Bologna, 18 aprile 2021 - I parametri dell'Emilia Romagna dicono che l'epidemia da Coronavirus sta rallentando, così la regione guarda con fiducia al 26 aprile, data in cui potrebbe lasciare la zona arancione per la zona gialla rafforzata con restrizioni meno severe. Occhi puntati dunque al monitoraggio di venerdì 23 aprile: con i dati dell'indice Rt, l'incidenza dei casi per 100 mila abitanti, l'occupazione dei posti letto nelle terapie intensive e nei reparti Covid ordinari, saranno decisi i colori che assumeranno le regioni dal 26 aprile: rosso, arancione o giallo rafforzato.

Aggiornamento Covid in Emilia Romagna: i dati del 19 aprile

Intanto il bollettino di oggi riporta 1.104 nuovi positivi (1.076 nel bollettino di ieri), rilevati su un totale di 18.372 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività, ovvero la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti, sale al 6% quando ieri era del 3,5%.

Calano i morti emiliano romagnoli legati al Covid, oggi 21 (anche un 48enne del Bolognese) mentre ieri erano 30.

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 358.329 casi di positività, i decessi invece raggiungono quota 12.608.

Diminuiscono ancora i ricoveri: i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 297 (-2 rispetto a ieri), 2.226 quelli negli altri reparti Covid (-63).

La mappa del contagio nelle province vede al primo posto Modena con 185 nuovi casi, seguita da Bologna  (179 più 9 del Circondario imolese) e Reggio Emilia ( 179).  Poi Ravenna (120), Parma (84), Ferrara (83), la zona di Forlì (75), Rimini (74), l'area di Cesena (63) e Piacenza (53).

Gli emiliano romagnoli guariti sono 883 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 281.836.

casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 63.885  (200 in più rispetto a ieri). Il 96% dei malati è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi.

Coronavirus in Italia: dati del 18 aprile 2021 e tabella delle regioni

Sono 12.694 i nuovi contagi per Covid in Italia per 230.116 test tra molecolari e antigenici, 251 i decessi. Cresce il tasso di positività al 5,5% dal 4,6% di 24 ore fa. Ieri i contagi erano stati 15.370 per 331.734 tamponi e 310 morti.

Attualmente i positivi sono 504.611 (-697), 477.652 le persone in isolamento domiciliare. I dimessi/guariti sono 3.248.593 con un incremento di
13.134 unità nelle ultime 24 ore.

In diminuzione la pressione sulle strutture ospedaliere: in terapia intensiva ci sono 3.311 pazienti (29 in meno rispetto a ieri, mentre sono 163 gli ingressi del giorno, stessa cifra di ieri), i ricoverati con sintomi sono 24.648 (548 in più rispetto a ieri). 

La regione con il maggior numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore è la Lombardia (1.782), seguita da Campania (1.700), Puglia (1.278), Lazio (1.127) e Emilia-Romagna (1.104).

Intanto la campagna di vaccinazione accelera: venerdì in Italia sono state somministrate in un solo giorno 356 mila dosi, un record che il ministro Roberto Speranza prevede di superare nelle prossime settimane. Ieri sera oltre 400.000 dosi di Moderna sono arrivate all'aeroporto militare di Pratica di Mare e saranno distribuite alle Regioni a partire da oggi.

Finora quasi 10 milioni e mezzo di italiani hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, il 17,5% della popolazione. Quasi 4,4 milioni anche il richiamo. Qui il report regione per regione. 

Dati dalle Regioni Coronavirus Marche - Covid Veneto - Contagi Toscana

Covid in Emilia Romagna: contagi del 18 aprile 2021

Dall'inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 358.329 casi di positività, 1.104 in più rispetto a ieri, su un totale di 18.372 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6%.

Dei nuovi contagiati, 441 sono asintomatici: 343 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 38 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 7 con gli screening sierologici e 6 attraverso test pre ricovero. Per 47 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Tra i nuovi positivi 458 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 638 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 39,5 anni.

Ecco la mappa del contagio per provincia con i casi di positività per provincia e il dettaglio dei dati nelle ultime 24 ore: 22.462 a Piacenza (+53 rispetto a ieri, di cui 29 sintomatici), 25.175 a Parma (+84, di cui 44 sintomatici), 43.145 a Reggio Emilia (+179, di cui 85 sintomatici), 61.175 a Modena (+185, di cui 127 sintomatici), 76.876 a Bologna (+179, di cui 129 sintomatici), 12.075 casi a Imola (+9, di cui 5 sintomatici), 22.019 a Ferrara (+83 di cui 22 sintomatici), 28.282 a Ravenna (+120, di cui 75 sintomatici), 15.308 a Forlì (+75, di cui 61 sintomatici), 17.916 a Cesena (+63, di cui 50 sintomatici) e 33.896 a Rimini (+74, di cui 36 sintomatici).

