Quotidiano Nazionale logo
10 set 2020

Coronavirus, bollettino Covid di oggi 10 settembre. Nelle Marche boom di casi e un decesso

Sono quaranta i nuovi positivi registrati in un solo giorno. Calano i ricoverati, ma aumentano i malati in isolamento. Ecco la mappa per provincia

TAMPONE RAPIDO COVID-19 PASSEGGERI SARDEGNA PORTO DI CIVITAVECCHIA DRIVE-IN
Coronavirus, test

Ancona, 10 settembre 2020 - Impennata di contagi e un nuovo decesso nelle Marche dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati 40 nuovi positivi contro i 19 del giorno precedente: un dato così alto non si registrava da molte settimane. A comunicarlo è il Gores che, di contro, calano i malati in ospedale per covid: sono ora 13 i ricoveri in ospedale, tre meno di ieri. Sono stati 1.641 i tamponi testati: 824 nel percorso nuove diagnosi e 817 nel percorso guariti. Ad alimentare questo forte aumenti di casi c'è un focolaio in una casa di riposo a Sant'Elpidio a Mare, nel Fermano, dove ci sono 18 i positivi: 13 anziani e 5 operatori. Proprio qui era ospitata l'anziana di 92 anni portata al Murri nei giorni scorsi e oggi, purtroppo, deceduta. Si tratta della vittima 989 nella regione dall'inizio dell'epidemia da coronavirus.

Qui l'aggiornamento dell'11 settembre

La mappa del contagio

Ecco le province in cui sono stati registrati i nuovi casi: 18 in provincia di Ascoli Piceno, 15 in provincia di Pesaro Urbino, 4 in provincia di Ancona e 3 in provincia di Macerata. Questi casi comprendono 14 rientri dall'estero (Cina, Ucraina, Albania, Macedonia, Moldavia), 7 soggetti sintomatici, 8 contatti in ambito domestico, 1 caso rilevato dallo screening in ambiente lavorativo, 3 contatti stretti di casi positivi, 1 caso rilevato dallo screening percorso sanitario, 1 caso rilevato dallo screening percorso sierologico e 5 casi in fase di verifica.

Ieri i nuovi casi erano stati 19 con 828 tamponi. Un incremento giornaliero così elevato non si registrava dal 26 agosto quando i nuovi casi furono 61 con 1.034 campioni esaminati. Da inizio emergenza i pazienti positivi al Coronavirus nelle Marche sono 7.426, escludendo i focolai diMontecopiolo e dell'hotel House di Porto Recanati, su 128.764 test effettuati.

Un nuovo decesso

C'è anche un morto nelle ultime 24 ore: si tratta di una signora di 92 anni di Sant'Elpidio a Mare, ricoverata all'ospedale di Fermo e affetta da patologie pregresse. Circa dieci giorni fa era stata riscontrata la sua positività al Covid-19 attraverso lo screening nel percorso sanitario. Questo decesso è già stato inserito nella scheda gialla comunicata in precedenza nella giornata odierna.

I ricoveri

Restano due le persone assistite in terapia intensiva, entrambi nell'ospedale regionale di Torrette, mentre gli altri 13 pazienti si trovano nei reparti non infettivi di Pesaro (3), Fermo (3) e Torrette (5). In tutta la regione ci sono 426 persone in isolamento domiciliare, 32 più di ieri; restano 2 gli ospiti della struttura per anziani post Covid di Campofilone (Fermo). 

L'incidenza in Italia

I dati (al 1° settembre) mostrano che la percentuale di casi attualmente positivi (26.754) sulla popolazione nazionale è pari allo 0,04% (raddoppiato rispetto ai dati del 23 luglio). La percentuale di casi (270.189) sulla popolazione italiana è in sensibile aumento, passando dallo 0,41% allo 0,45%. Le Regioni con maggiore incidenza settimanale sono la Sardegna (23 casi ogni 100.000 abitanti rispettivamente), la Campania e l'Emilia-
Romagna (21 casi ogni 100.000 abitanti rispettivamente) e la Lombardia (4 casi ogni 100.000 abitanti rispettivamente).

Per quanto riguarda la ricerca del virus attraverso i tamponi, si osserva che nella maggior parte delle Regioni solo una minoranza dei casi accertati di Covid-19 risulta diagnosticata a partire dai test di screening, "solo il 15% mediamente in Italia - sottolinea il professor Americo Cicchetti, docente del Dipartimento di Scienze dell'Economia e della Gestione Aziendale - contro l'85% dei tamponi effettuati per sospetto clinico. La Puglia registra il valore piu' basso nella percentuale di casi totali diagnosticati a partire dal sospetto clinico (36,77%), le Marche il più alto (100%), nel Lazio il 60% dei tamponi è effettuato per sospetto clinico". Il trend nazionale sul tasso dei tamponi effettuati (per 1000 abitanti) è in ascesa dal mese di luglio, e pari a 9,94 tamponi per 1000 abitanti (nella settimana del 23/7 il tasso era di 4,98).

Le altre notizie

Approfondisci:

Ritorno a scuola, l’ira dei presidi: non siamo pronti. "Così la sicurezza è un miraggio"

Approfondisci:

Ritorno a scuola, i pediatri: "Impossibile fare milioni di visite e tamponi"

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?