Bologna, 20 dicembre 2020 - Mentre cerchiamo di districarci nella selva di norme vigenti durante le festività, a seconda di giorni e gradazione di rischio indicata con l’integrazione del Decreto legge del 18 dicembre scorso e proprio per questo sul sito istituzionale la Regione Emilia Romagna cerca di far chiarezza facendo il punto con le regole vigenti, cresce la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi effettuati nelle ultime 24 ore che oggi è al 15% contro l'11,8% di ieri.

Il focus Covid in Italia: dati sui contagi - Solo due invitati tra parenti o amici. La polizia non farà controlli a casa - Variante covid Inghilterra, il virologo Gorini. "Il vaccino sarà efficace"

Oggi in Emilia Romagna i contagi da Coronavirus registrati sono 1.751 in più rispetto a ieri, su un totale di 11.661 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. 892 sono asintomatici  individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 385 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 556 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.  Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 155.593 casi di positività.L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46,1 anni. Sessanta le nuove vittime di cui 26 a Bologna.

Covid, dati e contagi in Italia

Oggi sono stati 15.104 i nuovi positivi da Coronavirus in Italia: complessivamente dall'inizio dell'epidemia in Italia si è riscontrata la positività di 1.953.185 persone. Le persone attualmente positive sono 622.760, + 2.594 (ieri - 7.632), i dimessi/guariti sono 1.261.626, + 12.156 (ieri + 23.384), i morti sono 68.799, + 352 (ieri + 553), i ricoverati con sintomi sono 25.158, - 206 (ieri - 405), in terapia intensiva ci sono 2.743 pazienti, - 41 (ieri - 35). In terapia intensiva sono entrati 121 pazienti (ieri 160). Sono stati processati 137.420 tamponi (ieri 176.185): di conseguenza il rapporto nuovi positivi-tamponi è oggi dell'11% (ieri 9,2%).

I motivi del contagio

Sui 892 asintomatici, 532 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 61 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 16 con gli screening sierologici, 8 tramite i test pre-ricovero. Per 275 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La mappa dei nuovi positivi provincia per provincia

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 261 nuovi casi, Bologna (346), Reggio Emilia (235), Rimini (169), Ravenna (147), Parma (93), Piacenza (80), Ferrara (169). Poi Cesena (129), Imola (84) e Forlì (38).

Tamponi e test sierologici effettuati 

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 11.661 tamponi, per un totale di 2.423.947. A questi si aggiungono anche 1.059 test sierologici e 1.868 tamponi rapidi effettuati da ieri. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.722 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 87.594.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 60.916 (-31 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 57.8634 (-59), quasi il 95% del totale dei casi attivi.

I decessi

Purtroppo, si registrano 60 nuovi decessi: 8 a Piacenza (5 donne, rispettivamente di 92, 83, 90, 78 e 94 anni e 3 uomini di 83, 88 e 77 anni), 3 in provincia di Parma (si tratta di un uomo di 84 anni e due donne di 98 e 89); 6 in provincia di Reggio Emilia (si tratta di tre uomini di 67, 68, e 95 anni e tre donne di 94, 91 e 80); 5 nel modenese (una donna di 64 e quattro uomini, rispettivamente di 72, 80, 89 e 63 anni); 26 in provincia di Bologna (12 donne di 89, 93, 80, 85, 90, 96, 89, 90, 80, 97 e 93 anni e 14 uomini rispettivamente di 73, 71, 88, 86, 88, 93, 69, 98, 90, 95, 83, 91 e 95 anni). I rimanenti tre uomini, nell’imolese, e sono rispettivamente due uomini di 79 e 92 anni e una donna di 93 anni); 2 nel ferrarese (2 uomini di 77 e 69 anni); 7 in provincia di Ravenna (3 donne di 89, 90 e 77 anni e 4 uomini, rispettivamente di 84, 71, 84 e 76 anni); 1 a Forlì-Cesena (e precisamente una donna di 89 anni); 2 nel riminese (un uomo di 60 anni e una donna di 85 anni). In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 7.083.

Ricoveri e terapie intensive

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 201 (-5 rispetto a ieri), 2.852 quelli negli altri reparti Covid (+33). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 16 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 14 a Parma (invariato), 19 a Reggio Emilia (-2), 36 a Modena (-2), 52 a Bologna (-4), 7 a Imola (+2), 16 a Ferrara (+1), 17 a Ravenna (-1), 3 a Forlì (invariato), 1 a Cesena (invariato) e 20 a Rimini (invariato). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 14.348 a Piacenza (+80 rispetto a ieri, di cui 34 sintomatici), 12.282 a Parma (+93, di cui 60 sintomatici), 21.761 a Reggio Emilia (+235, di cui 101 sintomatici), 28.452 Modena (+261, di cui 174 sintomatici), 30.699 a Bologna (+346, di cui 169 sintomatici), 4.947 casi a Imola (+84, di cui 25 sintomatici), 7.979 a Ferrara (+169, di cui 33 sintomatici), 11.174 a Ravenna (+147, di cui 62 sintomatici), 5.439 a Forlì (+38, di cui 27 sintomatici), 5.240 a Cesena (+129, di cui 81 sintomatici) e 13.272 a Rimini (+169, di cui 93 sintomatici).

Nuova variante Covid: allarme in Europa

E insieme a questa arriva la notizia che tutti temevamo dopo che ieri è stata data notizia che una nuova variante del Covid è stata individuata a Londra, oggi l'Organzizazione mondiale della sanità va in più in là e annuncia che la stessa nuova variante scoperta in Gran Bretagna è stata individuata anche in Danimarca e Australia, oltre che in Olanda. Si tratterebbe dunque di un nuovo ceppo di Covid-19 capace di proagarsi più velocemente tra la popolazione. E la situazione in Gran Bretagna è grave. Per questo mentre cresce la paura in Europa l'Italia sta cercando subito di correre ai ripari e lo ha fatto comunicando di sospendere i voli da e per la Gran Bretagna.

Le altre notizie

Vaccino coronavirus Marche, è un infermiere il primo a farlo in regione

Natale 2020 ai tempi del Covid. Regali, luminarie e pranzi a domicilio