Bologna, 12 marzo 2021 - La curva dei contagi da Coronavirus resta alta dovuta alle varianti diffuse ormai in tutto il paese e responsabili di oltre la metà dei nuovi casi accertati: oggi sono 3.477 i nuovi positivi in Emilia Romagna (ieri 2.845), rilevati su 47.160 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, il numero più alto sia di infetti sia di test da inizio pandemia. Gli asintomatici sono 1.392. La percentuale dei casi sui test fatti da ieri è del 7,4%. In calo, invece i morti legati al Covid: il bollettino di oggi ne registra 35 (ieri 45). In Italia si contano 26.824 nuovi casi e 380 morti. 

Dall'inizio della pandemia, sono 293.400 i casi di positività registrati in regione, mentre i decessi hanno raggiunto quota 10.994.

Aggiornamento Il bollettino del 13 marzo: dato Covid Italia ed Emilia Romagna

Resta alta la pressione sugli ospedali: i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 350 (+5 rispetto a ieri), 3.197 quelli negli altri reparti Covid (+40).

Gli emiliano romagnoli guariti sono 1.457 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 219.789. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 62.617 (+1.985 rispetto a ieri), il 94,3% del totale è in isolamento a casa con sintomi lievi. 

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 1.015 nuovi casi, seguita da Modena (514) e Rimini (430); poi Reggio Emilia (298), Ravenna (274), Parma (256), quindi Ferrara (188) e il territorio di Cesena (156). Seguono la zona di Forlì (140), Piacenza (107) e Imola (99). 

E tutta l'Emilia Romagna diventerà tutta zona rossa da lunedì 15 marzo, e ci resterà per almeno 2 settimane: dopo il monitoraggio della cabina di regia del Ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità, sono arrivate le decisioni del Governo sui colori delle regioni. Esecutivo oggi impegnato anche con il via libera alla nuova stretta: è arrivato decreto legge che inasprisce le misure del Dpcm in vigore dal 6 marzo: dal 3 al 5 aprile tutta Italia sarà in zona rossa, compresi quindi i giorni di Pasqua e Pasquetta.

Secondo il report del Ministero sull'andamento della pandemia nell'ultima settimana, l'Emilia Romagna è una regione a livello di rischio alto e l'indice di contagio Rt è pari a 1,34.  Inoltre è stata superata la soglia di 250 casi per 100.000 abitanti, che impone il massimo livello di mitigazione possibile e la soglia critica per i ricoveri in area medica e in terapia intensiva.

Bologna, reportage dall'ospedale Maggiore: letti pieni, il pericolo varianti è reale

Coronavirus in Italia: dati e tabella delle regioni

Secondo gli esperti siamo nel pieno della terza ondata: sono 26.824 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 25.673. Le vittime sono state 380, ieri erano state 373. 

Sono stati effettuati 369.636 tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia.

Ieri i test erano stati 372.217. Il tasso di positività (rapporto positivi/test) odierno è del 7,2%, ieri era stato del 6,9%, quindi oggi in aumento dello 0,3%. 

Sono 226 gli ingressi in terapia intensiva per il Covid-19 nelle ultime 24 ore in Italia. Il saldo tra ingressi e uscite è di 55 pazienti in più. In totale in rianimazione ci sono ora 2.914 persone. Nei reparti ordinari (pneumatologia e malattie infettive) sono invece aumentati i pazienti di 409 unità rispetto a ieri, portando il totale a 23.656.

l maggior numero di nuovi contagi si registra ancora una volta in Lombardia (6.262) davanti a Emilia Romagna (3.477), Piemonte (2.929), Campania (2.644) e Veneto (1.932).

Dati dalle Regioni: Contagi nelle Marche - Bollettino del Veneto - Coronavirus in Toscana

Il virus in Emilia Romagna al 12 marzo

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 293.400 casi di positività, 3.477 in più rispetto a ieri, su un totale di 47.160 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività è del 7,4%.

Dei nuovi contagiati, 1.392 sono asintomatici: 667 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 105 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 56 con gli screening sierologici, 26 tramite i test pre-ricovero. Per 538 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Complessivamente, tra i nuovi positivi 643 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 1.100 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,7 anni.

