Bologna, 29 marzo 2021 – Calano ancora i contagi in Emilia Romagna, ma come ogni lunedì ciò succede anche a fronte di una diminuzione del numero dei test. Ma si contano altri 55 morti. Il bollettino Covid di oggi, 29 marzo, registra 2.011 positivi, il 16,8% degli 11.964 tamponi processati. La percentuale dei nuovi casi sul numero di esami non è tuttavia indicativa dell’andamento generale, poiché la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni. Inoltre, nei festivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 8.254 tamponi molecolari, per un totale di 3.960.385.  A questi si aggiungono anche 3.710 tamponi rapidi.

I dati nazionali Coronavirus in Italia oggi: bollettino dei contagi Covid. I dati del 29 marzo 2021

Aumentano i ricoveri per Coronavirus (+100), mentre diminuiscono i posti occupati nelle terapie intensive della regione (-3).

image

Il Coronavirus in Italia: i dati e la tabella delle regioni

Sono 12.916 i nuovi casi Covid nelle 24 ore in Italia, contro i 19.611 di ieri ma con molti meno tamponi, come sempre il lunedì: 156.692, 116mila in meno. Tanto che il tasso di positività schizza all'8,2% (+1% rispetto a ieri).

I decessi sono 417 (ieri 297), per un totale di 108.350 vittime da inizio epidemia. Ancora in crescita i ricoveri: le terapie intensive salgono di altre 42 unità (ieri +44) con 192 ingressi del giorno, e sono 3.721 in tutto, mentre i ricoveri ordinari aumentano di ben 462 unità (ieri +80), e salgono a quota 29.163. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

Il Coronavirus in Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia Romagna si sono registrati 333.169 casi di positività.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 910 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 711 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 857 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. 
L’età media dei nuovi positivi di oggi è 43,2 anni.

Per quanto riguarda i 910 asintomatici, 524 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 46 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 43 con gli screening sierologici, 13 tramite i test pre-ricovero. Per 284 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 411 nuovi casi, seguita da Modena (312); poi Ferrara (242) e Rimini (214), quindi Parma (165), Reggio Emilia (155), Ravenna (145), Forlì (140), Cesena (120). Infine, Imola (57) e Piacenza (50).

Covid, altri 55 morti in Emilia Romagna

Purtroppo, si registrano 55 nuovi decessi: 3 a Piacenza (due donne di 63 e 82 anni e un uomo di 90); 1 a Parma (una donna di 61 anni); 3 a Reggio Emilia (una donna di 84 anni e due uomini di 46 e 78 anni); 5 a Modena (tre donne, di 69, 84 e 96 anni e due uomini, di 70 e 72), 25 a Bologna (11 donne, di71, 75, 80, 83, 84, 90, due di 92, poi 93, 94 e 99 anni; 14 uomini, di 54, 56, 73, 75, 77, 81, tre di 83, 85, 87, 88, 92 e 96 anni), 12 a Ferrara (5 donne di 74, 79, 83, 88 e 93 anni e 7 uomini, di 57, 76, 79, 82, 85, 87 e 91 anni), 4 a Ravenna (tre donne, di cui una di 57 anni e due di 83 e un uomo di 88 anni), 1 a Forlì (una donna di 93 anni) e 1 a Rimini (un uomo di 86 anni).

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 11.792.

Aumentano i ricoveri, calano le terapie intensive

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 805 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 247.487. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 73.890 (+1.151 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 69.952 (+ 1.054), il 94,6% del totale dei casi attivi.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 398 (- 3 rispetto a ieri), 3.540 quelli negli altri reparti Covid (+100). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 6 a Piacenza (-2 rispetto a ieri), 30 a Parma (invariato), 33 a Reggio Emilia (+1), 75 a Modena (-3), 122 a Bologna (+2), 23 a Imola (-1), 37 a Ferrara (invariato), 21 a Ravenna (+1), 10 a Forlì (-1), 8 a Cesena (invariato) e 33 a Rimini (invariato).

I dati dei contagi nelle province dell'Emilia Romagna

I casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono alla provincia in cui è stata fatta la diagnosi, sono così distribuiti: 21.686 a Piacenza (+50 rispetto a ieri, di cui 33 sintomatici), 22.898 a Parma (+165, di cui 82 sintomatici), 40.239 a Reggio Emilia (+155, di cui 67 sintomatici), 57.072 a Modena (+312, di cui 225 sintomatici), 71.966 a Bologna (+411, di cui 192 sintomatici), 11.537 casi a Imola (+57, di cui 27 sintomatici), 19.945 a Ferrara (+242, di cui 81 sintomatici), 26.019 a Ravenna (+145, di cui 77 sintomatici), 13.579 a Forlì (+140, di cui 93 sintomatici), 16.533 a Cesena (+120, di cui 88 sintomatici) e 31.695 a Rimini (+214, di cui 136 sintomatici). 

Vaccini notturni, si parte

E’ per stasera, lunedì 29 marzo, il primo appuntamento per i vaccini notturni, dalle 20 alle 24, presso il Punto vaccinale della Fiera di Bologna. A vaccinarsi 350 persone tra operatori sanitari e sociosanitari, forze dell’ordine, veterinari e gli iscritti agli ordini delle professioni sanitarie.

Alle ore 22 Raffaele Donini, assessore Regionale alle Politiche per la Salute, Giuliano Barigazzi, assessore alla Sanità del Comune di Bologna e Paolo Bordon, direttore generale dell'Ausl di Bologna, saranno presenti nel Punto Vaccinale per salutare e ringraziare gli operatori sanitari e i cittadini. Disponibili anche alle domande dei giornalisti.

I prossimi appuntamenti con il vaccino fino a mezzanotte sono mercoledì 31 marzo e venerdì 2 aprile sempre in Fiera.

“Entro la fine della settimana apriremo fino a mezzanotte almeno un hub in ognuna delle province dell'Emilia Romagna”. Lo annuncia il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, visitando il nuovo centro vaccinale aperto in una palestra a Budrio. "Pronti ad aumentare ulteriormente le dosi: abbiamo superato le 20mila al giorno, ma possiamo fare ben oltre. L'importante è che arrivino le dosi. Se arrivano siamo in grado di organizzarci al meglio”, aggiunge.

La campagna vaccinale in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dagli 80 in su; proseguono le vaccinazioni anche per il personale scolastico e le forze dell’ordine. Riprese anche le prenotazioni e le somministrazioni vaccinali per le persone dai 75 ai 79 anni, dopo il via libera dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema) sul vaccino AstraZeneca e l’autorizzazione di Aifa.

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 825.340 dosi; sul totale, 283.205 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

image

Coronavirus, le altre notizie di oggi

Vaccino italiano Covid: come e dove candidarsi in Emilia Romagna

Covid, Crisanti: "Ritorno alla normalità? Tra agosto e settembre"

Covid Veneto, Zaia: "Ecco il sistema unico per le vaccinazioni"

Pasqua 2021 in zona rossa: spostamenti verso parenti e amici, cosa cambia

Zona rossa a Pasqua: fino a quando? Cosa può succedere ad aprile

Zona rossa: a Rimini tutti in spiaggia

Vaccino Covid, nelle Marche tocca agli over 70. Tre le opzioni