Bologna, 28 febbraio 2021 - La curva dei contagi da Coronavirus non accenna a scendere in Emilia Romagna, dove si allarga a gran parte della Romagna la zona arancione scuro con più restrizioni, da martedì 2 marzo. I numeri risalgono anche in Italia tanto che secondo alcuni potrebbero essere le spie di una terza ondata e di sicuro descrivono una situazione che va seguita con grande attenzione.

Aggiornamento Bollettino Covid 1 marzo: dati Italia ed Emilia Romagna 

Oggi sono 2.610 i nuovi contagi (ieri 2.542, venerdì 2.575) in Emilia Romagna (260.602 dall'inizio della pandemia) su un totale di 24.606 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. 

Il tasso di positività sale così al 10,6% ( 7,9% ieri e 6,4% venerdì), "come sempre accade nei fine settimana superiore agli altri giorni a causa del numero minore di tamponi fatti, soprattutto i molecolari, nei festivi concentrati in gran parte su casi nei quali è spesso atteso l’esito positivo", fa sapere la Regione.

Il bollettino di oggi riporta 22 morti legato al Covid in regione (10.543 dall'inizio della crisi), ancora in aumento il carico sugli ospedali: i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 227 (+13 rispetto a ieri), 2.255 quelli negli altri reparti Covid (+77).

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 571 nuovi casi, seguita da Modena con 402; poi Reggio Emilia (309), Rimini (290) e Ravenna (210). Seguono i territori di Imola (184), Parma (176), Ferrara (174), Cesena (151). Infine, Forlì (105) e Piacenza (38).

Gli emiliano romagnoli guariti sono 567 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 207.381.

casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 42.678 (+2.021 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa sono 40.196 (+1.931), il 94% del totale dei casi attivi.

Restrizioni e colori: cosa può succedere la prossima settimana

Coronavirus Italia: dati e tabella delle Regioni

Sono 17.455 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 18.916) a fronte di 257.024 tamponi effettuati su un totale di 40.132.887 da inizio emergenza. E' quanto si legge nel bollettino del Ministero della Salute di oggi. Il tasso di positività sale oggi al 6,7% (ieri 5,8%).

Nelle ultime 24 ore sono stati 192 i morti (ieri 280) per un totale di 97.699 vittime da inizio pandemia. Con quelli di oggi diventano 2.925.265 i casi totali di Covid in Italia.

Attualmente i positivi sono 422.367 (+10.401), 401.498 le persone in isolamento domiciliare. 

I ricoveri nelle terapie intensive sono 15 in più (ieri erano più 22) con 131 ingressi del giorno, e salgono a 2.231. I ricoveri ordinari crescono di 266 unità (ieri +80) e sono 18.638.

La regione con il maggior numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore è la Lombardia (3.529), seguita dall' Emilia- Romagna (2.610), Campania (2.561) e Lazio (1.341).

I numeri delle Regioni Coronavirus nelle Marche - Contagi in Toscana

Asintomatici e sintomatici in Emilia Romagna: la mappa del contagio

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 260.602 casi di positività, 2.610 in più rispetto a ieri, su un totale di 24.606 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di test fatti da ieri è del 10,6%.

Dei nuovi contagiati, 1.194 sono asintomatici: 652 sono stati individuati grazie all’attività di tracciamento dei contatti, 73 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 24 con gli screening sierologici, 16 tramite i test pre-ricovero. Per 429 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Tra i nuovi positivi 394 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 823 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 41,3 anni.

Ecco la mappa del contagio da inizio pandemia:  20.003 a Piacenza (+38 rispetto a ieri, di cui 23 sintomatici), 17.880 a Parma (+176, di cui 127 sintomatici), 33.238 a Reggio Emilia (+309, di cui 151 sintomatici), 45.492 a Modena (+402, di cui 238 sintomatici), 53.143 a Bologna (+571, di cui 282 sintomatici), 9.207 casi a Imola (+184, di cui 122 sintomatici), 15.096 a Ferrara (+174, di cui 44 sintomatici), 19.839 a Ravenna (+210, di cui 113 sintomatici), 9.893 a Forlì (+105, di cui 84 sintomatici), 11.985 a Cesena (+151, di cui 118 sintomatici) e 24.826 a Rimini (+290, di cui 114 sintomatici).

"Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 7 casi, positivi a test antigenico, ma non confermati da tampone molecolare e sono stati eliminati 8 casi in quanto giudicati non caso COVID-19", fa sapere la Regione.

Morti Covid del 28 febbraio in regione

Il bollettino di oggi riporta 22 nuovi decessi legati al Sars-CoV-2 in Emilia Romagna, sono decedute persone di età compresa tra 68 e 96 anni: 1 a Piacenza (un uomo di 91 anni); 1 nella provincia di Parma (una donna di 93 anni); 4 a Reggio Emilia ( due donne di 69 e 89 anni e 2 uomini di 79 e 90 anni); 5 nel modenese (tre donne di 73, 91 e 94 anni e due uomini di 70 e 91 anni); 7 in provincia di Bologna (due donne di 79 e 92 anni e cinque uomini di 68, 77, 86, 89 e 96 anni); 1 a Ferrara (un uomo di 71 anni);  2 in provincia di Forlì-Cesena (2 uomini di 85 e 94 anni); 1 a Rimini (un uomo di 90 anni). Nessun decesso nell’imolese e in provincia di Ravenna.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 10.543.

Terapie intensive

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 227 (+13 rispetto a ieri):  9 a Piacenza (+1), 13 a Parma (invariato), 16 a Reggio Emilia (invariato), 48 a Modena (+2), 60 a Bologna (+4), 19 a Imola (invariato), 25 a Ferrara (+3), 9 a Ravenna (+3), 4 a Forlì (+1), 6 a Cesena (-1) e 17 a Rimini (invariato).

Crescono ancora anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid: +77 nelle ultime 24 ore, per un totale di 2.255.

Dopo Bologna, anche la Romagna (senza Forlì) arancione scuro

Dopo Bologna, Imola e alcuni comuni del Ravennate, da martedì scatteranno restrizioni più rigide in tutta la Romagna. Si salvano solo Forlì e alcuni comuni limitrofi, non la zona del Cesenate. 

Dal 2 marzo e fino al 15 non si potrà uscire dal proprio comune (anche se con meno di 5mila abitanti), se non per motivi di lavoro, di salute o di necessità (qui l'autocertificazione). Vietate le visite a familiari e amici una volta al giorno, anche all’interno del proprio comune, e non si potrà andare nelle seconde case. Scatta la didattica a distanza al 100 per 100 in tutte le scuole, università compresa, tranne asili nido e scuole per l’infanzia. Stop alle competizioni e agli eventi sportivi, l’attività motoria è consentita solo in prossimità di casa. 

La decisione era nell'aria, tanto che il presidente Stefano Bonaccini già ieri mattina aveva affermato che con un aumento dei contagi si era pronti ad estendere misure più dure anche altrove rispetto a Bologna e all'Imolese.

Vaccino Covid in Emilia Romagna: numeri e ultime notizie

Da domani, come da programma, anche gli anziani tra 80 e 85 anni potranno prenotare il vaccino. Le somministrazioni partiranno il giorno dopo.

Nella prima fase, la campagna vaccinale anti-Covid in Emilia Romagna riguarda il personale della sanità e delle Cra - compresi i degenti delle residenze per anziani, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni - e le persone dagli 85 anni in su. 

Alle 14 sono state somministrate complessivamente 385.603 dosi; sul totale, 136.961 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale (qui il conteggio aggiornato in tempo reale)

Covid, le altre notizie di oggi

Vaccini, arrivato un terzo delle dosi previste. L’Italia al palo scommette sul siero J&J

San Marino e il vaccino Sputnik: abbiamo le prove, è ottimo

Vaccini, Gorini: "Astrazeneca è efficace"

Bologna assediata dalle varianti

Variante inglese e vaccini: "Contagia il 40% in più"

Scuole e zone, cosa dice il Cts