Covid Veneto, Zaia: "La didattica in presenza potrebbe diventare facoltativa"
Covid Veneto, Zaia: "La didattica in presenza potrebbe diventare facoltativa"

Venezia, 20 Aprile 2021 - Mentre il Veneto si prepara ad entrare in zona gialla (dal prossimo 26 aprile salvo sorprese), Zaia, nell'illustrare il bollettino odierno dei contagi, decanta il lavoro fatto sui vaccini e dice la sua sulla scuola in presenza al 100%, introducendo la possibilità di renderla facoltativa. 

Covid Veneto: bollettino dei contagi del 20 aprile

Salgono i nuovi positivi al Covid-19 in Veneto: oggi sono +930 mentre ieri erano +497 (totale 402877). Considerando che i tamponi effettuati sono 17781, l’incidenza oggi è pari al 5,23 per cento. Calano gli attualmente positivi, oggi sono 25455 (-1067).

Aumentano i nuovi decessi: oggi sono +28, mentre ieri erano +7 (totale 11139). Scendono i ricoveri causati dal coronavirus in Veneto, oggi sono 1728 (-31): 1481 persone sono in area non critica (-14), 247 in terapia intensiva (-17).

Bollettino Covid Italia ed Emilia Romagna del 20 aprile

Scuola: didattica in presenza facoltativa

“Il punto nevralgico sono i trasporti - secondo il Governatore Zaia -: non la scuola, ma la mobilità in generale. Abbiamo 2mila 400 mezzi e 27mila corse al giorno oggi in Veneto; abbiamo già aggiunto altri 500 bus privati passando a 2mila 900 mezzi. Di più non si può fare, anche per non intasare le strade. Ci sono cinque soluzioni possibili per le scuole, più o meno percorribili: rendere facoltativa la didattica in presenza è un'opzione che percorrerò, ma c'è anche la riduzione rispetto al 100 per cento delle presenze. A settembre la capienza dei bus era il 100 per cento, ma oggi tornare a quel livello è impossibile”.

Vaccini: over 60 in venti giorni

“Sui vaccini - afferma il Presidente della Regione - si può arrivare a 40mila al giorno, ma ancora non abbiamo le dosi. Per la fascia dei 50enni ci vorranno almeno quattro settimane. In massimo venti giorni finiremo gli over 60. Siamo proprio i più bravi in Italia con quote record di vaccinazioni. La vaccinazione è volontaria, il pass è certamente discriminatorio, ma se non lo hai non puoi girare per il mondo. Idem il Veneto: noi li prevediamo in italiano e inglese, ma occorre poi il coordinamento con tutti gli altri Paesi, che sarà compito dell'Oms”.

Coronavirus, le altre notizie di oggi

Pass vaccinale: l'autocertificazione per gli spostamenti tra regioni. Ultime ipotesi

Coprifuoco, il governo ci ripensa: a casa entro le 23

Nel 2021 un lockdown farsa. Google smaschera gli spostamenti

Recovery Fund: l’Ue cerca tasse. Muro degli Stati