Bologna, 30 novembre 2020 - "Oggi comincia il confronto con il governo per valutare misure che da un lato rendano possibile di fare attività per le regioni che sono in zona gialla, ma dovremo cercare misure che evitino il tana libera tutti: per il periodo natalizio è necessario limitare gli spostamenti", spiega il presidente dell'Em,ilia-Romgna Stefano Bonaccini che è presidente Conferenza delle Regioni, ospite a 'Mattino Cinque'. La speranza di Bonaccini, dunque, è che la regione torni nella fascia con le regole meno rigide già nel fine settimana. Resta incertezza sul giorno esatto: l'ordinanza sul cambio di colore delle Regioni si innesta con il nuovo Dpcm e questo potrebbe scombinare un po' le carte.

Aggiornamento Bonaccini: "Emilia Romagna gialla da domenica 6 dicembreVeneto a rischio zona arancione. Zaia: "Rt troppo alto"

Emilia Romagna zona gialla

Ma, come sottolinea lo stesso Bonaccini, "i numeri oggi dicono che probabilmente al termine di questa settimana potremo tornare zona gialla perché in due settimane è decisamente migliorata, quotidianamente, la curva dei contagiati e dei ricoverati", ha rimarcato Bonaccini. L'indice Rt, infatti, è esce ancora, per quarta settimana consecutiva, ed è ora a 1,07.

Il focus  Ecco perché si va verso la zona gialla

Il vaccino

"Se da gennaio ci saranno le prime dosi di vaccino - ha detto - dovremmo arrivare alla prossima estate a vedere la luce in fondo al tunnel. Adesso dobbiamo evitare che a gennaio e febbraio si torni a cosa abbiamo vissuto in questi mesi". "A proposito di chi nega persino l'esistenza del Covid-19 - sottolinea Bonaccini - sarebbe utile portarli a vedere reparti di terapia: cambierebbe opinione rapidamente". 

Natale e spostamenti tra le Regioni: quando scattano i divieti - "Ucciso a 49 anni dal Coronavirus in pochi giorni" - Orietta Berti contagiata "Non so come è successo"

Bonaccini Covid: "Le restrizioni hanno funzionato"

"Le restrizioni stanno pagando. Le misure hanno avuto effetto, queste settimane di restrizioni hanno funzionato per abbassare la curva dei contagi", ha proseguito il presidente dell'Emilia Romagna ospite in tv -. Ogni settimana, anzi ogni giorno dobbiamo verificare cosa succede. Ma dobbiamo stare attenti perché non abbiamo ancora vinto la sfida. Cerchiamo di far le cose per bene, quando è possibile farlo io sono sempre disponibile ad allargare e aprire, d'intesa con il governo, perché le Regioni possono solo restringere".

Bonaccini Covid: "Spero di essere guarito tra una settimana"

Il governatore ha poi concluso l'intervento parlando della sua personale situazione di salute. Bonaccini era stato colpito dal Covid e gli era stata diagnosticata una polmonite bilaterale. Poi si era negativizzato. "Ho fatto tre settimane in isolamento, sto terminando la cura della polmonite e tra una settimana spero di essere completamente guarito. Sono stato ricoverato solo una giornata e poi ho potuto continuare le cure a casa. Ho seguito le indicazioni dei medici, qui abbiamo una sanita' che è un'eccellenza nazionale e non solo. Le cose stanno andando molto meglio".