Bologna, 12 gennaio 2021 - L'aveva anticipato in tv il Governatore Stefano Bonaccini, lo confermano i numeri del bollettino di oggi: frena l'epidemia da Coronavirus in Emilia Romagna. Oggi sono stati rilevati in regione 1.563 nuovi positivi (ieri 1.942 casi nel report dell'11 gennaio) su 16.653 tamponi analizzati  con una percentuale dei contagiati sul numero di test fatti è del 9,4%, inferiore a quello nazionale che supera il 10%.

Sono 51 i decessi, mentre i pazienti emiliano romagnoli ricoverati in terapia intensiva sono 237 (-1 rispetto a ieri), 2.730 quelli negli altri reparti Covid (-11).

Alle 16.30 sono state effettuate oltre 82.932 vaccinazioni anti Covid in Emilia Romagna; 6.408 le somministrazioni oggi a quell'ora, tendendo presente che le aziende sanitarie proseguono per l’intera giornata.  La prima fase della campagna riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, procede "a pieno ritmo" e "nel pieno rispetto delle indicazioni nazionali". Con l'obiettivo di avere, alla fine di questa prima
fase, ospedali e strutture socio-sanitarie 'Covid free'.

image

Intanto l'Emilia Romagna resterà, con ogni probabilità, in zona arancione. Pare infatti esclusa, almeno al momento, il passaggio in zona rossa: al momento non verrà quindi preso  in considerazione il parametro dei 250 casi alla settimana ogni 100mila abitanti. La contarietà nel prendere in considerazione il parametro è stata espressa anche dalle Regioni nella riunione di ieri col Governo sulle nuove misure restrittive che entreranno nel nuovo Dpcm in vigore dal 16 gennaio: è stato infatti chiesto esplicitamente di non utilizzare il criterio dell'incidenza per determinare il mini lockdown.  

Il punto Zona arancione fino al 15 gennaio: cosa si può fare in Emilia Romagna

L'indice Rt dell'Emilia Romagna, nell'ultima rilevazione del 5 gennaio, è pari a 1,05 mentre quello nazionale è dell'1,03. Ieri il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha specificato che sarà mantenuto il modello dei colori in base all'indice Rt: con 1 si va in arancione e con 1,25 si va in zona rossa.

Il focus Zona bianca e Dpcm: regole e come le regioni possono entrarci 

Coronavirus Italia, i dati dalle regioni

I nuovi casi di coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore salgono 14.242, rispetto ai 12.532 di ieri. In aumento/calo anche i tamponi, a quota 141.641 (ieri erano stati 91.656).  Il tasso di positività è del 10,05%, in calo rispetto al
13,6% di ieri.

Crescono le vittime, a 616, rispetto alle 448 delle 24 ore precedenti. Sono i dati riportati dal Ministero della Salute.

Sono 6 in meno i pazienti in terapia intensiva in italia nelle ultime 24 ore, nel saldo tra ingressi e uscite. Gli ingressi giornalieri in rianimazione sono 196, portando il totale a 2.636. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono aumentati di 109 unità, portando il totale a 23.712. In isolamento domiciliare ci sono 543.692 persone, 6.042 in meno di ieri.

Oggi la regione con il maggior numero di nuovi casi è il Veneto, con 2.134, seguita dai 1.913 della Sicilia e dai 1.563 dell'Emilia-Romagna.

Grafici: la pandemia in regione

Il Covid in Emilia Romagna: dati dei sintomatici per provincia

Dall’inizio dell’epidemia, in Emilia-Romagna si sono registrati 194.395 casi di positività, 1.563 in più rispetto a ieri, su un totale di 16.653 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 9,4%.

Dei nuovi contagiati, 783 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali: 466 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 21 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 35 con gli screening sierologici, 7 tramite i test pre-ricovero. Per 254 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Complessivamente, tra i nuovi positivi 334 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 670 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46,2 anni.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 335 nuovi casi; a seguire Reggio Emilia (240), Rimini (228), Modena (203), Piacenza (131), Ferrara (128), Cesena (97), Ravenna (78). Poi il territorio di Forlì (54), quindi Parma (38) e infine Imola (31).

