività del settore e adesso, spiega il Governatore Luca Ceriscioli "serve il passaggio in consiglio regionale". Obiettivo uscire a inizio giugno con il decreto ed erogare a sportello, con procedure semplici e intuitive e senza ricorrere neanche al commercialista le cifre spettanti.

Marche, il bolelttino di oggi

Non è stato ancora chiarito se questa indennità sarà erogata con un importo fisso oppure in base alla perdita di fatturato registrata. Questa e altre misure messe in campo dalla Regione per rilanciare un settore chiave per l'economia sono state illustrate questa mattina nel corso di una video conferenza stampa, che ha ufficialmente lanciato il nuovo portale turistico istituzionale delle Marche, turismo.marche.it  tradotto anche in francese, tedesco, inglese e russo.

"Negli ultimi due mesi abbiamo anticipato il Governo nazionale su diverse questioni, come la balneazione o la sanificazione - ha sottolineato l'assessore regionale al Turismo e Cultura Moreno Pieroni - adesso si aggiunge questo ulteriore tassello per rendere il sito più attrattivo, intuitivo e fruibile". La novità sono i cluster che come tessere di un puzzle compongono l'offerta turistica della regione al plurale: si va da "marche in blu" a "parchi e natura attiva", da "Marche family" a "L'arte di saper fare", da "Marche wedding" a "Turismo scolastico" e "Scienza e tecnica" solo per citarne alcuni. E grazie alla connessione wi-fi libera su spiagge e piazze ci si potrà collegare immediatamente al nuovo portale sfruttando la banda larga. Il restyling del sito ha permesso anche di creare delle mappe interattive, dove i visitatori possono inserire i punti di interesse (POI) e tracciare così percorsi personalizzati da cui accedere con qualsiasi dispositivo. 

Ceriscioli ha anche annunciato importanti novità per l'aeroporto: "Presto rimetteremo in moto la macchina dei voli - ha detto - dopo aver salvato l'Aeroporto delle Marche ora vogliamo farlo funzionare come non mai. Siamo a un passo dall'autorizzazione della Commissione Europea per aprire il bando sulle start up, da oggi la Regione non sosterrà più debiti e bilancio di Aerodorica ma i voli verso il nostro territorio".

Insomma, le Marche non perdono la vocazione turistica e guardano soprattutto ai viaggiatori italiani, tentando ora più che mai di destagionalizzare l'offerta in vista di una nuova ondata di turisti in autunno, sperando in una drastica diminuzione dei contagi. Tanto più che la regione era stata consacrata, unica italiana, come mèta Best in Travel 2020 dalla guida Lonely Planet, la bibbia mondiale del Turismo.

"Abbiamo dovuto modificare in corsa le strategie - ha sottolineato l'assessore Pieroni- ma come abbiamo fatto per il sisma supereremo anche l'emergenza Covid e ci faremo trovare pronti alla ripartenza".