Bologna, 8 dicembre 2021 – L’epoca del green pass ‘super’ è ormai realtà da qualche giorno: va ricordato che è quello riservato a chi è guarito dal covid e a chi è vaccinato e dà diritto a tutta una serie di azioni che sono invece precluse a chi si sottopone semplicemente a tamponi (qui tutte le differenze). Ma è iniziata anche la grande corsa alla terza dose del vaccino, che è ormai disponibile anche per i bimbi tra i 5 e gli 11 anni. Ecco cosa c’è da sapere sulla terza dose e il green pass.

FOCUS / Green pass e trasporti: le nuove regole per scuolabus, autobus e treni - Super Green Pass: dal lavoro ai trasporti. Cosa cambia dal 10 gennaio - Omicron, sintomi e incubazione - Covid 29 dicembre 2021, in Emilia Romagna mai così tanti contagi: 4.134 nuovi casi 

Quarantena ridotta con la terza dose, oggi il Cts decide - Quarantena Covid viaggi estero: le regole da seguire - Tampone rapido e fai da te: uno su due è un falso negativo - Terza dose: quale vaccino?Vaccino obbligatorio a scuola: dal 15 dicembre sospensione e multa - Terza dose, Burioni risponde alle domande più comuni - Terza dose: quando farla e quando fa effetto - Super Green pass, chi ce l'ha e chi no. Domande, risposte e regole 

Terza dose e green pass: ecco le nuove regole

Dopo la terza dose arriva un nuovo green pass?

Sì, come è successo per la prima e la seconda dose, dopo la terza dose sarà disponibile un nuovo green pass. Si tratta di un certificato verde rinforzato che – per fare alcuni esempi – dà accesso a ristoranti e bar anche al chiuso, a cinema, teatri, stadi e palazzetti. Per chiarezza, è 'super' anche il green pass rilasciato dopo la prima e la seconda dose.

Martina Campanile morta di Covid a 14 anni ad Ancona. La mamma: "Il virus è un mostro"

Quali sono i tempi per il nuovo green pass?

Se la dose booster viene effettuata entro i sei mesi dalla seconda, il nuovo certificato arriva nel giro di poche ore dall’iniezione. Al massimo, arriverà entro 48 ore (a meno di ingorghi burocratici).

Prenotazione vaccino bambini in Emilia Romagna: date e come fare

E per i guariti?

Il rilascio del green pass avviene quando il medico rilascia il certificato di avvenuta guarigione

Come si scarica il nuovo green pass?

Come per le precedenti dosi, il certificato verde si può scaricare attraverso l’App Immuni o la App Io, ma serve lo Spid per accedere. Altrimenti, quando arriva l’sms con il codice authcode, si può ottenere sul sito www.dgc.gov.it con tessera sanitaria o Spid. Ancora, nel fascicolo sanitario regionale: in quello dell’Emilia Romagna, per esempio, è disponibile anche una versione stampabile da portare con sé. Chi ha qualche difficoltà con la tecnologia, può sempre rivolgersi al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta o in farmacia per il recupero del proprio certificato.

Cosa fare se non arriva il codice authcode entro 48 ore della terza dose?

E’ un caso che è purtroppo capitato, nei mesi scorsi. Ed è per questo che esiste già una strada alternativa: esiste un sito governativo dove si può recuperare in autonomia. Si può accedere a questa piattaforma dopo la vaccinazione, la guarigione e anche dopo un tampone. Occorre indicare il codice fiscale, le ultime 8 cifre della tessera sanitaria.

Quanto dura il green pass con due dosi?

Va tenuto a mente che - come ha stabilito il Decreto Natale -  da febbraio 2022 la validità del certificato verde da vaccinazione, e quindi ‘super’, passa a 6 mesi. Questo anche per quello rilasciato dopo la seconda dose: quindi chi si è sottoposto alla seconda dose più 6 mesi prima, deve prenotare la terza per non perdere il diritto al certificato verde.

Quanto dura il certificato verde per i guariti?

Anche in questo caso, dura sei mesi dalla data di inizio validità indicata sul certificato di guarigione. In Europa, invece la data che va tenuta a mente è quella della effettuazione del primo test molecolare risultato positivo: da quel momento il certificato vale 180 giorni, ossia 6 mesi.