Morti Covid in Emilia Romagna

Il bollettino di oggi registra 21 decessi legati al Covid: 2 a Parma (una donna di 86 e un uomo di 101 anni); 1 nella provincia di Reggio Emilia (una donna di 80 anni); 3 in provincia di Modena (una donna di 91 anni; due uomini di 79 e 78 anni); 11 in provincia di Bologna (quattro donne, di cui una di 83, una di 81, due di 75 anni; sette uomini, di cui uno di 87, due di 83, due di 73, uno di 65 e uno di 48 anni); 1 nel Ferrarese (una donna di 84 anni); 1 in provincia di Ravenna (un uomo di 78 anni); 1 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 78 anni).

La Regione segnala inoltre il decesso di una donna di 73 anni diagnosticata dall’Usl di Modena, ma residente a Udine. Nessun decesso nelle province di Piacenza e Rimini.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.608.

Ricoveri

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 297 (-2 rispetto a ieri): 13 a Piacenza (+3), 32 a Parma (invariato), 30 a Reggio Emilia (-1), 54 a Modena (-2), 74 a Bologna (-4), 13 a Imola (+1), 36 a Ferrara (+1), 11 a Ravenna (+1), 8 a Forlì (invariato), 4 a Cesena (invariato) e 22 a Rimini (-1).

Sono invece 2.226 quelli negli altri reparti Covid (-63).

Covid e varianti

Il virus corre veloce, e continua a mutare. Tant’è che "sono state individuate già almeno un paio di varianti del Covid in Romagna". E il professor Vittorio Sambri, direttore dell’unità operativa microbiologia del laboratorio Ausl di Pievesestina, non esclude che "possano essere individuate presto altre forme mutate dal virus". Clicca qui e leggi l'intervista completa

Vaccino news: numeri in Emilia Romagna 

Alle 15 in Emilia Romagna sono state somministrate complessivamente 1.296.334 dosi di vaccino; sul totale, 389.234 sono seconde dosi (qui il conteggio in tempo reale).

"Oggi oltre la metà della popolazione ultraottantenne (somministrazioni di Pfizer e Moderna) già vaccinata definitivamente con la doppia dose e stiamo completando con la prima dose, mentre per gli ultrasettantenni (somministrazione di Astrazeneca, la cui seconda dose viene somministrata dopo tre mesi) vicini già alla metà della platea e le completeremo a maggio". È l'aggiornamento sulla campagna vaccinale in Emilia-Romagna da parte del Governatore Stefano Bonaccini.

Grande attesa per la fornitura aggiuntiva Pfizer, con circa 7 milioni di dosi in più destinate all’Italia entro la fine di giugno. Una fornitura extra che permetterà di completare l’immunizzazione totale o parziale di anziani e di tutte le categorie più fragili.

A partire da domani sarà possibile prenotare la vaccinazione anti Covid  anche per chi soffre di obesità: basta chiedere in farmacia di poter effettuare il test per misura il proprio ‘body-index’, l’indice del livello di massa corporea. In caso di parametro superiore a 35, scatta direttamente la possibilità di prenotare in farmacia con FarmaCUP. Secondo la Regione sono 350mila gli emiliani romagnoli in grave sovrappeso.

Prenotazioni possibili anche per i genitori, tutori o affidatari di minori di 16 anni di età rientranti nella categoria di estremamente vulnerabili. Si tratta di quei minori che, non avendo ancora compiuto i 16 anni, non possono essere vaccinati per mancanza di vaccini indicati per la loro fascia di età. Per prenotarsi occorre presentare un’autocertificazione che attesti il proprio stato di genitore/tutore/affidatario e la patologia del minore che attesti la condizione di appartenenza alla categoria di ‘estremamente vulnerabile’.

Compatibilmente con l’arrivo di nuove dosi, lunedì 26 aprile si apriranno in Emilia Romagna le liste di prenotazione per la fascia dai 65 ai 69 anni, mentre due settimane dopo, a partire dal 10 maggio, sarà la volta delle persone di età compresa fra i 60 e i 64 anni.

Intanto, il tanto atteso siero monodose Johnson & Johnson resta al palo. Per la sua formula a vettore virale simile ad AstraZeneca, infatti, la prima fornitura di 16mila dosi arrivata in Emilia Romagna il 16 aprile è momentaneamente ferma. Un’altra fornitura dovrebbe arrivare a fine mese.

Covid: le altre notizie di oggi

Spostamenti tra regioni: cosa cambia dal 26 aprile

Vaccini: record di dosi. Carico di Moderna in distribuzione

Coronavirus nel mondo, la classifica dei Paesi più colpiti

Riapertura palestre dal primo giugno: le regole

Riaperture: la campagna contro il coprifuoco alle 22

Le regole per i ristoranti dal 26 aprile