Questi i casi di positività in regione dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi:16.906 a Piacenza (+131 rispetto a ieri, di cui 72  sintomatici), 14.059 a Parma (+38, di cui 24 sintomatici), 26.162 a Reggio Emilia (+240, di cui 77 sintomatici), 34.647 Modena (+203, di cui 137 sintomatici), 38.701 a Bologna (+335, di cui 191 sintomatici), 6.195 casi a Imola (+31, di cui 15 sintomatici), 10.722 a Ferrara (+128, di cui 26 sintomatici), 14.826 a Ravenna (+78, di cui 41 sintomatici), 6.933 a Forlì (+54, di cui 37 sintomatici), 7.845 a Cesena (+97, di cui 62 sintomatici) e 17.399 a Rimini (+228, di cui 98 sintomatici).

I morti legati al Covid in Emilia Romagna 

Il bollettino di oggi riporta 51 nuovi decessi: 7 a Piacenza (di cui una donna di 91 anni e 6 uomini di 61, 63, 82, 84, 88 e 95 anni), 3 in provincia di Parma (due donne – 95 anni e 98 anni-, e un solo uomo di 58 anni), 6 in provincia di Reggio Emilia (3 donne di 90, 94 e 97 anni e 3 uomini, di 74, 80 e 84 anni); 9 nel modenese (7 donne – di 83, 85, 87, 89, 90, 91 e 94 anni – e due uomini di 81 e 96 anni); 7 in provincia di Bologna (tutte donne – di 77, 86, 87, 92, 94, 95 e 97anni); 5 nel ferrarese (di cui 3 donne di 86, 88, 97 anni, e due uomini di 75 e 80 anni); 6 in provincia di Ravenna (4 donne – di 69, 78, 84, 86 anni – e due uomini, rispettivamente di 89 e 94 anni); 3 a Forlì-Cesena (e precisamente: una donna di 83 e due uomini di 64 e 80 anni; 4 nel riminese: due donne di 87 e 95 anni, e due uomini di 91 e 92 anni). Infine, la Regione segnala il decesso di una donna di 83 anni diagnosticata dall’Ausl di Piacenza ma residente in provincia di Lodi.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 8.454.

Dove sono ricoverati i pazienti più gravi

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 237 (-1 rispetto a ieri), 2.730 quelli negli altri reparti Covid (-11).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 14 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 13 a Parma (invariato), 17 a Reggio Emilia (-1 rispetto a ieri), 52 a Modena (-1), 47 a Bologna (-1), 16 a Imola (invariato), 28 a Ferrara (+1), 15 a Ravenna (+1), 4 a Forlì (invariato), 6 a Cesena (invariato) e 25 a Rimini (invariato).

Guariti e malati effettivi: i numeri del 12 gennaio

Le persone complessivamente guarite, sono 2.786 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 125.749.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 60.192 (-1.274 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 57.225 (-1.262), il 95,1% del totale dei casi attivi.

Donini: "Entro metà febbraio vaccinati sanitari e ospiti Cra"

L'Emilia Romagna, secondo quanto detto dall'assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini, ha già somministrato l'80% dei vaccini ricevuti. Il bilancio della campagna vaccinale appare quindi positivo. "Le consegne del vaccino da parte di Pfizer continuano come da programma - ha detto in una lunga intervista l'assessore -. Fino ad ora, a partire dal Vaccine Day dello scorso 27 dicembre, abbiamo ricevuto 87.750 dosi e ne abbiamo somministrati circa 70mila. In campo abbiamo messo un'organizzazione capillare per vaccinare più persone nel minor tempo possibile".

image

Le altre notizie

Vaccini Covid Emilia Romagna. "Tutti i richiami entro metà febbraio"

Ecco il nuovo piano contro le pandemie. "Nell'emergenza cure solo a chi può salvarsi"