Ancona, 12 febbraio 2021 - Nel giorno in cui le Marche vengono riconfermate in zona gialla (con l'interrogativo di possibili microzone arancioni, come Ancona, la prossima settimana), cresce la percentuale dei casi positivi da coronavirus, mentre diminuisce il numero dei contagi. Infatti, nelle ultime 24 ore sono stati scoperti 515 casi (ieri 530) su analizzati 3..414 tamponi nel percorso nuove diagnosi (di cui 1.225 nello screening con percorso Antigenico) e 1815 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 15,1%). Ieri questo rapporto era all'11,7%. Crescono anche se di poco (+3) i ricoveri mentre rimangono stabili le terapie intensive.

AGGIORNAMENTO Bollettino 13 febbraio: in regione tornano a calare i casi e l'incidenza

Zone Italia: Rt nazionale a 0,95. Colore arancione per Abruzzo, Liguria, Toscana e Trento

La mappa del contagio

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 515: 108 in provincia di Macerata, 197 in provincia di Ancona, 122 in provincia di Pesaro-Urbino, 24 in provincia di Fermo, 54 in provincia di Ascoli Piceno e 10 fuori regione.

image

Come ci si contagia

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (59 casi rilevati), contatti in setting domestico (80 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (199 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (27 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (5 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (2 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (28 casi rilevati), screening percorso sanitario (2 casi rilevati). Per altri 113 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 1225 test e sono stati riscontrati 76 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 6%.

Decessi

Sono undici le vittime registrate nelle ultime 24 ore nelle Marche. Che fanno salire il totale a 2.096 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Sono morti 8 uomini e 3 donne, tra i 65 e i 96 anni, tutti con patologie pregresse. Sei erano di Ancona e provincia, 3 del Fermano, 2 della provincia di Pesaro Urbino.

Ricoveri in leggero aumento

Ricoveri in reparti semi intensivi e non intensivi in leggero aumento (+3). Mentre rimangono stabili le Terapie intensive. I dimessi dono +34 rispetto al giorno precedente.

Marche in zona gialla

Oggi il ministero della Salute si è espresso sul colore delle regioni, come ogni venerdì: le Marche sono state riconfermate gialle. La prossima settimana si vedrà se alcune zone si tingeranno di arancione (come Ancona), in aree dove si è registrato un boom dei contagi negli ultimi giorni. Circola infatti la variante inglese, così come a Urbania dove sono stati registrati i primi casi

Coronavirus Italia e mondo

Le Marche verso la riconferma, ma Ancona preoccupa

Muoversi in zona gialla? Come evitare i rischi

Impianti sciistici: quando, dove e come riapriranno