Bologna, 14 febbraio 2021 - La nuova settimana dell'Emilia Romagna in zona gialla si apre con un bollettino coronavirus in linea con quelli dei fine settimana: 'solito' picco del tasso di positività che vola al 7,8% (dal 5,1% di ieri): sono 1.324 i nuovi positivi (495 dei quali asintomatici) trovati su 16.816 tamponi. Salgono le vittime che oggi sono 41: dieci delle quali a Bologna, dove ha perso la vita un ragazzo di 31 anni. I ricoveri in terapia intensiva sono invariati (171) ma calano i malati di covid nei reparti non critici (-23). Si registrano per fortuna 1.932 guariti e 650 casi attivi in meno, che oggi sono 37.920. Nella classifica dei contagi, Bologna resta sopra ai trecento nuovi casi e Modena sopra ai duecento.

Aggiornamento: il bollettino del 15 febbraio, dati Covid Italia ed Emilia Romagna

Covid: il bollettino di oggi sul Coronavirus in Italia. Dati regione per regione - Il bollettino coronavirus in Veneto di oggi - Covid: i dati di oggi nelle Marche - Variante inglese in settanta nazioni. Più contagiosa, ma il vaccino funziona

Covid: dati e bollettino Italia

Sono 11.068 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 13.532) a fronte di 205.642 tamponi effettuati. Nelle ultime 24 ore sono stati 221 i decessi . Attualmente i positivi sono 402.783(+1.370 rispetto a ieri). I ricoverati in ospedale con sintomi sono 18.449 di cui 2.085 in terapia intensiva. I dimessi/guariti sono 2.255.519 con un incremento di 9.469 unità nelle ultime 24 ore. La regione con il maggior numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore è la Lombardia (1.987), seguita da Campania (1.603), Emilia-Romagna (1.323), Lazio (809), Puglia (732) e Toscana (725).

La tabella per regioni

Le vittime

Tornando ai dati emiliano romagnoli, sono 41 le persone malate di covid che hanno perso la vita nelle ultime ore: 10 a Bologna (4 donne di 76, 77, 78, 90 anni e 6 uomini di 31, 73, 79, 81, e 88 anni, e 1 uomo di 94 di Imola), 10 a Rimini (6 donne di 82, 87, 91, 93 e 2 di 94 anni e 4 uomini di 66, 71, 82 e 95 anni), 5 a Ferrara (2 donne di 83 e 86 anni e 3 uomini di 78, 90 e 94 anni), 4 a Modena (1 donna di 81 anni e 3 uomini di 40, 74 e 76 anni), 4 a Ravenna (4 donne di 73, 82 e 2 di 87 anni), 4 in provincia di Forlì-Cesena (2 uomini di 84 anni e 2 donne di 94 e 98 anni), 3 a Piacenza (3 donne di 72, 81 e 82 anni). Nessun decesso nelle province di Reggio Emilia e Parma, mentre si registra un decesso extra Emilia-Romagna (un uomo di 82 anni).

I ricoveri covid

Tornano a salire i ricoveri nei reparti covid non critici che oggi sono 1.911 (+23 rispetto a ieri). Stabili invece i pazienti gravissimi nelle terapie intensive degli ospedali emiliano romagnoli. Oggi sono 171 come ieri, così siddivisi: 10 a Piacenza (-2 rispetto a ieri), 9 a Parma (-1), 19 a Reggio Emilia (+2), 35 a Modena (+1), 49 a Bologna (+2), 10 a Imola (invariato), 17 a Ferrara (-1), 3 a Ravenna (invariato), 2 a Forlì (invariato), 2 a Cesena (-1) e 15 a Rimini (invariato).

Sintomatici e asintomatici per provincia

Ecco come sono suddivisi i 1.321 nuovi casi di oggi: 67 a Piacenza (di cui 36 sintomatici), 90 a Parma (di cui 76 sintomatici), 121 a Reggio Emilia (di cui 64 sintomatici), 229 a Modena (di cui 46 sintomatici), 311 a Bologna (di cui 195 sintomatici), 72 casi a Imola (di cui 65 sintomatici), 74 a Ferrara (di cui 15 sintomatici), 95 a Ravenna (di cui  55 sintomatici), 62 a Forlì (di cui 47 sintomatici), 76 a Cesena (di cui 64 sintomatici) e 126 a Rimini (di cui 62 sintomatici).

Al via le prenotazioni dei vaccini per over 85 in Emilia Romagna

Da domani, lunedì 15 febbraio, cominciano le prenotazioni per vaccinazioni per gli over 85: la Regione ha infatti deciso di dividere in due tranche l'avvio dell'immunizzazione degli anziani. Chi ha tra gli 80 e gli 85 anni dovrà attendere marzo. E la Regione continua a cercare la strada di comprare partite di vaccini sul libero mercato, svincolandosi dalla consegna di forniture della Ue: una partita delicata, che ha il Veneto come apripista, alla quale si stanno accodando molte altre Regioni, come il Piemonte e le Marche.

Vaccino Covid effetti collaterali: cosa dice il rapporto Aifa

image

"I nostri `grandi anziani` sono sicuramente tra le categorie che hanno pagato il prezzo più alto nella pandemia - sottolinea l`assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini-, ed è per questo che vengono vaccinati subito, dopo il personale sanitario, delle Rsa e i degenti delle strutture. Molti dei nostri 80enni e ultra 80enni - prosegue l`assessore - vivono ormai da mesi in una sorta di lockdown volontario:  con il vaccino si aprono le porte per il ritorno alla normalità. Da lunedì potranno dunque prendere appuntamento, con le prime vaccinazioni che saranno fissate già dal giorno successivo. La macchina, complessa e articolata sul territorio, è pronta, grazie all`impegno e allo sforzo organizzativo che abbiamo messo in campo assieme a tutte le Aziende sanitarie, che voglio nuovamente ringraziare".

Apertura degli impianti sciistici

Infine, anche l'Emilia Romagna attende la decisione del governo sulla riapertura degli impianti sciistici: prevista per domani, 15 febbraio, come in gran parte d'Italia (il Veneto ha invece scelto di prorogare il via al 17), ora viene vivamente sconsigliata da Walter Ricciardi consigliere del ministro della Salute he ricorda come la variante inglese sia arrivata in Italia proprio attraverso le piste da sci svizzere. Gli esperti del Cts sottolineano, insomma, che sono mutate le condizioni epidemiologiche, ribadendo però che la decisione spetta comunque al governo.

image

Dati e contagi in Italia: la tabella

Ieri, il bollettino della protezione civile ha reso noti 13.352 nuovi casi e 311 morti. I ricoveri ordinari sono calati di 236 malati, le terapie intensive di 33. Appena i nuovi dati saranno disponibili li pbblicheremo inn questa sezione.

Covid: le ultime notizie

Colori delle regioni Emilia-Romagna, Marche, Veneto. I parametri aggiornati

Covid, Ricciardi: "Chiederò lockdown immediato. No a riapertura piste da sci"

Covid, Miozzo spera in Draghi: "Il timone alla Protezione civile"

Vaccini, consegnate tutte le dosi di AstraZeneca e Moderna

Vaccino Covid effetti collaterali: cosa dice il rapporto Aifa