Bologna, 5 aprile 2021 - I casi attivi non calano, aumentano ancora i ricoveri sia nelle terapie intensive sia nei reparti non critici, le vittime di oggi sono 38. E' con questi numeri che l'Emilia Romagna si affaccia al giorno in cui entrano in vigore i nuovi colori delle regioni. Ma per la nostra regione l'orizzonte è piatto: altri 15 giorni in zona rossa. Questo dice l'ordinanza del ministero della Salute per arginare il coronavirus che è stata pubblicata in Gazzetta ufficiale venerdì scorso.

Aggiornamento: bollettino Covid Italia ed Emilia Romagna del 6 aprileDal 6 aprile torna la zona rossa 'feriale' in Emilia Romagna: ecco i negozi aperti - 'Frode Covid': pacco sospetto consegnato a Bonaccini - Covid oggi: dati Italia del 5 aprile 2021. Contagi Coronavirus regione per regione 

Da mercoledì 7, però, riaprono anche in Emilia Romagna le scuole in presenza almeno per gli alunni più piccoli: nidi, scuola dell’infanzia, elementari e prima media. Nelle zone arancioni, come Marche e Veneto, invece tornano a scuola i ragazzi fino alla terza media, e anche parte di quelli alle superiori.

Coronavirus in Italia: dati e tabella regioni

E' di 10.680 nuovi casi e 296 morti il bilancio della pandemia da Coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia. Da ieri sono stati effettuati 250.933 tamponi, per un tasso di positività che si attesta al 4,25%. Sono 9.323 le persone guarite da ieri, 2.997.522 da inizio pandemia.

Sono 3.737 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, in aumento di 34 unità rispetto a ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione, secondo i dati del ministero della Salute, sono 192 (ieri 195). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 28.785 persone, in aumento di 353 unità rispetto a ieri.

Covid oggi in Emilia Romagna

Oggi si contanto 1.493 nuovi contagi, di cui 672 asintomatici e 38 vittime: entrambi i  numeri sono in aumento rispetto a ieri quando i casi erano stati 1.700 e le vittime legate al covid 35. Dopo un paio di giorni di sollievo, tanto a preoccupare la situazione negli ospedali, dove da settimane medici e infernieri fanno i conti con un super-lavoro al limite del possibile. Nelle terapie intensive della regione sono ricoverati oggi 366 malati covid (+6 rispetto a domenica) e nei reparti non critici 3.149 pazienti (+32). I casi attivi, purtroppo, restano stabili a 72.206 (+18 rispetto a ieri), nonostante ci siano 1.437 guariti. La provincia con più contagi, oggi, è Modena sono 288 casi, seguita da Bologna (262 a cui vanno però aggiunti i 48 dell'Imolese) e Rimini (201).

image

I morti

Purtroppo, si registrano 38 nuovi decessi: 1 nella provincia di Parma (una donna di 83 anni); 2 nella provincia di Reggio Emilia (due donne di 63 e 93 anni); 4 nella provincia di Modena (due donne di 81 e 90 anni; 2 uomini, rispettivamente di 68 e 84 anni); 12 nella provincia di Bologna (6 donne: di 70, 76, 79, 83, 85 e 91 anni, e 6 uomini: di 64, 79, 2 di 81, 2 di 87); 6 nella provincia di Ferrara (una donna di 72 e 5 uomini di 50, 61, 72, 80 e 81 anni); 6 in provincia di Ravenna (due donne di 63 e 92 anni e quattro uomini di 81, 84, 85 e 94 anni); 1 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 89 anni; 5 nel riminese (una donna di 90 anni e quattro uomini di 64, 66, 88 e 93 anni). Un decesso riguarda una persona residente al di fuori della Regione Emilia-Romagna. Nessun decesso in provincia di Piacenza.

I ricoveri per covid

Sono 3.149 (+32) i pazienti affetti da covid ricoverati nei reparti di area medica e  366 (+6 rispetto a ieri) quelli nelle terapie intensive: 10 a Piacenza (+1), 30 a Parma (+2), 31 a Reggio Emilia (invariato rispetto a ieri), 67 a Modena (invariato), 103 a Bologna (+2), 20 a Imola (+1 ), 40 a Ferrara (numero invariato rispetto a ieri), 19 a Ravenna (invariato), 11 a Forlì (invariato), 6 a Cesena (+1) e 29 a Rimini (-1).