La mappa del contagio: 20.758 a Piacenza (+107 rispetto a ieri, di cui 79 sintomatici), 19.810 a Parma (+256, di cui 127 sintomatici), 36.468 a Reggio Emilia (+298, di cui 185 sintomatici), 50.723 a Modena (+514, di cui 371 sintomatici), 62.607 a Bologna (+1.015, di cui 618 sintomatici), 10.445 casi a Imola (+99, di cui 54 sintomatici), 16.886 a Ferrara (+188, di cui 43 sintomatici), 22.483 a Ravenna (+274, di cui 151 sintomatici), 11.273 a Forlì (+140, di cui 105 sintomatici), 14.078 a Cesena (+156 , di cui 83 sintomatici) e 27.869 a Rimini (+430, di cui 269 sintomatici).

La Regione fa sapere che "rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 34 casi, di cui 33 positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare e 1 caso, sempre comunicato in precedenza, giudicato non Covid-19".

image

Più di mille contagi a Bologna

Sui 1015 nuovi casi di positività al Covid-19 in provincia di Bologna, 618 hanno effettuato il tampone per presenza di sintomi, 78 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 4 attraverso il test per categoria a rischio, 6 attraverso il test pre-ricovero mentre è in corso l’indagine epidemiologica per 309. Tra i 1015 nuovi contagi, 847 sono sporadici e 168 inseriti in focolai. Un caso è importato da altre Regioni. 

I decessi in Emilia Romagna oggi

Il bollettino di oggi registra 35 nuovi decessi: 3 a Piacenza (una donna di 84 anni e due uomini di 76 e 84 anni); 8 nella provincia di Modena (cinque donne - rispettivamente di 80, 83, 87, 94 e 103 anni - e tre uomini, di 50, 80 e 89 anni); 13 nella provincia di Bologna (quattro donne di 76, 79, 87 e 93 anni, e nove uomini di 60, 69, 73, 82, 84, 85, 87, 94 e 96 anni); 2 nella provincia di Ferrara (entrambi uomini, di 56 e 65 anni); 2 nella provincia di Ravenna (una donna di 74 e un uomo di 83 anni); 7 in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 77 anni e sei uomini di 67, 75, due di 78, 81 e 82 anni). Nessun decesso nelle provincie di Parma, Reggio Emilia e Rimini.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 10.994.

I ricoveri in Emilia Romagna

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 350 (+5 rispetto a ieri):  10 a Piacenza (+1), 19 a Parma (numero invariato rispetto a ieri), 30 a Reggio Emilia (invariato), 73 a Modena (+4), 99 a Bologna (+1), 34 a Imola (-1), 33 a Ferrara (+1), 14 a Ravenna (-1), 4 a Forlì (invariato), 9 a Cesena (+1) e 25 a Rimini (-1).

Sono invece 3.197 quelli negli altri reparti Covid (+40).

image

Vaccinazioni in regione

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dagli 85 anni in su; proseguono le prenotazioni per quelle dagli 80 agli 84 anni, iniziate il 1^ marzo. Poi il personale scolastico e universitario e le forze dell’ordine.

Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate.

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 556.354 dosi; sul totale, 177.068 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Vaccino Astrazeneca: lo stop al lotto ABV2856 anche in Emilia-Romagna

Sono 11.907 le dosi del vaccino AstraZeneca provenienti dal lotto ABV2856 scadenza 05/2021, il cui utilizzo è stato sospeso ieri da Aifa per precauzione, che sono state utilizzate fino ad oggi in Emilia-Romagna. Su un totale di 60.691 dosi di vaccino AstraZeneca somministrate in regione.

L'assessorato regionale alla Sanità precisa che in Emilia-Romagna non si sono osservate reazioni anomale. La decisione di Aifa, come è stato sottolineato dall'Agenzia stessa, è stata presa "a seguito della segnalazione di alcuni
eventi avversi gravi, in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi appartenenti al lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca anti Covid 19".

Aifa ha quindi deciso in via precauzionale di emettere un divieto di utilizzo di tale lotto su tutto il territorio nazionale e "si riserva di prendere ulteriori provvedimenti, ove necessario, anche in stretto coordinamento con l'Ema, Agenzia del farmaco europea". Aifa ha inoltre chiarito che "al momento non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e tali eventi".

Emilia Romagna: arrivano i ristori per i tassisti

Arrivano i ristori dell'Emilia-Romagna per i tassisti. La Regione mette a disposizione due milioni di euro di risorse proprie per i titolari di licenza Taxi e autorizzazione di Ncc penalizzati dai mancati ricavi dell'anno scorso. Una platea, quella interessata a questa misura, di oltre 3.200 persone che, per ottenere il bonus, "dovranno fare richiesta attraverso il bando disponibile sul portale della Regione a partire dal 24 marzo e fino al 4 maggio", informa la Regione.