Bologna, 17 ottobre 2020 - Una progressione di cento casi di Coronavirus in più rispetto la crescita del giorno precedente. Non sono positivi i numeri del bollettino Emilia Romagna, mentre si avvicina la nuova stretta sulla movida, necessaria alla luce dei 10.925 nuovi contagi in Italia con 47 vittime.

Sono oggi 641 i nuovi malati covid in Emilia Romagna, rispetto ai 544 di ieri. Ci sono anche cinque vittime, tutti uomini: 2 a Parma (87 e 62 anni), 2 a Modena (87 e 95 anni), 1 a Rimini (67 anni). E' sempre alto il numero dei tamponi refertati: 13.313 a cui si aggiungono 3.110 test sierologici. La percentuale dei positivi sulla totalità dei tamponi processati sale a 4,81%. I casi attivi sono 8.649 (616 in più di quelli registrati ieri). 

Il bollettino coronavirus in Italia: le cifre di oggi - Il bollettino del Veneto

Si alza l'età media dei nuovi malati (42,5 anni) e tornano ad aumentare anche i ricoveri nei reparti covid: sono ora 65 i pazienti in terapia intensiva (+4 rispetto a ieri) e 427 (+23 sempre da ieri) quelli ricoverati negli altri reparti. E infatti, dei 641 nuovi casi, solo 282 sono asintomatici (circa il 44%). Le persone in isolamento a casa sono 8.157 (+589 rispetto a ieri), oltre il 95% dei casi attivi. Le persone guarite salgono a 27.175 (+20 rispetto a ieri).

Questa la situazione nelle province: Bologna (153), Modena (81), Reggio Emilia (74), Ferrara (71), Rimini (67), Piacenza (53), Parma (42), Ravenna (27). Poi Forlì (38), Cesena (23) e Imola (12).

La mappa del contagio

Ecco come sono suddivisi i 641 nuovi casi di oggi: 5.599 a Piacenza (+53, di cui  26 sintomatici), 4.760 a Parma (+42, di cui 31 sintomatici), 6.386 a Reggio Emilia (+74, di  cui  54 sintomatici), 5.613 a Modena (+81, di cui 44 sintomatici), 7.294 a Bologna (+153, di cui  82 sintomatici);  658 casi a Imola (+12, di cui  11 sintomatici), 1.806 a Ferrara (+71 di cui 33 sintomatici); 2.012 a Ravenna (+27, di cui 12 sintomatici), 1.748 a Forlì (+38, di cui 29 sintomatici), 1.335 a Cesena (+23, di cui 18 sintomatici) e 3.122 a Rimini (+67, di cui  19 sintomatici).

Le terapie intensive

Sul territorio, le 65 persone ricoverate in terapia intensiva sono così distribuite: 9 a Piacenza (+4 rispetto a ieri), 5 a Parma (stabili rispetto a ieri), 2 a Reggio Emilia (stabili rispetto a ieri), 7 a Modena (+1 rispetto a ieri ), 28 a Bologna (1 in più di ieri);  1 a Imola (+1 da ieri), 2 a Ferrara (1 in meno di ieri); 3 a Ravenna (stabile rispetto a ieri), 2 a Forlì (1 in meno di ieri), 2 a Cesena (numero invariato rispetto a ieri) e 4 aRimini (invariato rispetto a ieri).

Boom di casi a Bologna

Bologna e provincia, su 153 nuovi positivi, 82 sintomatici e 71 asintomatici. I 71 asintomatici sono stati individuati: 28 per contact tracing, 9 con test per categoria, 3 con test pre ricovero, per 31 è ancora in corso l’indagine epidemiologica. Dei 153 casi complessivi, 46 sono riconducibili a focolai e 107 sporadici. 

Male anche Imola

Nel Circondario Imolese si registrano oggi 12 nuovi casi, di cui 1 asintomatico.  6 sono contatti di casi già accertati (di cui 2 in ambito lavorativo ed 1 in ambito scolastico), 1 è un operatore sanitario e 5 sono casi sporadici,

Contagi familiari a Modena

In provincia di Modena, su 81 nuovi positivi - di cui 37 asintomatici - 2 sono rientri dall'estero (Romania e Spagna), 40 sono contatti di casi noti legati a diversi focolai familiari, 10 sono positivi a screening per categorie professionali e in ambito scolastico, questi ultimi relativi a contatti noti, 1 paziente è risultato positivo al tampone pre ricovero e 28 sono casi sporadici.

Casi sporadici a Reggio

A Reggio Emilia, su 74 nuovi casi positivi - di cui 20 asintomatici - 29 sono riconducibili a focolai familiari, 44 sono classificati come sporadici e 1 è un caso di rientro dall’estero (Tunisia).

In provincia di Ferrara i 71 positivi, di cui 38 asintomatici, sono così suddivisi: 23 nuovi contagi dovuti a contatti di casi noti, tutti riconducibili a focolai famigliari o scolastici; 10 persone  sottoposte a tampone per sintomatologia su richiesta del medico di medicina generale; 6 ricoverati in ospedale per sintomi; 21 ospiti Cra in isolamento presso le strutture, di cui 19 asintomatici; 4 rientri da viaggio estero (2 Gran Bretagna, 1 Emirati Arabi, 1 Ucraina). 3 tamponi sono stati eseguiti per screening pre ricovero, 3 casi riguardano operatori di Cra, di cui 1 sintomatico e 2 asintomatici; infine, 1 è un ospite di Comunità alloggio per anziani.

Rimini, contagi per contatto

A Rimini e provincia sono stati registrati 67 casi, dei quali 48 asintomatici. 13 sono pazienti sporadici, individuati per sintomatologia; 41 per contatto con casi certi, per lo più famigliari, 12 per test professionali e 1 di rientro dall’estero (Albania).

