Coronavirus, il bollettino di oggi 13 ottobre: 82 contagi nelle Marche
Coronavirus, il bollettino di oggi 13 ottobre: 82 contagi nelle Marche

Ancona, 13 ottobre 2020 – Preoccupa la tendenza della diffusione del Covid nelle Marche, dove sale senza sosta l’incidenza dei positivi rispetto al numero dei tamponi effettuati. Fortunatamente non si sono verificati decessi

AGGIORNAMENTO La mappa del contagio nelle Marche oggi 14 ottobre

Ieri l’asticella è stata alzata al 7.9% (37 casi su 469 verifiche), ovvero il dato più alto da maggio ad oggi che da una parte inevitabilmente certifica una presenza del virus sempre più forte, ma dall’altra evidenzia l’efficacia del servizio di prevenzione delle cosiddette ‘sentinelle del Covid’, capaci di individuare e circoscrivere i focolai attraverso un attento sistema di tracciamento, anche perché resta sempre ampiamente preminente il numero degli asintomatici. Se ieri i contagi erano stati 37 su 469 test, il bollettino sul Coronavirus di oggi, 13 ottobre, registra ben 82 casi, di cui 16 sintomatici. Aumentano anche i tamponi processati nel percorso nuove diagnosi: 894. La percentuale dei positivi rispetto agli esami aumenta ancora: si è passati in quattro giorni da 6,6% a 7,5% a 7,9% fino al 9,2% odierno. E' sempre più facile trovarsi di fronte al virus, insomma.

La mappa dei nuovi contagi

Il servizio Sanità della Regione Marche comunica che nelle ultime 24 ore sono stati testati in tutto 1.525 tamponi: come detto, 894 nel percorso nuove diagnosi, e 631 nel percorso guariti. I nuovi positivi sono 82 nel percorso nuove diagnosi: 25 nella provincia di Ancona, 18 a Macerata, 10 a Fermo, 21 ad Ascoli Piceno, 5 in provincia di Pesaro e Urbino e 3 fuori regione. Dall'inizio dell'epidemia il totale delle persone che hanno contratto il Covid-19 sale a quota 8.712.

Come si diffonde il virus

Da dove vengono i nuovi contagi? Su 82 casi, 24 da contatti in casa, 15 da contatti stretti con casi positivi, 4 da rientri dall'estero (Romania e Bangladesh), 4 sono stati riscontrati con lo screening realizzato nel percorso sanitario, 2 da contatti sul luogo di lavoro, 9 da contatti avuti nel tempo libero, 2 in setting assistenziale, 3 in ambito scolastico o formativo. Quanto alle 3 situazioni residuali si stanno effettuando le indagini epidemiologiche.

Boom di ricoveri negli ultimi giorni

Impennata di ricoveri e di casi in isolamento domiciliare nelle Marche. In base all'aggiornamento del servizio Sanità della Regione i contagi da inizio emergenza salgono a 8.712 (+82) di cui 6.325 dimessi-guariti (+16), 1.329 in isolamento domiciliare (+55) e 66 ricoverati (+11). Tra quesi 'ultimi tornano ad essere 6 i pazienti in terapia intensiva, uno in più rispetto a ieri: 3 ad Ancona Torrette e 3 all'ospedale di San Benedetto (+1). Sono 60 i ricoveri in reparti non intensivi: 23 al Torrette tra cui uno nella clinica Pediatrica, 7 a Pesaro Marche Nord tra cui una in Ostetricia e 30 all'ospedale di Fermo.


Ad oggi i positivi nelle Marche (ricoverati e in isolamento) sono 1.395 mentre i pazienti dimessi dagli ospedali e ospitati in strutture territoriali sono 17, tutti nella Rsa di Campofilone di Fermo. 

La app Immuni cresce di poco, ma è oltre la media

Gli adepti della app ‘svela-Covid’ restano pochini, ma nell’ultimo mese si è registrata una sensibile crescita soprattutto nelle Marche, dove il dato degli utilizzatori è superiore in modo abbastanza evidente alla media nazionale.

Immuni’ é presente sul 14.7% i possessori di telefonini delle Marche rispetto al 12,5% su scala nazionale, sempre considerando gli utenti al di sopra dei 14 anni di età. Il report aggiornato al 30 settembre sottolinea, quindi, un numero di fruitori complessivamente superiore alla norma e neanche troppo distante dall’Abruzzo che con il suo 15.9% è la zona d’Italia con le maggiori adesioni da parte del popolo digitale allo strumento finalizzato ad inviare alert a quanti vengono in contatto con soggetti positivi, ugualmente tracciati dalla app. Peraltro significativa é stata la crescita nel mese di settembre, ovvero il 2.4% in più rispetto all’aggiornamento del mese precedente. Insomma, seppur molto lentamente, qualcosa comincia a muoversi ed è chiaro che la valenza dello strumento digitale può salire di pari passo con l’ampliamento della platea degli utilizzatori.

Covid, le altre notizie

I dati dell'Emilia Romagna

Nuovo Dpcm, il testo: ecco il decreto Covid

Bonaccini: "Parere condizionato sul decreto"

Covid, in Spagna quasi 28mila casi nel weekend. Calo in Francia. Gb, 3 livelli di lockdown

Trump negativo al test Covid, vola in Florida per un comizio. Fauci: "Si mette nei guai"