Bologna, 9 gennaio 2020 - Cala l'indice di positività, secondo il bollettino di oggi 9 gennaio sull'andamento della pandemia in un'Emilia Romagna, appena tornata in zona arancione. I nuovi contagi sono 1.790 in più rispetto a ieri, su un totale di 15.467 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è quindi del 11,6% (ieri al 13,5%). Le vittime registrate sono 69, in calo rispetto alle 80 di ieri. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46 anni. Il Coronavirus in Italia conta oggi quasi ventimila nuovi casi (19.978) e 483 morti. 

Nuovo Dpcm: Emilia Romagna a rischio zona rossa. Ecco perché

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 188.701 casi di positività. Dei nuovi contagiati, 871 sono asintomatici. Tra i nuovi positivi 341 erano già in isolamento al momento del tampone, 692 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

Sui 871 asintomatici, 441 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 32 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 22 con gli screening sierologici, 11 tramite i test pre-ricovero. Per 365 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Covid Italia 9 gennaio: ventimila contagi

Il nuovo bollettino del contagio in Italia conta oggi 19.978 nuovi contagi e 483 vittime. Il tasso di positività all'11,6%, le terapie intensive in crescita (+6), ricoveri in calo (-53). In Veneto si sono registrati altri 3.100 ccasi, in Lazio 1.543, in Campania 1.263. Intanto dopo l'abbassamento della soglia dell'Rt del Coronavirus per determinare il posizionamento nelle fasce, il governo sta pensando di introdurre un'ulteriore stretta: se l'incidenza settimanale dei casi è superiore a 250 ogni 100mila abitanti scatta in automatico la zona rossa. 

Decessi in regione: oggi 69

Purtroppo, si registrano 69 nuovi decessi: 15 a Ravenna (7 donne, due di 87, 92, 97, due di 100, 102 anni e 8 uomini di 59, 75, 78, 85, 89, 90, 94, 96 anni), 11 a Bologna (6 donne di 85, 91, 93, due di 97, 100 anni e 5 uomini di 74, 75, 84 e due di 94 anni), 6 a Imola (4 donne di 90, 91 e due 94 anni e due uomini di 73 e 75 anni), 13 a Modena (10 donne di 62, 69, 75, due di 79, tre di 82, 88 e 95 anni e 3 uomini di 63, 74 e 95 anni), 6 a Piacenza (3 donne di 77, 83 e 84 anni e 3 uomini di 74, 84 e 92 anni ), 4 in provincia di Forlì-Cesena (3 donne di 77, 78 e 82 anni e un uomo di 84 anni), 4 a Ferrara (1 donna di 79 anni e 3 uomini di 83, 86 e 89 anni), 4 a Rimini (2 donne di 83 e 88 anni e 2 uomini di 82 e 98 anni), 4 a Reggio Emilia (4 uomini di 76, 83, 86 e 89 anni), 1 a Parma (1 uomo di 68 anni). Un decesso di un uomo di 73 anni residente in altra regione.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in Emilia-Romagna sono stati 8.279.

Calano i ricoveri

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 240 (5 in meno rispetto a ieri), 2.679 quelli negli altri reparti Covid (-12). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 13 a Piacenza (-2 rispetto a ieri), 14 a Parma (invariato rispetto a ieri), 18 a Reggio Emilia (+2), 52 a Modena (-1), 49 a Bologna (-1), 15 a Imola (invariato), 26 a Ferrara (-1), 19 a Ravenna (-2), 5 a Forlì (-1), 4 a Cesena (invariato) e 25 a Rimini (+1).

La mappa del contagio provincia per provincia

La situazione dei contagi per provincia vede Bologna con 357 casi, Reggio Emilia con 286 casi e a seguire Modena (188), Ravenna (173), Cesena (159), Ferrara (153); e poi Piacenza (142), Rimini (125), Parma (106), Forlì (54) e il circondario di Imola (47).

