Bologna, 10 gennaio 2022 - Da oggi, per effetto del nuovo decreto covid. serve il super green pass (il certificato rilasciato solo a chi è vaccinato o guarito dal covid) per mangiare al ristorante, anche all’aperto, soggiornare in albergo o andare in palestra, piscina o allo stadio. Dal 20 gennaio, poi, servirà il green pass base (che si ottiene con esito negativo del tampone) anche per entrare in parrucchieri, barbieri ed estetiche.

Fine quarantena e isolamento, le regole in Emilia Romagna

Bollettino del 13 gennaio 2022 in Emilia Romagna. Dati e contagi

Anche in Emilia Romagna, Marche e Veneto arriva la stretta del Governo su chi non ha il Super Green Pass, ossia quello che viene rilasciato a chi è vaccinato o guarito dal Covid. La rivoluzione più grande sarà sui trasporti. Non basterà più il tampone per prendere un aereo, un treno, una nave, ma neanche per salire su un autobus in città o in metropolitana. 

Focus Green pass da guarigione: come sbloccarlo e avere il nuovo Quanto durano quarantena e isolamento, le nuove regole

Covid, tampone positivo: cosa fare e quanto dura l'isolamento - Green pass e terza dose: quando arriva e quanto dura

Green pass e trasporti: ecco le nuove regole

Mezzi a lunga percorrenza

Per salire su un aereo che effettua una tratta nazionale, su un treno, un autobus o su una nave, da oggi è necessario avere un Green Pass rafforzato. La certificazione sarà richiesta solo sopra i 12 anni. Per i più piccoli non è necessario neanche fare il tampone. I passeggeri hanno già l’obbligo di indossare una mascherina Ffp2.

Trasporto cittadino e treni regionali

Su autobus, metropolitane e mezzi del trasporto pubblico locale sarà necessario il Super Green Pass sopra i 12 anni. Vale anche per i treni locali o le corriere che collegano piccoli centri nell’ambito di una stessa provincia o Regione. Tutti i passeggeri dovranno indossare la mascherina Ffp2. I trasgressori saranno puniti con multe che vanno dai 400 ai 1.000 euro.

Tampone fai da te: come si fa e come leggere il risultato - Terza dose, effetti collaterali con Moderna o Pfizer. "Nessuna reazione avversa seria"

Scuolabus e trasporto scolastico

A partire dai 12 anni, agli studenti che usufruiscono del servizio dedicato di scuolabus, sarà richiesto il Super Green Pass, non basterà più il tampone. E' la norma che più ha causato polemiche tra i genitori, ma la decisione è ormai presa. Sotto i 12 anni il servizio sarà disponibile senza bisogno di esibire alcuna certificazione.

Pullman privati a noleggio

Secondo il decreto del governo, anche autobus e pullman o pulmini privati adibiti a servizi di noleggio con conducente sono assimilabili ai mezzi di trasporto pubblico e, dunque, chi li noleggerà potrà utilizzarli solo con passeggeri provvisti di Super Green Pass.

Auto privata, taxi e auto blu

Ai No vax resta la possibilità di spostarsi con l’auto o con qualsiasi altro mezzo privato proprio. Restano le limitazioni previste dalle zone, anche se per ora in zona gialla non ci sono rtestrizioni ulteriori. In zona arancione, però, ai cittadini non vaccinati, sarà anche vietato uscire dal proprio comune se non per motivi di salute, necessità o urgenza o per far ritorno alla propria abitazione. Nella stessa auto, a meno che non si tratti di un unico nucleo familiare convivente, può viaggiare solo il conducente e, sui sedili posteriori, non più di due persone. Non ha importanza se vaccinati o meno.

Non sarà poi richiesta alcuna certificazione, neanche il Green Pass base, per prendere un taxi o per noleggiare una macchina Nnc (noleggio con conducente) che porti non più di otto ospiti. Stessa norma vale per l’utilizzo di taxi collettivi.

"Non mi vaccinerò, a costo di perdere il lavoro" -  Quarantena Covid, cosa cambia da oggi in Emilia Romagna

Voli internazionali

Infine, le regole per i voli internazionali. Chi deve andare all’estero deve seguire le regole del Paese di destinazione. In Europa si viaggia con il Green Pass europeo che viene concesso anche a chi ha un tampone negativo da 48 o 72 ore. I viaggiatori devono però verificare quali Paesi chiedono, in arrivo, di osservare un periodo di quarantena a chi non è vaccinato. L’Italia è tra questi, quindi un non vaccinato può andare dall’Italia in Europa facendo solo il tampone ma, al rientro, oltre al test negativo, deve osservare cinque giorni di quarantena e fare un altro tampone.

Covid: terza dose, contatto con positivo, tamponi rapidi. Domande e risposte