Bologna, 24 novembre 2020 - Aumenta leggermente la curva dei contagi in Emilia Romagna, ma si abbassa la percentuale dei nuovi positivi dal 20,3% di ieri al 12,7% rilevato nel bollettino di oggi. Il rapporto è leggermente superiore a quello italiano, che oggi scende al 12,3%.

Ma la cattiva notizia legata alla diffusione del Coronavirus in regione è ancora una volta quella dei morti registrati nelle ultime 24 ore: 55. Tra questi c'è anche un ragazzino di 14 anni, deceduto a Modena: un adolescente con una serie di patologie gravi e pregresse. Si tratta della persona positiva più giovane deceduta in Emilia Romagna dall'inizio della pandemia. 

Il numero dei decessi oggi è alto anche a livello nazionale: 853, è il dato più alto della seconda ondata.

Su oltre 19.600 tamponi effettuati, sono 2.501 (ieri 2.347) i nuovi positivi emiliano romagnoli, di cui 1.114 asintomatici da screening regionali e tracciamento dei contatti. I guariti sono 479. Il 95,8% dei casi attivi si trova in isolamento a casa, con sintomi lievi. 

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 243 (-5 rispetto a ieri), 2.723 quelli in altri reparti Covid (-15).  

La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia Romagna vede Modena con 547 nuovi casi e Reggio Emilia con 360, a seguire Bologna (273). 

Virus in Emilia Romagna: i dati aggiornati dei contagi

Dall’inizio dell’epidemia, in Emilia Romagna si sono registrati 110.571 casi di positività, 2.501 in più rispetto a ieri, su un totale di 19.602 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 12,7%, rispetto al 20,3% di ieri.

Dei nuovi contagiati, 1.114 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali: 558 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 82 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 22 con gli screening sierologici, 9 tramite i test pre-ricovero. Per 443 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Complessivamente, tra i nuovi positivi 380 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 592 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45,3 anni.

55 emiliano romagnoli morti registrati nell'ultimo report: c'è anche un minore

Sonio 55 i nuovi decessi: 12 in provincia di Modena (due uomini di 77 e 97 anni, oltre a un minorenne con importanti pluripatologie associate;  9 donne rispettivamente di 71, 82, 86 anni, due di 89, e le rimanenti di 90, 94, 95 e 100 anni), 11 in quella di Ravenna (7 uomini di 73, 76, 79 anni, due di 86, uno di 87 e uno di 89 anni; 4 donne di 76, 80, 87 e 93 anni), 8 in quella di Reggio Emilia (3 uomini, di 86, 88 e 91anni, e 5 donne di 79, 86, 90, 91 e 100 anni); 8 in provincia di Piacenza (4 uomini rispettivamente di 69, 72, 82 e 89 anni, e 4 donne di 67, 81, 88 e 99 anni); 6 in quella di Rimini (2 uomini di 81 e 91 anni e4 donne, una di 75, due di 93 anni, e una di 95 anni), 3 in quella di Bologna (tutti uomini, rispettivamente di 92, 96, 97 anni), 3 in quella di Ferrara (due uomini di 65 e 83 anni, e una donna di 81), 2 in quella di Parma (entrambi uomini di 79 e 85 anni), 2 a Forlì-Cesena (un uomo di 94 e una donna di 69 anni, entrambi a Cesena).

Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.439.   

La mappa del contagio, quanti sono i sintomatici in ogni provincia

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 11.610 a Piacenza (+263 rispetto a ieri, di cui 92 sintomatici), 9.470 a Parma (+239, di cui 167 sintomatici), 16.077 a Reggio Emilia (+360, di cui 247 sintomatici), 20.178 a Modena (+547, di cui 324 sintomatici), 21.665 a Bologna (+273, di cui 148 sintomatici), 2.864 casi a Imola (+67, di cui 16 sintomatici), 5.364 a Ferrara (+169, di cui 22 sintomatici), 6.925 a Ravenna (+173, di cui 110 sintomatici), 4.116 a Forlì (+116, di cui 83 sintomatici), 3.435 a Cesena (+80, di cui 61 sintomatici) e 8.867 a Rimini (+214, di cui 117 sintomatici).