Contact tracing a Piacenza

A Piacenza e provincia sono 53, di cui 27 asintomatici. Nel dettaglio: 25 sono stati individuati per contact tracing, 10 attraverso i medici di famiglia, 3 per sorveglianza sul luogo di lavoro e 3 per test effettuato in laboratorio privato; 1 caso è stato individuato per accesso al Pronto soccorso e 2 tramite test pre ricovero; 2 in ambito scolastico e 2 in una Cra (un ospite e un dipendente). Infine, 4 casi sono di rientro da Paesi esteri (Marocco, Macedonia, Olanda) e per 1 è in corso l’indagine epidemiologica.

Focolai a Parma

42 nuovi casi in provincia di Parma. 11 asintomatici, dei quali: 4 individuati con contact tracing, 4 con test per categoria, 1 con test pre ricovero, per 2 sono in corso le ricerche epidemiologiche. Complessivamente, 24 casi sono riconducibili a focolai noti e 18 considerati sporadici.

Segnalazione dei medici a Forlì

A Forlì si registrano 38 casi, di cui 9 asintomatici. 16 sono risultati positivi per contatto con positivi, da focolai noti; 8 per contatti con familiari positivi; 11 per tampone richiesto dal medico di famiglia 2 per tampone effettuato in laboratorio privato; 1 caso è di rientro dall’estero (Marocco).

Ravenna

27 i nuovi casi positivi a Ravenna e provincia, di cui 15 asintomatici.  Nel dettaglio: 8 sono pazienti sporadici per sintomi (di cui uno di rientro dalla Francia); 11 sono stati individuati grazie al contact tracing, la maggior parte dei quali familiari di persone positive; 2 per tampone volontario dopo un soggiorno in altra regione, 1 per screening professionale e 5 dopo il rientro dall'estero (2 Tunisia, 1 Senegal, 1 Moldavia, 1 Macedonia).

Cesena

A Cesena sono stati registrati 23 casi, di cui 5 asintomatici. 14 individuati tramite contact tracing, per contatto con casi già accertati, prevalentemente in ambito familiare e sportivo; 7 per sintomi e 2 di rientro dall’estero (Spagna e Marocco).  

Nuova ordinanza Regione Emilia Romagna

Le attività di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico, e quelle di ristorazione, consentite solo dalle 6 del mattino alla mezzanotte con consumo al tavolo. E dalle 6 del mattino fino alle 21 in assenza di consumo al tavolo. Inoltre, la consumazione sul posto o nelle adiacenze il punto vendita di alimenti e bevande da asporto vietata dopo le 21 e fino alle 6 del giorno seguente (mentre la vendita può avvenire senza limiti di orari). E' quanto precisa una ordinanza firmata dal presidente della Regione Stefano Bonaccini, che recepisce quanto stabilito dal Dpcm del Governo 13 ottobre, decreto nazionale che impone la chiusura delle suddette attività alla mezzanotte o alle 21, e lo stop al consumo sul posto di alimenti e bevande da asporto, non impendendo però sulla carta la ripresa delle medesime attività nei minuti o nelle ore successive.

L'ordinanza regionale esclude invece questa possibilità. Il provvedimento è valido in Emilia-Romagna da oggi 17 ottobre e fino al 13 novembre (data fino alla quale rimarrà in vigore il Dpcm). Le misure in esso previste non si applicano agli esercizi situati lungo le autostrade, negli interporti e nelle aerostazioni.

Il bollettino 17 ottobre in Italia

I nuovi contagi in Italia sono 10.925 (ieri 10.010). I morti sono 47 in più. Aumentamno anche i ricoveri nelle terapie intensive: sono 67 in più (ieri +52). Gli attualmente positivi sono 116.935, + 9.623 (ieri + 8.046). I dimessi/guariti sono 249.127, + 1.255 (ieri + 1.908). I deceduti sono 36.474, + 47 (ieri + 55). I ricoverati con sintomi sono 6.617, + 439  (ieri + 382). 

Il nuovo Dpcm

Il Stefano Bonaccini ha parteciato oggi al summit alla Protezione civile tra il governo e la Conferenza delle Regioni, di cui è presidente. Si è parlato di quali misure inserire nel nuovo Dpcm in arrivo, che prevederà nuove strette per contenere la seconda ondata della pandemia. Bonaccini si è detto favorevole all'introduzione della didattica a distanza per gli studenti delle superiori, soprattutto per quelli che frequentano gli ultimi anni, e anche all'aumento del ricorso allo smart working. Ma il presidente ha chiesto al governo di non prevedere una chiusa generalizzata di palestre e piscine, valutando di stralciare "almeno le squadre, che possono rispettare i nuovi protocolli"

I dati del 16 ottobre in Italia

Ieri in Italia sono stati superati i 10mila contagi: 10.010 (2.419 in Lombardia). I morti sono stati 55. I ricoverati con sintomi 6.178 (+382), le terapie intensive 638 (+52). In calo i tamponi, a quota 150.377 tamponi, 12mila meno di giovedì. Gli attualmente positivi 107.312.

Covid, le altre notizie di oggi

Il prof dei vaccini: fuori dal Covid nel 2021. "Siero e anticorpi, ecco come ci salveremo"

"Ma ora basta, parliamo troppo del Covid". Il j’accuse di Massimo Fini

Coronavirus, in Germania quasi 8.000 contagi. Austria, positivo ministro

Le news dalla regione

Nuovo Dpcm, Bonaccini "No alla chiusura di palestre e piscine"

Bologna, impennata di casi. Contagi anche sui bus

Forlì, stop alle visite nelle case di riposo