Sintomatici e asintomatici per provincia

Ecco come sono suddivisi i 1.493 nuovi casi refertati nelle ultime ore: 31 a Piacenza (di cui 16 sintomatici), 111 a Parma (di cui 58 sintomatici), 127 a Reggio Emilia (di cui 55 sintomatici), 288 a Modena (di cui 213 sintomatici), 262 a Bologna (di cui 137 sintomatici), 48 casi a Imola (di cui 26 sintomatici), 143 a Ferrara (di cui 47 sintomatici), 135 a Ravenna (di cui 27 sintomatici), 63 a Forlì (di cui 49 sintomatici), 84 a Cesena (di cui 64 sintomatici) e 201 a Rimini (di cui 129 sintomatici)

Covid Bologna

Tempo di restrizioni e strette anti-Covid a Pasqua e Pasquetta per il secondo anno consecutivo. Nella zona rossa del 3,4,5 aprile – stabilita a livello nazionale – i bolognesi si sono dimostrati, in linea generale, ligi alle regole. Lo dice il numero non elevato di multe (65) fatte dai carabinieri dopo l’intensificarsi dei controlli nel weekend. Ci sono stati anche tre esercizi pubblici sanzionati. Tante persone sul pratone davanti alla basilica di San Luca (video): molti bolognesi non hanno voluto rinunciare alla tradizionale gita di Pasquetta, salendo al Colle magari per il sentiero dei Bregoli.

image

I vaccini covid

Alle 15 di oggi sono state somministrate complessivamente 953.228 dosi; sul totale, 308.525 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le vaccinazioni anti covid non si sono fermate nel fine settimana pasquale. Gli operatori sono attivi anche oggi, lunedì dell’Angelo. Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato.

Zona rossa: i parametri dell'Emilia Romagna

A condannare la nostra regione ad altre due settimana di massime restrizioni "fatta salva una nuova classificazione" sono vari fattori: la pressione sugli ospedali che, però, è finalmente in diminuzione: 47% dei malati covid nelle terapie intensive e 48% nei reparti non critici. Poi c'è l'incidenza dei nuovi casi, anche questo un parametro in miglioramento, ma ancora in zona critica: sono 286.28 (tre settimane abbiamo raggiunto l'allarmante picco di 434.26).

Poi c'è la percentuale dei nuovi tamponi positivi (vengono esclusi da questi calcolo quelli di controllo e di screening) che è in salita: dall'11,6% al 12,7%. A fronte di ciò, è invece in calo la percentuale dei casi per cui viene fatto il contact tracing: ossia il contatto da parte dell'Ausl di amici e parenti incontrati da un nuovo positivo negli ultimi giorni per arginare il contagio. Il dato è all'88,7%, in diminuzione rispetto alla rilevazione ministeriale precedente.

Reggio Emilia anticipa i vaccini Astrazeneca per chi ha 75-79 anni

Nella provincia sono arrivate 11.990 nuovi dosi di vaccino AstraZeneca, perciò l'Ausl ha deciso di anticipare a questa settimana 4mila appuntamenti - previsti dal 12 aprile in poi - per persone della classe di età 75-79 anni. In questo modo - informa la direzione - tutti i prenotati di questa fascia d'età (21mila persone in tutto) potranno ricevere la prima dose di vaccino entro il 12 aprile. Le persone che erano prenotate dopo il 12 aprile stanno ricevendo un sms con il nuovo appuntamento, in cui è indicato il giorno, l'ora e il luogo dove andare per essere vaccinati. Dal 12 aprile in tutta la regione potranno prenotarsi le persone della fascia di età 70-74 anni (qui come fare).

Covid: le ultime notizie di oggi

Effetti collaterali vaccino Covid: Pfizer, AstraZeneca, Moderna e Johnson & Johnson

Colori regioni dal 6 aprile: quando cambiano. Regole zona rossa e arancione

Pasquetta 2021 in zona rossa: regole. Cosa si può fare oggi 5 aprile

Zona arancione regole: cosa si può fare dal 6 aprile