Coronavirus, bollettino covid 19 settembre. Dati dell'Emilia Romagna (Ansa)
Coronavirus, bollettino covid 19 settembre. Dati dell'Emilia Romagna (Ansa)

Bologna, 19 settembre 2020 - Sono 133 i nuovi casi positivi in Emilia Romagna da Coronavirus (contro i 121 del giorno precedente)e due i decessi nelle ultime 24 ore. A dirlo è il consueto bollettino dell'Emilia Romagna. 71 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 62 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti.  A livello nazionale, a a fronte di una curva dei contagi in flessione (1.638 contro i 1.907 di ieri) , è boom di vittime: quasi raddoppiate rispetto al giorno prendente. Oggi infatti sono 24.

LEGGI ANCHE Coronavirus in Italia: dati e tabella - L'aggiornamento del 20 settembre

.Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, nella nostra regione sono stati registrati 34.225 casi di positività, 133 in più rispetto a ieri, di cui 71 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.

Contagi di rientro

Sono 20 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è 10.

Età media dei positivi

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37,7 anni.

Su 71 nuovi asintomatici, 28 sono stati individuati attraverso i test per categoria introdotti dalla Regione, 4 tramite i test pre-ricovero, 37 grazie all’attività di contact tracing e in un caso da screening sierologico. Per un ultimo caso positivo asintomatico al momento della diagnosi non è al momento noto il motivo di esecuzione del tampone.

I decessi

Purtroppo, si sono verificati due decessi, nel piacentino: un uomo di 90 anni, di Fiorenzuola d’Arda, e una donna di 92 anni di Piacenza.

Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Bologna (23), Piacenza (15), Parma (19), Reggio Emilia (15), Modena (24).

Bologna

A Bologna e provincia sono 23 i nuovi casi positivi, di cui 16 riconducibili a focolai e 7 sporadici. Tre sono rientri dall’estero, 4 da altre regioni italiane.Sui 10 asintomatici, 3 casi sono emersi in seguito ad attività di contact-tracing, 5 da test per categoria e 2 da test pre-ricovero.

Parma e Piacenza

Quindici i nuovi positivi in provincia di Piacenza: 3 sono rientri dall’estero (2 dalla Romania - di cui uno sintomatico - e uno dall’Ucraina), mentre un altro, sintomatico, da altra regione italiana (Sardegna). Un nuovo caso è un paziente che ha manifestato sintomi; altri 7 nuovi (di cui 6 sintomatici) sono contatti stretti di focolai preesistenti. Un altro (sintomatico) è stato individuato a seguito dell’intervento dell’Usca; uno dopo un accesso al Pronto soccorso (ed esecuzione del tampone) e uno in seguito a uno screening per accedere a una comunità. In provincia di Parma, sui 19 nuovi positivi (tutti sporadici) 3 riguardano rientri dall’estero e uno da altra regione italiana. Sui 10 asintomatici, 4 sono emersi tramite attività di contact tracing, 5 da test per categoria, mentre per uno al momento non è noto il motivo di esecuzione del tampone.

Reggio Emilia

Sul territorio reggiano, su 15 nuovi positivi (di cui 14 in isolamento domiciliare), 8 sono riconducibili a focolai familiari, mentre 5 sono casi sporadici; un caso è un rientro dall’estero (Romania), un altro è stato individuato tramite screening.

Modena

Nel modenese, su 24 nuovi positivi, 3 sono rientri dall’estero (uno dalla Repubblica Dominicana, 2 dalla Francia), 4 da altre regioni italiane (uno Sardegna e 3 dalla Puglia). Tredici sono contatti di casi noti (legati a diversi focolai), 2 casi sporadici in cui al momento non è stato individuato il link epidemiologico; infine, 2 persone sono risultate positive nell’ambito di screening. L'Ausl modenese ha informato oggi che, tra i contagiati, c'è anche uno studente di un liceo di Carpi.

Tamponi effettuati

I tamponi effettuati sono 8.998, per un totale di 1.077.776. A questi si aggiungono anche 2.306 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.438 (69 in più di quelli registrati ieri).

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.245 (79 in più rispetto a ieri), il 95% dei casi attivi. I pazienti in terapia intensiva scendono a 19 (-2 rispetto a ieri), e i ricoverati negli altri reparti Covid a 174 (-8).

Le persone complessivamente guarite hanno raggiunto quota 25.313 (+61 rispetto a ieri): 7 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 25.306 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

La mappa del contagio

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.948 a Piacenza (+15, di cui 10 sintomatici), 4.175 a Parma (+19, di cui 9 sintomatici), 5.672 a Reggio Emilia (+15, di cui 5 sintomatici), 4.784 a Modena (+24, di cui 7 sintomatici), 6.074 a Bologna (+23, di cui 13 sintomatici), 549 a Imola (+5, di cui 4 sintomatici), Ferrara 1.379 (+8, di cui 6 sintomatici), a Ravenna 1.716  (+7, di cui 1 sintomatico), 1.292 a Forlì (+3, di cui 2 sintomatici), 1.090 a Cesena (+9, di cui 3 sintomatici ) e 2.546 a Rimini (+5, di cui 2 sintomatici).

Il viceministro Sileri 

"Il presidente Bonaccini ha gestito il problema Covid in maniera eccellente. Il fatto che il modello della Sanità dell'Emilia Romagna fosse non solo buono, ma direi da prendere come esempio dalle altre regioni l'ho sempre pensato, già prima di entrare in politica. Sono quei modelli che funzionano". Così il viceministro Pierpaolo Sileri, prima di firmare il Decreto ministeriale che inserisce il Policlinico Sant'Orsola di Bologna tra gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico in Italia, ha elogiato la sanità emiliano romagnola che ha saputo gestire l'emergenza pandemia: "Che il modello abbia funzionato - ha rimarcato Sileri - lo si è visto in periodo di emergenza".

Covid in Italia, cala la curva dei contagi ma è boom di decessi

Cala la curva epidemica del Coronavirus in Italia. Dopo l'aumento di casi registrati ieri (1.907), oggi il nuovo bollettino registra 1.638 nuovi positivi. Più che raddoppiato invece il numero dei morti: 24 contro i dieci del giorno precedente.

Preoccupante l'ultima la relazione settimanale dell’Istituto superiore di sanità. "In Italia – rileva l’Iss – si osserva un lento e progressivo peggioramento dell’epidemia di Sars-Cov-2, sebbene con un andamento più contenuto rispetto a quello osservato in altri Paesi europei".  Anche in Italia i contagi da Covid sono in aumento e si alza l’età mediana, che passa a 41 anni. Il 35% dei nuovi positivi sono persone sopra i 50 anni. Il virus viaggia in famiglia: dai più giovani ai più anziani. "Bisognerà essere pronti alla attivazione di ulteriori interventi in caso di evoluzione in ulteriore peggioramento", rileva ancora il report.

 

 

Le altre notizie di oggi

Curva epidemica in calo nelle Marche - La Toscana resta sopra i 100 casi

Mondo, gli aggiornamenti sui contagi