Ancona, 13 febbraio 2021 - Tornano a scendere i casi e la percentuale di contagi da coronavirus nelle Marche, oggi, sabato 13 febbraio. Anche se d Ancona permane sempre una situazione preoccupante con un boom di positivi. La regione, dunque, incassa un altro dato positivo dopo la riconferma in zona gialla, arrivata ieri, nell'ultima decisione dei colori delle regioni presa dal governo Conte.  

AGGIORNAMENTO Covid nelle Marche 14 febbraio: risale la percentuale dei contagi

Nel primo bollettino Covid delle Marche, nelle ultime 24 ore, sono stati registrati 405 nuovi casi da coronavirus (ieri erano 515) su 3.884 tamponi analizzati nel percorso nuove diagnosi e 2199 nel percorso guariti. Il rapporto tra il numero dei positivi e dei test processati è pari al 10,4% (ieri era oltre il 15%). Otto in decessi (il giorno precedente erano stati 11). Nel percorso screening antigenico, invece, sono stati effettuati 1.513 test e sono stati riscontrati 111 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 7%. Aumentano i ricoveri rispetto al giorno precedente (+10) ma rimane stabile la Terapia intensiva.

La mappa del contagio

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 405: 69 in provincia di Macerata, 218 in provincia di Ancona, 65 in provincia di Pesaro-Urbino, 18 in provincia di Fermo, 20 in provincia di Ascoli Piceno e 15 fuori regione).

Come ci si contagia

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (48 casi rilevati), contatti in setting domestico (84 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (141 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (22 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (7 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (1 caso rilevato), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (21 casi rilevati), screening percorso sanitario (3 casi rilevati). Per altri 78 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

Ricoveri in aumento

In aumento i ricoverati per Covid negli ospedali delle Marche: sono 617, +10 su ieri. Invariati i pazienti in terapia intensiva, 75, quelli in area semi intensiva salgono a 163 (+4) e quelli in reparti non intensivi a 379 (+6) su ieri. I dati del Servizio Sanità della Regione indicano che ci sono stati anche 26 dimessi. Gli ospiti di strutture territoriali (Rsa dedicate) sono 197, le persone nei pronto soccorso (tecnicamente non considerate tra i ricoverati) 43. I positivi in isolamento domiciliare salgono da 7.352 a 7.462, gli attualmente positivi (ricoverati più isolati) sono 8.079. Le persone in quarantena per contatti con contagiati salgono da 15.050 a 15.568, di cui 4.788 con sintomi, 405 operatori sanitari. I dimessi/guariti dall'inizio della pandemia sono 50.278. 

I decessi 

E sono 8, dopo le 11 di ieri, le vittime correlate al Covid-19, tutte con patologie pregresse: 2 donne e 8 uomini, di età compresa tra 75 e 94 anni. Sono così saliti a 2.104 i decessi dall'inizio della crisi pandemica, 108 nel solo mese di febbraio, con un'età media di 82 anni: in provincia di Pesaro-Urbino sono morte finora 827 persone, in provincia di Ancona 539, in quella di Macerata 354, 202 nel Fermano e 165 nel Piceno. Tra le vittime ci sono anche 17 persone non residenti nelle Marche.

Marche ancora in zona gialla

Le Marche sono state riconfermate zona gialla. Nonostante questo, il presidente della Regione Acquaroli sta pensando specifiche restrizioni per quelle aree più colpite dal virus. Il riferimento è ai Comuni della provincia di Ancona, dove si registra una maggiore incidenza di casi positivi in controtendenza rispetto alle altre province marchigiane. Un fattore rilevante è rappresentato dalle varianti del virus

Vaccini Covid over 80: boom di prenotazioni

Sono già trentamila - ed è solo il primo giorno - le prenotazioni degli over 80 per avere il vaccino anti-Covid nelle MarcheIl numero verde infatti già dai primi minuti era ‘intasato’. Oltre alla piattaforma online, è possibile, armandosi di pazienza, prenotarsi attraverso un call center (numero verde 800.009.966) attivo da lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 (esclusi sabato e festivi). Una volta presa la linea è necessario inserire il codice relativo alla propria regione: nel nostro caso il 110. 

Coronavirus Italia

Quattro nuove zone arancioni: l'Rt nazionale sfiora l'1

Vaccini per gli over 80 nelle Marche: trentamila prenotazioni solo il primo giorno

Varianti Covid: "Vanno anticipate, non inseguite"

Marche riconfermate gialle, Acquaroli rimanda a lunedì nuove restrizioni