Crediti Sismabonus, plafond di 200 milioni

Crediti Sismabonus,  plafond di 200 milioni

Crediti Sismabonus, plafond di 200 milioni

Il commissario alla ricostruzione, Guido Castelli (in foto), e Banca Monte dei Paschi di Siena hanno firmato un protocollo d’intesa per riservare un plafond di 200 milioni di crediti legati all’utilizzo del Supersismabonus 110% nei cantieri della ricostruzione dell’Italia centrale. Grazie alla deroga prevista dal governo e varata dal Parlamento ad aprile, la ricostruzione degli edifici privati nelle quattro regioni colpite dal terremoto di sette anni fa – Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria – può avvalersi fino al 2025 della possibilità di beneficiare, in aggiunta al contributo sisma, anche del Supersismabonus 110%, assistito sia dalla cessione del credito d’imposta che dallo sconto in fattura.

La misura rappresenta un incentivo di indubbia rilevanza per la ricostruzione e permette la migliore ricomposizione del tessuto edilizio in Appennino. "Un passo molto importante – dice Castelli –. Auspico possa consentire il superamento dello stallo che nell’ambito della ricostruzione privata si è determinato a seguito del blocco del mercato degli acquisti dei crediti di imposta. L’Appennino può diventare un modello di prevenzione e di messa in sicurezza del territorio, anche grazie a questa efficace sinergia con il mondo bancario".