Bollettino Covid Marche del 5 febbraio
Bollettino Covid Marche del 5 febbraio

Ancona, 5 febbraio 2021 - Calano, seppur lievemente, i contagi Covid nelle Marche: sono 414 quelli rilevati nelle ultime 24 ore (mentre ieri erano stati 480 e il giorno prima 408). Cala anche l'incidenza di positività: 13,3% (contro il 14,4% di ieri). Sostanzialmente stabile il numero dei rcoveri, i decessi sono delle ultime ore sono 6. Il Servizio Sanità della Regione ha comunicato che sono stati testati 4729 tamponi: 3107 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1497 nello screening con percorso Antigenico) e 1622 nel percorso guariti. Si registrano altri sei decessi.

Aggiornamento Il bollettino Covid del 6 febbraio: dati delle Marche

Le Marche hanno mantenuto la zona gialla, ma nel monitoraggio settimanale della cabina di regia Ministero della Salute / Iss sono state inserite tra le regioni a rischio moderato con un Rt 0,95 di poco sotto la soglia critica pari a 1 dell'indice di trasmissibilità del Coronavirus. 

Bollettino: i dati dell'Emilia Romagna del 5 febbraioCovid, dati di oggi in Italia: bollettino contagi Coronavirus del 5 febbraio

I nuovi contagiati provincia per provincia

I 414 nuovi positivi individuati sono così distribuiti: 82 in provincia di Macerata, 181 in provincia di Ancona, 91 in provincia di Pesaro-Urbino, 21 in provincia di Fermo, 20 in provincia di Ascoli Piceno e 19 fuori regione.

​Come si contrae il virus

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (50 casi rilevati), contatti in setting domestico (88 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (113 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (24 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (9 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (5 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (13 casi rilevati), screening percorso sanitario (1 caso rilevato). Per altri 111 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

Altri 6 morti

Purtroppo si registrano altri 6 decessi. Si tratta di quattro uomini e due donne, tutti con patologie pregresse: cinque della provincia di Ancona e uno di Fermo. Il più giovane aveva 69 anni, il più anziano 101.

Sono diventati 2.033 i decessi dall'inizio della crisi pandemica, 47 nei primi quattro giorni di febbraio. Si tratta di 1.148 uomini e 885 donne, con un'età media di 82 anni: in provincia di Pesaro e Urbino sono morte finora 818 persone, in provincia di Ancona 505, in quella di Macerata 342, 192 nel Fermano e 159 nel Piceno. Tra le vittime ci sono 17 persone non residenti nelle Marche.

I ricoveri

Situazione piuttosto stabile per il numero dei ricoverati per covid negli ospedali marchigiani: sono 606, +1 su ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 74 (-2), quelli in area semi intensiva 151 (invariato su ieri), quelli in reparti non intensivi 381 (+3). I dati del Servizio Sanità della Regione indicano che ci sono stati nelle ultime 24 ore 38 dimessi. Gli ospiti di strutture territoriali sono 217, le persone nei pronto soccorso, tecnicamente non comprese tra i ricoverati, 30. I positivi in isolamento domiciliare scendono da 7.507 a 7.321, gli attualmente positivi (ricoverati più isolati) sono 7.927. In calo anche le persone in quarantena per contatti con contagiati, da 14.910 a 14.714, di cui 4.402 con sintomi, 530 operatori sanitari. I dimessi/guariti dall'inizio della pandemia sono 47.357. 

Screening antigenico

Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 1497 test e sono stati riscontrati 51 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 3%.

Aumentano i ricoveri

E' in crescita il numero dei pazienti 'Covid-19' assistiti negli ospedali delle Marche: sono complessivamente 636, 14 in più rispetto a ieri, dei quali 606 ricoverati nei reparti, uno più del giorno precedente, e 30 (+13) nei pronto soccorso. Nelle terapie intensive sono assistite 74 persone, 2 in meno rispetto al giorno precedente: 21 (-1) a Pesaro, 16 a Torrette, 10 a Jesi, 13 al Covid Hospital di Civitanova Marche, 6 (-1) a Fermo e 8 a San Benedetto del Tronto. Nelle aree di semi-intensiva sono assistiti in 151, come ieri: 51 (-1) a Pesaro, 20 (+1) a Torrette, 7 (+1) al covid di Senigallia, 11 a Jesi, 7 (-1) a Macerata, 28 al Covid Hospital di Civitanova Marche, 12 a Fermo, 8 San Benedetto del Tronto e 8 ad Ascoli Piceno. 

Gli altri 381 (+3) pazienti sono ricoverati in reparti non intensivi: 20 (+1) al covid, 1 in ostetricia e 3 in psichiatria a Pesaro, 37 a malattie infettive, 20 al Cov4, 1 alla pediatria e 1 in pediatria di Torrette, 46 all'Inrca di Ancona, 20 all'Inrca di Fermo, 51 (+1) al covid di Jesi, 19 (-2) al covid di Senigallia, 41 (-1) a malattie infettive a Macerata, 14 al Covid Hospital di Civitanova Marche, 18 a Camerino, 39 (+1) a malattie infettive di Fermo, 23 (-2) al covid di San Benedetto del Tronto, 9 (+1) a malattie infettive di Ascoli Piceno e 18 (+3) presso la casa di cura Villa Serena.

In tutta la regione ci sono 7.321 persone in isolamento domiciliare, 186 meno di ieri, mentre nelle strutture territoriali sono ospitati complessivamente 217 pazienti (-2): 40 a Campofilone ( Fermo), 29 (-2) a Chiaravalle (Ancona), 56 (+1) a Galantara (Pesaro-Urbino), 20 alla riabilitazione di Macerata Feltria (Pesaro-Urbino), 26 a Fossombrone (Pesaro-Urbino), 11 a Ripatransone (Ascoli Piceno) e 35 (-1) presso la residenza dell'Inrca di Ancona. Sono diventati complessivamente 47.357 i dimessi-guariti, 583 più di ieri.

Nelle Marche, i casi positivi complessivamente diagnosticati nelle ultime 24 ore sono stati 414 e il totale è salito a 57.311 dall'inizio della crisi: 13.233 (+91) risiedono in provincia di Pesaro e Urbino, 16.664 (+181) in quella di Ancona, 12.116 (+82) in quella di Macerata, 6.705 (+21) nel Fermano e 6.454 (+20) nel Piceno; inoltre, sono 2.139 (+19) le persone positive non sono residenti nella regione. E' tornato a decrescere il numero di coloro che sono in isolamento volontario nella propria abitazione, ora 14.714 (-196); tra questi, i soggetti sintomatici sono 4.402 (-60), con 530 (-18) operatori sanitari in quarantena. Dall'inizio dell'epidemia i marchigiani che hanno trascorso volontariamente in casa il periodo di isolamento sono diventati 184.113, i casi complessivamente diagnosticati 429.688 e i tamponi processati 712.718, numero che comprende anche i test effettuati sulla stessa persona e il percorso guariti.