In seguito alla verifica sui dati dei giorni passati sono stati eliminati due casi (1 a Modena e 1 a Bologna) in quanto giudicati non casi Covid-19.

Guariti e in isolamento

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 200 in più rispetto a ieri e salgono così a quota 122.054. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 58.368 (+1.521 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 55.449 (+1.538), il 95% del totale dei casi attivi.

La propagazione del virus in dettaglio

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 16.587 a Piacenza (+142 rispetto a ieri, di cui 69 sintomatici), 13.814 a Parma (+106, di cui 66 sintomatici), 25.454 a Reggio Emilia (+286, di cui 155 sintomatici), 33.582 a Modena (+188, di cui 117 sintomatici), 37.520 a Bologna (+357, di cui 119 sintomatici), 6.030 casi a Imola (+47 di cui 19 sintomatici), 10.287 a Ferrara (+153, di cui 36 sintomatici), 14.456 a Ravenna (+173, di cui 109 sintomatici), 6.715 a Forlì (+54, di cui 44 sintomatici), 7.506 a Cesena (+159, di cui 104 sintomatici) e 16.750 a Rimini (+125, di cui 81 sintomatici)

Zona arancione: ecco i negozi aperti oggi

Emilia Romagna di nuovo arancione

L'Emilia-Romagna, da lunedì, sarà in zona arancione. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, ha firmato ieri in serata una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire da domenica 10 gennaio e che inserisceappunto  l'Emilia-Romagna nelle regioni con più restrizioni insieme a Sicilia, Calabria, Veneto e Lombardia. Decisivo l'indice Rt a 1,03.

La lettera dei governatori a Conte: "Subito certezze sui ristori"

Dopo l'annunciato passaggio in arancione, le regioni interessate, fra cui Emilia Romagna e Veneto scrivono al premier Conte chiedendo certenzze immediate sui ristori. ''Alla luce di questa situazione di profondissima crisi in cui si dibattono migliaia e migliaia di imprese dei nostri territori, siamo pertanto con la presente a chiedere che il Governo ci fornisca doverose e puntuali rassicurazioni circa un'immediata messa in campo di ristori e della loro quantificazione, onde evitare ulteriori penalizzazioni a queste categorie e affinché venga scongiurato il rischio, assai concreto, che interi comparti vengano definitivamente cancellati dalla geografia economica delle nostre Regioni''. Con queste parole si conclude la lettera che, oggi, il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha inviato, insieme al collega Bonaccini e a quelli di Calabria, Lombardia, Sicilia, al presidente del Consiglio e ai ministri della Salute, dell'Economia e Finanze, per gli Affari regionali e Autonomie, per i Rapporti con il Parlamento. 

Vaccini covid: oltre 8mila dosi in un giorno

Sono 8.458 le persone vaccinate oggi contro il coronavirus e nelle aziende sanitarie, da Piacenza a Rimini, stanno proseguendo con le somministrazioni. La settimana prossima partiranno le prime sessioni serali. Intanto però salgono a 61.027 le persone vaccinate in Emilia- Romagna al momento, il 69,5% delle dosi consegnate (87.750).

Bonaccini: "Vaccini anche di notte in Emilia Romagna" Vaccino, Moderna: "Può proteggere fino a due anni"

Covid Emilia Romagna: i dati dell'8 gennaio

Ieri i nuovi positivi in regione sono stati 2.026, il 13,2% dei tamponi processati. I numeri più alti a Bologna e Modena. Indice Rt a 1,03. Numeri che sono valsi il ritorno in zona arancione. 

Coronavirus, le altre news di oggi

Covid, la svolta del Cts: "Convivere col virus. Pensiamo a un piano di riaperture"

Vaccini anti-Covid, la guida: come funzionano e che efficacia hanno

Scuola sacrificata: raffica di rinvii. Emilia e Umbria tornano in aula il 25 gennaio