Bologna, 6 febbraio 2021 –  Contagi praticamente invariati rispetto a ieri in Emilia Romagna, così come il rapporto tra nuovi positivi e test. Il bollettino Covid di oggi, 6 febbraio, registra 1.383 casi (ieri 1.364) su 28.369 tamponi: il 4,9%. Putroppo, nelle ultime 24 ore sono morte altre 44 persone.

Aggiornamento Bollettino Italia ed Emilia Romagna del 7 febbraio - I numeri nazionali Coronavirus oggi, il bollettino del 6 febbraio. Dati Covid Italia e regione per regione

Il Covid in Italia: dati e tabella delle regioni

Da ieri in Italia sono stati rilevati 13.442 nuovi casi di Coronavirus a fronte di 282.407 test effettuati per un tasso di positività del 4,75%. Ieri erano stati rilevati 14.218 nuovi casi a fronte di 270.507 test (tasso di positività del 5,2%). E' quanto emerge dal quotidiano bollettino sul coronavirus emesso da Protezione Civile e Ministero della Salute.

Scende il numero dei ricoveri in terapia intensiva, dove ora ci sono 2.110 persone (-32 da ieri). I guariti sono 2.107.061 (+15.138), 427.034 gli attualmente positivi (-2.084). La regione con i dati più alti e la Lombardia con 1.923 contagi, seguono con 1.546 nuovi positivi la Campania e con 1.383 l'Emilia Romagna.

image

Il virus in Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia Romagna si sono registrati 225.545 casi di positività. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 15.016 tamponi molecolari, per un totale di 3.070.594. A questi si aggiungono anche 283 test sierologici e 13.380 tamponi rapidi.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 585 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 375 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 606 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42 anni.

Sui 585 asintomatici, 371 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 34 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 23 con gli screening sierologici, 8 tramite i test pre-ricovero. Per 149 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 344 nuovi casi e Rimini con 191; poi Modena (181), Reggio Emilia (122) e Ferrara (104), a seguire Cesena (86), Ravenna (84), Imola (81). Quindi le province di Piacenza (73), Parma (61) e Forlì (56).

Altri 44 morti

Purtroppo, si registrano 44 nuovi decessi: 5 a Piacenza (tre donne di 70, 88 e 94 anni e due uomini di 73 e 75 anni); 1 in provincia di Parma (un uomo di 83 anni); 4 a Reggio Emilia (tre donne di 78, 84 e 92 anni e un uomo di 77 anni); 7 nella provincia di Modena (tre donne di 77, 88 e 90 anni e quattro uomini di 58, 74, 81 e 92 anni); 6 in provincia di Bologna (tre donne di 77, 80 e 94 anni e tre uomini di 57, 79 e 82 anni); 2 nel Ferrarese (una donna di 88 e un uomo di 66 anni); 4 in provincia di Ravenna (quattro donne di 65, 72, 83 e 99 anni); 13 in provincia di Forlì-Cesena (nove donne di 77, 79, 83, due di 84, 88, 92, 95, 96 e quattro uomini di 71, 76, 78, 97 anni); 2 nel Riminese (una donna di 82 anni e un uomo di 92 anni).

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 9.812.

Calano i ricoveri

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.825 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 173.085.

casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 42.648 (-486 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 40.509 (-453), il 95% del totale dei casi attivi.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 183 (+1 rispetto a ieri), 1.956 quelli negli altri reparti Covid (-34).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 15 a Piacenza (-2), 11 a Parma (-1), 16 a Reggio Emilia (+1), 35 a Modena (-3), 41 a Bologna (+5),12 a Imola (invariato rispetto a ieri), 25 a Ferrara (invariato), 4 a Ravenna (-1), 2 a Forlì (invariato), 4 a Cesena (+2) e 18 a Rimini (invariato).

La mappa dei contagi

I casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono alla provincia in cui è stata fatta la diagnosi, sono così distribuiti a livello provinciale: 18.759 a Piacenza (+73 rispetto a ieri, di cui 42 sintomatici), 15.714 a Parma (+61, di cui 49 sintomatici), 29.843 a Reggio Emilia (+122, di cui 66 sintomatici), 39.589 a Modena (+181, di cui 134 sintomatici), 44.658 a Bologna (+344, di cui 206 sintomatici), 7.278 casi a Imola (+81, di cui 39 sintomatici), 13.176 a Ferrara (+104, di cui 23 sintomatici), 16.970 a Ravenna (+84, di cui 57 sintomatici), 8.566 a Forlì (+56, di cui 45 sintomatici), 9.826 a Cesena (+86, di cui 66 sintomatici) e 21.166 a Rimini (+191, di cui 71 sintomatici).

Vaccino, somministrate 251.251 dosi

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, per poi proseguire con gli ultraottantenni assistiti a domicilio.

Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 251.251 dosi, di cui 3.450 oggi; sul totale, 112.195 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Alla luce delle nuove forniture di dosi di Moderna e Pfizer-Biontech previste in Emilia-Romagna per questa settimana, anche per i prossimi giorni proseguiranno in via prioritaria i richiami, con la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto la prima, e ai degenti delle Cra.

image

Focolaio Covid al Sant'Orsola

A seguito dello screening sui pazienti ricoverati che viene eseguito routinariamente tramite tampone ogni tre giorni sono emersi alcuni casi, tutti asintomatici, di positività al Coronavirus nel reparto di Gastroenterologia dell'ospedale Sant'Orsola di Bologna: quattro operatori e sei pazienti ricoverati. Una seconda analisi ha poi evidenziato che si tratta di varianti del Covid, ancora in fase di definizione il tipo di variante.

Immediate le misure di precauzione adottate per evitare la diffusione del contagio: il reparto ha cessato di ricoverare altri pazienti, i casi positivi sono stati trasferiti nei reparti Covid dell’ospedale e sono stati eseguiti nuovamente i tamponi ai pazienti e agli operatori, risultati tutti negativi. Il tampone verrà ripetuto anche i prossimi due giorni. 

Vaccino, a San Marino neppure un'iniezione

Nemmeno una vaccinazione è stata ancora effettuata contro il Covid-19 a San Marino: non ci sono le fiale, non sono mai arrivate. La tensione è altissima fra i cittadini, i medici e all’interno del governo, mentre una pagina Facebook scandisce inesorabilmente il tempo trascorso da quando, nel resto d’Europa, sono iniziate le vaccinazioni (il 27 dicembre) e il nulla che avvolge il Titano: oggi saranno 41 giorni di attesa, di speranza che da un momento all’altro il prezioso carico passi il confine di Stato.

Dopo gli annunci, fatti durante le scorse settimane da parte del ministro alla Sanità sammarinese, Roberto Ciavatta, dell’arrivo delle prime 300 dosi (San Marino ne ha ordinate 50mila) per iniziare a vaccinare il personale medico, l’esecutivo si è chiuso in un imbarazzato, quanto angosciato silenzio.

image

Covid, le ultime notizie

Focolaio Covid al Sant'Orsola di Bologna: trovata variante del Coronavirus

Prenotazione vaccino Covid in Emilia Romagna: come si fa

I contagi nelle Marche - e in Veneto

Spostamenti tra regioni e nuovo Dpcm: le ultime notizie di oggi. Cosa sappiamo finora