Tamponi e test sierologici

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 19.602 tamponi, per un totale di 2.021.756. A questi si aggiungono anche 2.756 test sierologici.

Terapie intensive, altri ricoverati Covid e guariti

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 243 (-5 rispetto a ieri), 2.723 quelli in altri reparti Covid (-15).  

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti:12 a Piacenza (-1 rispetto a ieri), 12 a Parma (-1 rispetto a ieri), 30 a Reggio Emilia (numero invariato da ieri), 64 a Modena (invariato), 57 a Bologna (-1), 5 a Imola (+1), 18 a Ferrara (-1),12 a Ravenna (-3), 6 a Forlì (dato invariato), 1 a Cesena (invariato) e 26 a Rimini (+1).

Le persone complessivamente guarite salgono a 33.788 (+479 rispetto a ieri).

Quanti sono i casi attivi in regione

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 71.344 (1.967 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 68.378 (+1.987 rispetto a ieri), il 95,8% del totale dei casi attivi.

Coronavirus in Emilia Romagna: grafici e tabelle

Per la prima volta da fine settembre, il dato sui contagi rilevati ogni cinque giorni mostra una flessione, con 11.998 nuovi casi dal 17 al 21 novembre rispetto ai 12.783 dal 12 al 16 novembre. 

Terapia intensiva Covid in Emilia Romagna e nelle Marche: dati e grafici

Come sta Bonaccini

A venti giorni dalla positività al Covid, Stefano Bonaccini è tornato ieri – in collegamento streaming – al posto di comando di Viale Aldo Moro. In occasione della presentazione del bilancio di previsione 2021/2023, Bonaccini ha preso parte alla discussione senza particolari segni della malattia, per quello che il filtro di uno schermo possa lasciar trapelare almeno. "Sto decisamente meglio – le sue parole –. Posso dire che da oggi ricomincio, con cautela, nonostante mi aspettino ancora due settimane di cura dalla polmonite. Già il fatto di essermi negativizzato è molto buono".

Bonaccini a margine ha poi parlato anche del Natale alle porte e dell’ipotesi di un allentamento delle restrizioni: "Non so. Non sono un veggente, non sono Otelma. So che dobbiamo continuare a lavorare per flettere la curva pandemica e ridurre ulteriormente l’indice Rt per provare ad avere un po’ meno restrizioni nelle festività – così il governatore –. L’importante sarà scongiurare un ‘liberi tutti’ come accaduto nei comportamenti estivi, per scongiurare il rischio di una terza ondata".

image

Coronavirus Italia, dati e tabella 

Sono sostanzialmente stabili i nuovi contagi di Coronavirus in Italia. Sono infatti 23.232 quelli registrati nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 22.930), per un totale di 1.455.022 da inizio emergenza. E' quanto emerge dal bollettino
quotidiano sull'emergenza Coronavirus, diffuso dal ministero della Salute e dall'Istituto Superiore della Sanità. Brusco balzo in avanti delle vittime, con 853 morti nelle ultime 24 ore a fronte dei 630 di ieri. Il totale sale così a 51.306.

I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono 188.659 (ieri erano stati 148.945), per un totale da inizio epidemia di 20.726.180.

Il tasso di positivi scende quindi al 12,3% dopo essere oscillato nei giorni scorsi tra il 14% e il 15%.

Attualmente i positivi in Italia sono 798.386, dei quali 759.993 in isolamento domiciliare. I ricoverati in ospedale con sintomi sono 34.577 (-120 rispetto a ieri), di questi 3.816 in terapia intensiva (+6).

Andrea Crisanti (Ansa)

Covid 19, le altre notizie del 24 novembre

I contagi nelle Marche - Covid in Toscana: i numeri 

Covid e sci, il Cimone non si arrende

La Germania corre: primi vaccini Covid a dicembre. Italia in ritardo

Mondo, gli aggiornamenti sul Coronavirus